Mentre le Isole Baleari diventavano “ambra”, il turismo è stato colpito dal governo

[ad_1]

Destinazioni popolari in Spagna come Ibiza e Maiorca sono state rimosse dal “Lista di controllo verde“.

L’annuncio di mercoledì ha fatto seguito a un forte aumento dei casi nelle Isole Baleari. A partire da lunedì, i viaggiatori che tornano nel Regno Unito da destinazioni popolari dovranno affrontare 10 giorni di auto-quarantena, anche se è stata spostata nella lista verde solo due settimane fa.

Cuba, Indonesia, Myanmar e Sierra Leone sono state spostate nella lista rossa, richiedendo ai viaggiatori di ritorno di essere messi in quarantena a proprie spese per 10 giorni negli hotel firmati dal governo.

Tuttavia, il governo ha anche annunciato che allenterà le restrizioni per le persone che hanno ricevuto due dosi del vaccino Covid, il che significa che coloro che sono stati doppiamente accoltellati e si sono recati nei paesi Amber Listed dovranno solo sottoporsi a due test PCR invece di loro stessi. -isolare dopo il loro ritorno.

Circa due terzi degli adulti britannici hanno ricevuto due dosi dose Nuova vaccinazione coronaI bambini non sono soggetti a norme di isolamento.

Paul Charles, consulente di una grande compagnia di viaggi, ha dichiarato: “La festa è finita da lunedì”. “Le Isole Baleari sono uno degli ultimi posti dove le persone non vaccinate possono andare senza quarantena”.

Un altro dirigente del turismo ha affermato che i regolari adeguamenti del governo alle raccomandazioni di viaggio stanno danneggiando la fiducia generale dei consumatori. Hanno detto: “Ogni tre settimane seguiamo gli annunci di viaggio”.

“Se l’industria vuole uscire da questa crisi, la fiducia dei consumatori è fondamentale, quindi il governo deve essere più trasparente sugli standard utilizzati per spostare i paesi tra le liste verde, ambra e rossa per consentire alle aziende e ai clienti del turismo, ecc., per fare piani. Leader”, ha affermato Mark Tanzer, CEO di Abta, l’associazione di categoria dei viaggi.

Grant Sharps, Segretario dei Trasporti, Ha dichiarato: “Continueremo a rivedere queste misure e utilizzeremo i dati più recenti come guida: se avremo bisogno di proteggere la salute pubblica, agiremo senza esitazione”.

Sharps ha accusato il raddoppio del tasso di infezione nelle Isole Baleari per le restrizioni più severe iniziate alle 4 del mattino di lunedì. “Dovremo agire rapidamente e, come abbiamo detto, potremmo sempre farlo”.

Bulgaria, Croazia e Hong Kong sono state aggiunte alla lista verde. Ma dopo che i dirigenti del settore hanno sottolineato le loro rigorose misure di quarantena locali, le speranze che potessero incoraggiare più viaggi d’affari nel territorio cinese sono state deluse.

“L’ultima revisione del sistema di segnaletica stradale è stata effettuata in tempo, ma non c’è speranza per nessun viaggiatore britannico. La maggior parte delle nuove voci sulla lista verde non accetta partecipanti dal Regno Unito. Direttore generale della Business Travel Association, Un funzionario di un ente industriale Clive Wratten ha affermato che la mancanza di accordi internazionali rende irrilevanti i cambiamenti per i viaggiatori d’affari britannici.

Paul Charles ha affermato che i grandi resort come la Spagna e la Francia hanno bisogno che i ministri considerino sicuri per rilanciare il settore. Ha detto: “Questa è una grande opportunità mancata per aiutare l’industria a riprendersi durante le vacanze estive”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *