Mentre Wall Street definisce le vendite di posti per i viaggi spaziali una “pietra miliare”, le azioni di Virgin Galactic salgono

[ad_1]

Le azioni di Virgin Galactic Holdings sono aumentate di oltre il 7% venerdì poiché Wall Street riteneva che le perdite trimestrali della società di viaggi spaziali superassero le aspettative e si rivolgevano alla notizia che stava vendendo posti sui voli spaziali, grazie al “aumento dell’interesse dei consumatori”.

Vergine Galattica
SPCE,
+8,69%

Si prevede che il prezzo delle azioni raggiungerà il suo miglior prezzo di chiusura in tre settimane e il più grande aumento percentuale in un solo giorno nell’ultimo mese. Il titolo è sceso di circa il 42% dal massimo storico di chiusura di 59,41 dollari fissato l’11 febbraio.

La riapertura delle vendite dei biglietti per i viaggi spaziali è “un importante traguardo positivo per la compagnia” e si prevede che la compagnia riprenderà le vendite subito dopo il volo di luglio. Richard Branson, il fondatore della Virgin Atlantic, e cinque membri dell’equipaggio sono andati nello spazio suborbitale, Lo ha affermato Austin Moeller, analista di Canaccord Genuity.

Virgin ha detto giovedì sera Fornirà posti singoli, pacchetti multi-posto per coppie, amici o familiari e servizi di acquisto completo. Il prezzo di partenza per ogni posto è di $ 450.000, che è superiore ai precedenti $ 250.000.

Ma Mueller ha detto che questo è al di sotto della stima di US $ 500.000 a US $ 600.000 per posto.

Ha detto che Virgin Atlantic ha anche affermato che passerà a una nuova serie di veicoli spaziali “più velocemente del previsto”, cosa che ha sorpreso gli analisti.

Virgin Atlantic è in grado di lanciare veicoli spaziali di classe Delta al ritmo di una volta alla settimana, mentre la classe VSS Unity attualmente richiede un tempo medio di consegna di sette-otto settimane.

“Gli ingegneri della Virgin Galactic dovrebbero completare la progettazione della navicella spaziale di classe Delta entro la fine del mese e potrebbe essere annunciata più avanti nel 2021”, ha affermato Moeller.

Puoi anche dare un’occhiata: SpaceX si aggiudica un contratto con la NASA come parte del piano di atterraggio sulla luna di Giove

Virgin ha invece esteso la fase di manutenzione e aggiornamento, il che significa che settembre 2021 dell’Aeronautica Militare italiana potrebbe essere l’ultima missione della compagnia almeno fino alla prima metà del 2022.

“Anche se è un po’ deludente spingere verso destra ulteriori voli nello spazio dei clienti, pensiamo che il nuovo obiettivo dell’azienda sia quello di migliorare l’efficienza.
L’analista di Canaccord Genuity ha dichiarato: “Come decisione strategica prudente, il veicolo spaziale esistente e l’espansione della flotta di classe Delta”.

L’analista di Cowen Oliver Chen ha affermato che l’aumento dei prezzi dei biglietti da $ 250.000 “evidenzia il potere del marchio Virgin Galactic e l’ascesa del lusso esperienziale tra gli individui facoltosi”.

Chen ha detto che periodi di manutenzione più lunghi ritardano la generazione di entrate, ma i miglioramenti aiuteranno il lato dell’offerta dell’equazione e la nave madre Eve non è più il “principale fattore limitante”.

A partire dall’inizio dell’anno, ha adeguato le sue prime aspettative di volo di prova commerciale al terzo trimestre del 2022.

I fattori di rischio di Virgin Galactic includono eventuali incidenti tecnici che hanno ritardato il primo volo spaziale commerciale, problemi tecnici durante il volo del carico utile e, anche dopo il periodo di revisione e miglioramento della compagnia, gli intervalli di manutenzione per la nave madre Eve sono stati inferiori al previsto, ha affermato. Dire.

Virgin Atlantic ha annunciato una perdita di 39 centesimi per azione giovedì sera e vendite di 571.000 dollari, rispetto alle aspettative di una perdita di 33 centesimi per azione.

La società ha registrato entrate per $ 571.000, principalmente da un volo pagato con spese sperimentali per la NASA a maggio. Le entrate sono superiori ai $ 300.000 previsti e non ci saranno entrate nel secondo trimestre del 2020.

Il titolo è cresciuto del 40% quest’anno, mentre l’indice S&P 500 è cresciuto di circa il 17%.
Arpione,
+0,23%

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *