Migliaia di persone protestano contro il Covid-19 in Francia Reuters

[ad_1]

4/4

© Reuters. I manifestanti hanno preso parte a una manifestazione contro le restrizioni francesi (compresi i pass sanitari obbligatori) avviata dal movimento dei “gilet gialli” (gilets jaunes) a Parigi, in Francia, il 31 luglio 2021 per combattere l’epidemia di coronavirus (COVID-19).Reuters/Sarah

2/4

PARIGI (Reuters) – Migliaia di persone hanno protestato sabato a Parigi e in altre città della Francia, opponendosi al pass sanitario obbligatorio per il coronavirus introdotto dal governo nella lotta contro la quarta ondata di contagi per entrare in vari luoghi pubblici.

Un portavoce della polizia ha detto che i manifestanti hanno ferito tre poliziotti a Parigi.

Questo è il terzo fine settimana consecutivo che le persone contrarie alle nuove misure COVID-19 del presidente Emmanuel Macron scendono in piazza. Questa è una sorta di determinazione insolita.

“Stiamo creando una società dell’apartheid, e penso che sia incredibile farlo in un paese dei diritti umani”, ha detto Anne, un’insegnante che ha manifestato a Parigi. Si è rifiutata di rivelare il suo cognome.

“Così sono sceso in piazza; non ho mai protestato in vita mia. Penso che la nostra libertà sia in pericolo”.

Se i visitatori di musei, cinema o piscine non possono mostrare un pass sanitario che dimostri di essere stati vaccinati contro il COVID-19 o il risultato del test più recente è negativo, gli è stato negato l’ingresso.

Il Parlamento ha approvato questa settimana una nuova legge che obbligherà gli operatori sanitari a vaccinare ed estenderà i requisiti del pass sanitario a bar, ristoranti, fiere, treni e ospedali.

Un altro portavoce della polizia ha detto che la polizia ha stimato che circa 13.500 persone stavano manifestando per le strade di Parigi.

Nella capitale sono stati dispiegati circa 3.000 agenti di polizia e la polizia antisommossa ha lavorato duramente per mantenere i manifestanti sulle rotte autorizzate.

Le autorità hanno cercato di evitare il ripetersi dell’incidente della scorsa settimana, quando polizia e manifestanti sono scoppiati in una rissa sugli Champs Elysées.

I manifestanti hanno anche cantato “Libertà!” e “Passo sanitario no!” in altre città come Marsiglia, Lione, Montpellier, Nantes e Tolosa.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *