Milioni di persone nel Regno Unito devono affrontare bollette energetiche record dopo che il prezzo del gas naturale è salito alle stelle

[ad_1]

Aggiornamento energetico del Regno Unito

Dopo che il prezzo all’ingrosso del gas naturale è salito alle stelle, le bollette energetiche di milioni di famiglie britanniche saliranno a livelli mai visti da quasi un decennio, il che ha sollevato preoccupazioni su come le famiglie in difficoltà finanziarie trascorreranno l’inverno.

Il regolatore energetico Ofgem ha detto venerdì che le bollette per 11 milioni di famiglie sono determinate dal tetto massimo di prezzo che è entrato in vigore nel 2019 e il suo prezzo aumenterà di 139 sterline a 1.277 sterline, vicino al picco di 1.286 sterline prima del 2013.

Ofgem ha affermato che gli altri 4 milioni di clienti solitamente vulnerabili, le cui bollette sono soggette al limite massimo dei contatori elettrici prepagati, dovranno aumentare le proprie bollette da £ 153 a £ 1.309 dopo che le modifiche entreranno in vigore a ottobre.

Il limite di prezzo è stato introdotto su richiesta del governo di Theresa May per limitare quello che lei ritiene essere un “plagio” delle bollette energetiche e per proteggere le famiglie che non si guardano intorno per affari a prezzo fisso più preziosi. Il Dipartimento del Commercio del Regno Unito ha recentemente dichiarato che intende approvare una legge per estendere il limite oltre il 2023 e inizialmente prevedeva che il limite venisse rimosso entro tale data.

Questo è il secondo annuncio di Ofgem quest’anno Le bollette aumentano drasticamenteL’ultima mossa arriva in un momento in cui i prezzi del gas naturale nel Regno Unito e in Europa stanno aumentando Recentemente in spirale verso l’alto Dopo un inverno freddo e forniture ridotte dalla Russia, ha raggiunto alcuni livelli record in diversi mesi.

L’aumento delle bollette farà sì che gli enti di beneficenza contro la povertà si preoccupino che le famiglie vulnerabili e le persone colpite dal blocco del coronavirus saranno in grado di sostenere l’onere aggiuntivo.

Citizens Advice ha affermato che l’aumento dei massimali dei prezzi dell’energia, insieme ai tagli al credito universale, creerà una “tempesta perfetta” per le famiglie questo autunno.

L’aumento dei costi all’ingrosso negli ultimi mesi ha sollevato preoccupazioni sul fatto che i fornitori di energia subiranno una serie di fallimenti questo autunno, poiché alcune aziende sono state intrappolate dall’impennata del mercato.

La tarda estate e l’autunno sono solitamente i fattori scatenanti del fallimento dei fornitori britannici, perché in questo momento devono pagare determinati costi di politica prima della scadenza per sostenere la crescita delle energie rinnovabili.

Dal 2018, più di 20 società energetiche sono fallite perché non hanno strategie di copertura sufficienti o hanno offerto transazioni in perdita per attirare i clienti.

Peter Smith, direttore della politica e della difesa della National Energy Initiative, un’organizzazione benefica povera di carburante, ha definito la crescita “dirompente” e ha affermato che l’inverno “sarà estremamente duro per milioni di clienti svantaggiati e a basso reddito”. Ha detto che gli aumenti dei prezzi “non arriveranno in un momento peggiore”.

“Oltre a un aumento significativo dell’inflazione generale, che spinge verso l’alto la spesa per altre necessità (come il cibo), milioni di persone avranno meno entrate, poiché le vacanze finiranno gradualmente e l’aumento generale del credito potrebbe essere annullato”, ha aggiunto. Fabbro.

L’analista di Investec Martin Young ha dichiarato in un rapporto di questa settimana che si aspetta “ci saranno di più” [market] L’integrazione nei prossimi mesi, attraverso fallimenti dei fornitori e/o cattive vendite, perché il debito deve essere risolto, iniziano a risentire degli alti costi all’ingrosso”.

Chris O’Shea, CEO di Centrica, ha recentemente dichiarato di sospettare che alcuni fornitori di energia “devono operare in stato di insolvenza” perché spesso ci sono Mancata corrispondenza del mercato Tra i costi di transazione e all’ingrosso che alcune aziende hanno offerto. Alcuni fornitori offrono transazioni in perdita per attirare un gran numero di clienti e poi trasferirli a tariffe più costose quando i clienti sono finiti.

L’aumento dei prezzi all’ingrosso ha colpito i fornitori più grandi: Centrica ha dichiarato il mese scorso che la sua attività di gas nel Regno Unito ha perso 114.000 clienti nella prima metà di quest’anno, a causa dell’aumento del prezzo massimo ad aprile.

Newsletter due volte a settimana

L’energia è un business indispensabile nel mondo, e l’energia è la sua newsletter. Ogni martedì e giovedì, Energy Source verrà inviato direttamente alla tua casella di posta, portandoti notizie importanti, analisi lungimiranti e informazioni privilegiate. Registrati qui.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *