Monitoraggio della ripresa economica della città di Investopedia

[ad_1]

I punteggi di recupero di tutte e 10 le città nell’Urban Economic Recovery Tracker (CERT) di Investopedia sono migliorati notevolmente a maggio, con un aumento medio di 9,1 punti percentuali, riportando la stragrande maggioranza delle città nell’indice al livello di inizio marzo 2020. è il mese migliore dall’inizio della pandemia. I livelli di vaccinazione in tutto il paese sono aumentati e le città di tutto il paese hanno iniziato ad allentare le restrizioni.

Tuttavia, i benefici non sono distribuiti uniformemente, poiché il 29 maggio il governatore del Massachusetts Charlie Baker ha revocato tutte le restanti restrizioni COVID-19, il che significa che i dati di recupero di Boston riflettono attualmente i limiti della pandemia e le attività sono state leggermente diverse. i dati di giugno Dopo aver raggiunto il 70% del primo obiettivo di vaccinazione della nazione, le restrizioni sono state allentate a giugno e si prevede che il punteggio di New York City aumenterà nella valutazione del prossimo mese.

Allo stesso tempo, Houston era leggermente più avanti di Phoenix nel recupero di maggio, con un punteggio di 89 (su 100), e il secondo classificato Phoenix era solo un punto indietro. Divise per categoria, Houston e Phoenix si classificano entrambe al primo posto in termini di utilizzo del traffico, orari di lavoro ridotti e prenotazioni di ristoranti. La loro unica categoria sottoperformante è la riduzione dei casi di COVID-19 che è aumentata a maggio.

La città con il punteggio di recupero più basso è Washington, DC, che ora è l’unica città con un punteggio inferiore a 60. Il suo punteggio basso è dovuto principalmente al ritardo nel ripristino delle prenotazioni dei ristoranti, al traffico, alle piccole ore lavorative e ai reclami dell’interfaccia utente.

Finora, solo la metà delle città ha ottenuto un punteggio superiore a 70 e la velocità con cui le restanti città si uniscono ai club over 70 dipende dalla rapidità con cui riescono a raggiungere i loro obiettivi di vaccinazione COVID-19 e a riguadagnare la fiducia dei consumatori sufficiente per sostenere un rimbalzo generale attività economica.

Calano i casi di COVID-19

A maggio, il numero di casi COVID-19 in ciascuna città nell’indice è diminuito drasticamente, con Philadelphia, Chicago e New York City che hanno registrato i maggiori miglioramenti. Questo è il numero di casi per 100.000 persone in ogni città poiché l’istituzione dell’indice è inferiore a 10 casi.

In tutto il paese, poiché il tasso di vaccinazione COVID-19 è aumentato vertiginosamente, il numero di casi ha mostrato una tendenza al ribasso. Sebbene Phoenix sia al secondo posto nel punteggio complessivo di recupero, ha riportato il maggior numero di casi COVID-19 di tutte le città misurate dall’indice. Non sorprende che Los Angeles e Boston si siano classificate rispettivamente prima e seconda in questa categoria, il che è coerente con le loro città natale del Massachusetts e della California che hanno tassi di vaccinazione per la prima volta più elevati rispetto ad altri stati.

Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), al 24 giugno gli Stati Uniti avevano vaccinato 320,7 milioni di vaccini a livello nazionale. In California, il 45% degli adulti idonei ha ricevuto entrambi i vaccini, rispetto al 49% a New York e al 57% nel Massachusetts. molto salutareL’Arizona è in ritardo, con solo il 37% delle persone completamente vaccinate.

Il tasso di disoccupazione è diminuito

La maggior parte delle città dell’indice ha registrato un minor numero di richieste di disoccupazione a maggio, ad eccezione di New York e Chicago, altre città hanno mostrato miglioramenti significativi. Houston e Phoenix hanno fatto i maggiori progressi e ora stanno effettivamente tornando ai tassi di richiesta di assicurazione contro la disoccupazione pre-pandemia. Chicago è la più lontana da un completo recupero e le richieste di UI a maggio erano superiori del 305% rispetto ai livelli del 2019.

Le città di questa categoria che hanno ottenuto scarsi risultati perché hanno superato i sussidi di disoccupazione del 2019 non hanno necessariamente tassi di disoccupazione complessivi più elevati. I tassi di disoccupazione di Houston e Washington, DC riportati dal Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti sono rispettivamente del 7,1% e del 7,2%, che rappresentano rispettivamente la prima e la penultima città in questa categoria.

L’economia statunitense ha aggiunto 559.000 posti di lavoro a maggio, più del doppio del numero di posti di lavoro aggiunti ad aprile, il che indica che i datori di lavoro sono più fiduciosi nella ripresa dell’economia statunitense.

Decollano le prenotazioni dei ristoranti

Ad eccezione di Filadelfia, il numero di prenotazioni di ristoranti in ogni città dell’indice è aumentato a maggio. Questo è il mese migliore per le prenotazioni dei ristoranti dall’inizio della pandemia. Le città costiere orientali come Boston e Washington, D.C. hanno riportato i maggiori cambiamenti, ma non hanno pienamente raggiunto i primi guadagni nelle zone con clima caldo come Phoenix e Houston, entrambe tornate alle prenotazioni del 2019.

L’unica città con un calo delle prenotazioni è Filadelfia, che si aggira intorno alla metà delle prenotazioni pre-pandemia. Tuttavia, il recupero di Filadelfia ha ancora superato New York City, rappresentando una percentuale dei livelli del 2019 e il 41% della strada per il pieno recupero.

Con più aree del paese che vengono vaccinate e molti stati che allentano le restrizioni relative a COVID-19, come la capacità interna, l’industria della ristorazione sembra guadagnare slancio.

Progressi nella corsa al trasporto pubblico

A maggio, quasi tutte le città dell’indice hanno migliorato l’utilizzo del trasporto pubblico. Seattle è migliorata di più, aumentando il suo punteggio di 9 punti in un mese. Nel complesso, Phoenix e Houston sono ancora al primo e secondo posto rispettivamente con 83 e 79 punti. Boston e Chicago sono aumentate di 6 punti, mentre la maggior parte delle altre squadre si è mossa solo leggermente in direzione positiva. Filadelfia e Phoenix sono le uniche due città nell’indice che non hanno registrato variazioni positive a maggio.

Le piccole imprese fanno progressi incrementali

Per le piccole imprese nella maggior parte delle città nell’indice, c’è stato un piccolo cambiamento da aprile a maggio e i loro profitti e perdite erano tutti inferiori a 3 punti. Phoenix e Houston hanno ottenuto i punteggi complessivi più alti, rispettivamente 89 e 80, mentre Philadelphia si è classificata ultima con 59 punti.

Filadelfia è l’unica città che non ha raggiunto un punteggio di 60 e le aziende private avevano ancora molte restrizioni legate alla pandemia a maggio. L’11 giugno Filadelfia ha revocato la maggior parte delle restrizioni rimanenti e l’impatto diventerà più chiaro nei dati di giugno. Come New York City e altri luoghi, Filadelfia ha ancora bisogno di indossare maschere in alcuni luoghi pubblici, inclusi centri di vaccinazione, carceri, rifugi e scuole.

A pochi punti da Filadelfia, le città di medie dimensioni di Boston, il Distretto di Columbia e Chicago non sono cambiate. Come Filadelfia, queste città hanno ridotto le restanti restrizioni COVID-19 solo a fine maggio (usando Boston come esempio) e all’inizio di giugno e non sono ancora state riflesse nell’indice di maggio.

Altre città hanno raggiunto o poco più di due terzi il processo di recupero completo.Houston e Phoenix in testa hanno ottenuto il punteggio più alto in termini di utilizzo del traffico, reclami sull’interfaccia utente e prenotazioni di ristoranti e piccole ore lavorative.

Dati Amanda Morelli/Adrian Nesta. Segnalazione aggiuntiva di Kara Greenberg.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *