Musk di Tesla difende l’accordo con SolarCity in un tribunale del Delaware

[ad_1]

Nella sua lunga carriera di imprenditore di successo, il miliardario Elon Musk ha deriso i suoi scettici e disprezzato il suo scetticismo diventando una delle persone più ricche del mondo. È il fondatore del gigante dei pagamenti PayPal Holdings (PYPL), i produttori di razzi SpaceX e Tesla (Tesla), la più grande casa automobilistica al mondo per valore di mercato.

Ma lo schietto Musk è abituato a vincere la maggior parte del tempo e potrebbe perdere personalmente miliardi di dollari a causa dell’acquisizione da parte di Tesla del 2016 della causa SolarCity.

Il caso, che include accuse di conflitto di interessi e dubbie sentenze commerciali, è stato esaminato da un giudice in un processo senza giuria presso la Corte di giustizia del Delaware questa settimana. Musk ha testimoniato in dettaglio lunedì e martedì. La sua testimonianza precede la testimonianza di altri direttori del consiglio di amministrazione e potrebbero essere necessari diversi mesi prima che il giudice del processo emetta una sentenza definitiva. La perdita di Musk potrebbe costargli più di $ 2 miliardi, che sarà una delle più grandi sentenze mai pronunciate contro i dirigenti aziendali.

Punti chiave

  • Il CEO di Tesla Elon Musk ha testimoniato in tribunale sull’acquisizione di SolarCity da parte della sua azienda Tesla nel 2016.
  • Secondo Musk, non ha fatto pressioni sui membri del consiglio per approvare la transazione o ottenere benefici finanziari dalla transazione.
  • Potrebbero essere necessari diversi mesi prima che il giudice del processo prenda una decisione definitiva sul caso.

Poiché l’amministratore delegato di Tesla ha usato un linguaggio colorito per difendersi e si è scagliato contro i critici, l’esito del processo è stato divertente.

I querelanti nel caso includevano diversi fondi pensione, accusando Musk di aver ingannato gli investitori nella transazione. Ritengono che questa transazione da 2,6 miliardi di dollari non sia nel migliore interesse degli azionisti di Tesla. Al contrario, hanno affermato che ciò equivale a un salvataggio per SolarCity, che ha perso denaro e ha lottato nella competizione quando è stata acquisita. Dopo che la transazione è stata completata, Tesla ha assunto miliardi di dollari di debiti di SolarCity.

Musk ha affermato che l’acquisizione è il prossimo passo nel suo piano generale formulato nel 2006, che mira a creare una società di energia sostenibile integrata verticalmente. In una telefonata con gli analisti, ha definito “ovvio” l’obiettivo di acquisizione di Tesla.

Sebbene Musk si sia rifiutato di accordarsi, i direttori del produttore di auto elettriche hanno concordato un accordo di 60 milioni di dollari con gli azionisti nell’agosto dello scorso anno.

Nessun guadagno economico

In un tribunale del Delaware questa settimana, Musk ha sostenuto di non aver ricevuto alcun beneficio finanziario dalla transazione SolarCity. Ha detto: “Poiché questa è una transazione stock-to-stock, le due che detengo sono quasi identiche, quindi non c’è alcun guadagno economico.” Si stima che detenesse rispettivamente il 21% di SolarCity e Tesla nel gennaio 2016. 22% delle azioni. Ha anche affermato di non aver fatto pressioni sui membri del consiglio per approvare la transazione.

Musk ha anche criticato il pubblico ministero nel caso. “Penso che tu sia un cattivo”, ha detto Musk all’avvocato Randy Barron, aggiungendo che aveva “molto rispetto” per la corte, ma non per lui.

Acquisizione pericolosa

Sebbene fosse il nome più importante tra le società di installazione di pannelli solari nei primi giorni, il modello di business di SolarCity è stato influenzato dopo che il prezzo dei pannelli solari è crollato. Secondo alcuni resoconti, quando Tesla ha improvvisamente fatto un’offerta, l’azienda era vicina al fallimento.

Secondo i critici, l’acquisizione di Tesla del 2016 ha innescato diverse bandiere rosse. In primo luogo, hanno affermato che la transazione non sembrava essere stata esaminata da un comitato indipendente o da un consulente legale. Al contrario, i consiglieri comuni delle due società si sono semplicemente evitati.

Ci sono anche molteplici conflitti di interesse. L’amministratore delegato di SolarCity Lyndon Rive (Lyndon Rive), cugino di Musk, ha condiviso domande “importanti/inquietanti” sull’attività economica e finanziaria dell’azienda con i membri del consiglio di amministrazione dell’azienda. Prima dell’acquisizione, Musk e suo fratello Kimbal Musk erano entrambi membri del consiglio di amministrazione.

Pochi giorni prima dell’acquisizione, Tesla ha rivisto il suo statuto per garantire che tutte le azioni legali degli azionisti fossero presentate in Delaware. Il Delaware richiede solo agli amministratori non interessati o ai membri del consiglio delle due società di approvare l’acquisizione, senza la necessità di analisi o audit da parte di comitati indipendenti.

Dall’acquisizione, SolarCity non ha contribuito molto ai guadagni di Tesla. Ha perso $ 820,4 milioni nel 2016, che è l’ultimo anno delle sue entrate dichiarate. Tesla ha diversificato i suoi prodotti energetici oltre ai pannelli solari, incluso lo stoccaggio delle batterie. Allo stesso tempo, Sunrun Inc. (Correre), ha occupato la posizione di SolarCity nel settore. L’attività energetica di Tesla ha registrato un’enorme perdita nel primo trimestre dell’anno fiscale 2021, che è l’ultimo rapporto.

Musk ha dichiarato in tribunale questa settimana che rimane ottimista sul futuro del business solare di Tesla. Ha sostenuto che l’attività di SolarCity è stata colpita dopo l’acquisizione perché ha mobilitato dipendenti e risorse per rispettare la scadenza critica della produzione di veicoli elettrici di Tesla. Ha anche affermato che la pandemia ha complicato la rinascita di SolarCity. Musk ha affermato che una volta che le restrizioni sulla pandemia saranno completamente revocate, il business del solare decollerà.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *