“Non ho mai detto che odio questo paese”-shareandstocks.com

[ad_1]

L’olimpionica statunitense Gwen Berry ha difeso la sua controversa decisione di allontanarsi dalla bandiera nazionale durante le prove olimpiche di sabato per suonare l’inno nazionale, dicendo che sebbene abbia trovato la canzone “irrispettosa”, “non l’ha mai detto”.

Parlando lunedì al Black News Channel, una sussidiaria della CNN, Berry, che ha lanciato il martello, Spiegazione Perché ha deciso di voltare le spalle alla bandiera nazionale alla cerimonia del podio.

“Non dovremmo nemmeno salire sul podio durante l’inno nazionale”, ha detto Berry, riferendosi ancora alla riproduzione di questa canzone come “allestimento”.

Atletica degli Stati Uniti (USATF) raccontare Secondo Reuters, secondo un calendario prestabilito, l’inno nazionale dovrebbe essere suonato durante la prova quotidiana.

Alla domanda sulle sue critiche, inclusa la richiesta di rimuovere la squadra, Berry ha detto che “non ha mai detto” che “non vuole partecipare alle Olimpiadi”.

“Ecco perché ho partecipato al gioco e sono arrivato terzo e sono entrato nella squadra”, ha detto Berry.

Alla domanda su cosa l’avesse resa “a disagio” con l’inno nazionale, Berry ha risposto: “Storia. Se conosci la tua storia, conoscerai la canzone completa dell’inno nazionale. Il terzo paragrafo riguarda gli schiavi degli Stati Uniti… sangue è stato ucciso su tutto il pavimento. Questo è irrispettoso e non rappresenta i neri americani”.

I repubblicani hanno sostenuto la partecipazione di Berry alla manifestazione e alcuni legislatori repubblicani, tra cui Rep. Dan Crenshaw (R-Tex.) e Il senatore Tom Cotton (R-Ark.) ha chiesto di rimuoverla dalla squadra. “Non abbiamo bisogno di atleti più aggressivi”, ha detto Crenshaw Volpe e amici di lunedi. “L’intero significato della squadra olimpica è rappresentare gli Stati Uniti d’America”.

Dopo essere arrivato terzo nelle prove olimpiche degli Stati Uniti a Eugene, nell’Oregon, sabato, Berry ha voltato le spalle alla bandiera nazionale durante la cerimonia di premiazione mentre le “Stars and Stripes” suonavano dagli altoparlanti. Poi ha messo una maglietta nera con la scritta “atleta radicale” sulla testa. Berry ha detto al Black News Channel che agli atleti è stato “inizialmente” detto che “saranno presentati alla folla prima o dopo l’inno nazionale”. Comitato (USOC) è iniziato Quest’anno, le dimostrazioni sono consentite durante il periodo di prova. Nel 2019, ai Giochi Panamericani tenuti a Lima, in Perù, Berry è stato sospeso dall’USOPC dopo aver stretto i pugni sul podio. L’USOPC si è scusato con Berry l’anno scorso cambiato Le sue regole che circondano le proteste di marzo.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jane Pasaki ha detto ai giornalisti lunedì che il presidente Joe Biden ha rispettato il “diritto di Berry di protestare pacificamente”. “È estremamente orgoglioso di essere un americano e rispetta l’inno nazionale e tutto ciò che rappresenta, in particolare per gli uomini e le donne che serviamo in uniforme in tutto il mondo”, ha detto Psaki. “Certo, direbbe anche che quella parte dell’orgoglio nel nostro Paese significa riconoscere che noi come Paese a volte non riusciamo a realizzare i nostri più alti ideali. Questo significa rispettare il diritto di protesta pacifica dato loro dalla Costituzione.

Il rappresentante Crenshaw ha chiesto il ritiro di Gwen Berry dalla squadra olimpica (Forbes)

leggi di più



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *