Nonostante gli oppositori spingano per alternative, la desalinizzazione della California sta ancora facendo progressi Reuters

[ad_1]

6/6

© Reuters. La Bolsa Chica Wetland sarà in mostra a Huntington Beach, California, USA il 24 giugno 2021. REUTERS/Mike Blake

2/6

Daniele Trotta

Huntington Beach, California (Reuters)-Gli ambientalisti affermano che la desalinizzazione distruggerà la vita marina, costerà troppi soldi ed energia e diventerà rapidamente obsoleta grazie al riciclaggio dell’acqua. Ma con gli stati occidentali che affrontano un’epica siccità, i regolatori sembrano pronti ad approvare l’impianto di desalinizzazione di Huntington Beach, in California.

Dopo aver speso 22 anni e 100 milioni di dollari in risposta alle normative statali e alle sfide ambientaliste, Poseidon Water affronta un importante ostacolo normativo: la California Coastal Commission. La società è abbastanza fiduciosa da parlare di aprire nuovi orizzonti entro la fine del prossimo anno in un impianto da 1,4 miliardi di dollari che può produrre circa 50 milioni di galloni di acqua potabile al giorno.

“L’Oceano Pacifico è il più grande bacino idrico del mondo”, ha affermato Scott Maloney, vicepresidente di Poseidon. “Sempre pieno.”

La Commissione costiera della California dovrebbe votare sulla domanda di autorizzazione di Poseidon entro la fine dell’anno. Altre agenzie devono ancora firmare. Tuttavia, un’agenzia chiave dell’Autorità idrica regionale ha approvato il permesso del progetto ad aprile, a condizione che l’azienda intensificasse il ripristino della vicina Riserva di Bolsa Chica Wetland di 1.449 acri (586 ettari), un importante impegno per l’habitat degli uccelli e la costruzione di barriere artificiali.

La Commissione costiera potrebbe richiedere a Poseidon, che è controllata dal Dipartimento delle infrastrutture di Brookfield Asset Management del Canada, di fornire ulteriori misure di mitigazione a Bolsa Chica o altrove, ha affermato Tom Luster, scienziato ambientale senior dello staff del comitato. Gli incaricati politici e gli eletti locali nelle zone costiere del comitato possono scegliere i propri percorsi.

La guerra dell’acqua in California può essere fatta risalire almeno alla fine del XIX secolo. L’ultimo capitolo mostra che i movimenti di base possono almeno rimandare i piani se non possono essere fermati. Dal 2015, un impianto gestito da Poseidon al largo della costa di Carlsbad è stato approvato a livello locale prima che il paese approvasse le normative sugli impianti di desalinizzazione.

L’impianto di Carlsbad di Poseidon è stato venduto ad Aberdeen Standard Investments nel 2019. Produce 50 milioni di galloni di acqua potabile al giorno, sufficienti per 400.000 famiglie e il 10% del fabbisogno idrico della contea di San Diego. È il più grande impianto di desalinizzazione dell’emisfero occidentale.

Il progetto di Huntington Beach genererà un importo simile, sufficiente a soddisfare le esigenze del 16% delle famiglie nel distretto idrico della contea di Orange, dove vivono 2,5 milioni di persone.

Steve Sheldon, presidente del consiglio di amministrazione del distretto idrico della contea di Orange, ha votato nel 2018 un accordo interinale per l’acquisto di 56.000 acri di acqua da Poseidon ogni anno per almeno 30 anni.

Ha detto di aver soppesato l’argomento ambientale, che ha definito un “commento equo”, ma sulla base delle scoperte scientifiche mostrategli, l’impatto sulla vita marina è stato “fondamentalmente minimo”.

“Dobbiamo trovare un equilibrio tra questo e il fabbisogno umano di acqua”, ha detto Shelton.

Sebbene le attuali condizioni di siccità siano particolarmente gravi, la California ha vissuto anni estremamente secchi per la maggior parte di questo secolo. Gli scienziati affermano che il cambiamento climatico influenzato dall’uomo ha esacerbato questa situazione.

La vita marina è distrutta

Principalmente a causa della necessità di energia, l’acqua desalinizzata venduta dall’impianto della California meridionale al dipartimento idrico locale è l’alternativa più costosa all’acqua spedita dal fiume Colorado e dalla California settentrionale.

Poseidon ha affermato che lo stabilimento di Carlsbad ha aumentato di $ 5 le bollette mensili del consumatore medio nella contea di San Diego. L’Orange County Water District ha dichiarato che l’impianto di Huntington Beach aumenterà da $ 3 a $ 6 al mese.

Andrea Leon-Grossmann, direttore dell’azione per il clima presso l’organizzazione per la conservazione marina Azul, ha affermato che le alternative migliori includono la protezione, la riparazione dei tubi che perdono, la raccolta dell’acqua piovana e la promessa di utilizzare più acqua riciclata.

Nello stabilimento di Carlsbad, l’acqua di mare viene convogliata per rimuovere i solidi più grandi e quindi pompata in un filtro ad osmosi inversa per rimuovere il sale.

L’ingestione uccide piccoli organismi come larve e plancton. Alcuni pesci e altre creature vengono risucchiati o risucchiati via dalla corrente e muoiono. Ora, queste due piante di Poseidon hanno bisogno di aggiungere una rete di presa d’acqua più fine per proteggere più pesci.

Maloney di Poseidon ha affermato che a Huntington Beach non è interessato più dello 0,02% del plancton che può essere inalato e che nessuna specie minacciata o in pericolo è a rischio.

Gli esperti affermano che sono necessarie ulteriori ricerche per determinare quanta vita marina è stata distrutta dall’impianto di Carlsbad, che, come ha fatto Huntington Beach, utilizza tubi di aspirazione costruiti per il sistema di raffreddamento delle centrali elettriche dismesse.

Il personale del Consiglio di controllo delle risorse idriche statali ha esaminato uno studio su 18 centrali elettriche di raffreddamento ad acqua in un rapporto ambientale statale del 2015.

Il rapporto ha rilevato che dal 2000 al 2005, una media di 19,4 miliardi di larve sono state catturate all’ingresso dell’acqua e circa 2,7 milioni di pesci, oltre a mammiferi marini e tartarughe, sono stati uccisi dall’attrezzatura di ingresso dell’acqua.

“La realtà è che stiamo influenzando l’ambiente di questa e delle generazioni future”, ha affermato Newsha Ajami, idrologa e direttrice della politica idrica urbana presso il Western Water Resources Institute della Stanford University.

Per ogni gallone di acqua potabile, la desalinizzazione lascia un altro gallone di acqua salata. Carlsbad lo mescola con due parti di acqua di mare prima dello scarico. Huntington Beach utilizzerà i diffusori per pompare l’acqua salata fuori dal mare, riducendo così gli effetti dannosi delle emissioni dense che cadono sul fondo dell’oceano.

Secondo un rapporto dello staff del Santa Ana District Water Control Board, gli effetti combinati degli afflussi e degli scarichi idrici da Huntington Beach uccideranno tutta la vita marina pari a 421 acri di habitat marino.

Maloney, vicepresidente di Poseidon, ha affermato che l’impatto sulla vita marina è “insignificante”.

Maloney ha dichiarato: “Nella misura in cui avranno un impatto, saranno completamente mitigati in conformità con le leggi e i regolamenti statali e federali locali”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *