Nonostante il chip venga schiacciato, Stellattis alza il suo obiettivo di margine di profitto per il 2021 Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 5 maggio 2021, il logo Stellatis può essere visto su un edificio aziendale a Velizy-Villacoublay vicino a Parigi, Francia. REUTERS/Gonzalo Fuentes

(Fisso il codice dello strumento nel primo paragrafo)

Autori: Giulio Piovaccari e Gilles Guillaume

MILANO (Reuters)-La casa automobilistica Stellattis (MI:) ha dichiarato martedì che dopo le ottime prestazioni nella prima metà dell’anno, aumenterà il proprio margine di profitto operativo rettificato per l’intero anno, compresi margini di profitto record e risparmi sui costi in Nord America Progresso.

Stellantis, nata dalla fusione delle seguenti società a gennaio Fiat Il produttore di Chrysler e Peugeot (OTC:) PSA ha dichiarato che il suo obiettivo è un margine di profitto operativo rettificato di circa il 10%, rispetto alle precedenti previsioni del 5,5%-7,5%.

Le azioni quotate a Milano della quarta casa automobilistica mondiale sono aumentate del 5,2%, rendendola la società più performante nell’indice delle blue chip italiane.

“Il mercato è rimasto sorpreso. Non mi aspettavo che i risultati fossero così buoni”, ha detto un commerciante del Milan.

La società ha dichiarato di aver risparmiato circa 1,3 miliardi di euro di liquidità netta relativa alla fusione nella prima metà dell’anno. Il CFO Richard Palmer (Richard Palmer) ha dichiarato di ritenere che il gruppo raggiungerà il suo obiettivo a lungo termine di risparmiare 5 miliardi di euro all’anno e prevede di raggiungere l’80% di tale obiettivo entro il 2024.

La previsione del margine di profitto presuppone che la carenza globale di semiconduttori che colpisce l’intero settore non peggiori e non vi sia alcun ulteriore blocco in Europa e negli Stati Uniti.

Il mese scorso, il CEO Carlos Tavares (Carlos Tavares) ha ricevuto elogi per aver migliorato i margini di profitto quando era responsabile di PSA, avvertendo che una carenza globale di semiconduttori potrebbe essere facilmente ritardata fino al prossimo anno.

Palmer ha affermato che il gruppo non prevede un miglioramento della fornitura di chip fino all’ultimo trimestre di quest’anno e che la perdita di produzione totale nel 2021 dovrebbe essere di circa 1,4 milioni di unità.

Ha aggiunto che l’impennata dei prezzi delle materie prime è ancora una sfida e il suo impatto sarà più pronunciato nella seconda metà dell’anno.

Da gennaio a giugno, l’utile rettificato di Stellattis prima di interessi e imposte (EBIT) è stato di 8,622 miliardi di euro, superiore ai 5,938 miliardi di euro previsti dagli analisti intervistati da Reuters.

Il gruppo ha registrato un margine EBIT dell’11,4% per i primi sei mesi, rispetto al record del 16,1% in Nord America.

La società ha affermato che prevede che il flusso di cassa libero industriale sarà negativo per 1.163 miliardi di euro, “riflettendo l’impatto negativo degli ordini di semiconduttori incompleti sul capitale circolante e compensando le sinergie nette positive”.

Stellantis si è impegnata il mese scorso a investire oltre 30 miliardi di euro nell’elettrificazione della sua linea di prodotti automobilistici entro il 2025, pochi giorni prima che l’UE proponesse un divieto effettivo sulla vendita di nuove auto a benzina e diesel dal 2035.

Il gruppo ha dichiarato martedì che lancerà 11 nuovi veicoli esclusivamente elettrici e 10 veicoli ibridi plug-in nei prossimi 24 mesi.

(Questa storia corregge il codice dello strumento nel primo paragrafo)

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *