OnlyFans revoca il controverso divieto di pornografia

[ad_1]

Aggiornamento OnlyFans

OnlyFans ha cambiato la sua controversa decisione di vietare la pornografia e la piattaforma ha annunciato che, nonostante gli ostacoli dei partner finanziari, ha trovato un modo per continuare.

La società ha annunciato mercoledì di aver “ottenuto le garanzie necessarie per supportare la nostra variegata comunità di creatori e [had] Sospendere le modifiche alle politiche previste per il 1° ottobre”.

Il cambiamento improvviso arriva dopo il fondatore Tim Stockley ha detto al Financial Times Martedì, il divieto di pornografia è stato una risposta alla crescente resistenza delle banche, che “citizzeranno i rischi reputazionali e rifiuteranno la nostra attività”.

Dopo aver annunciato il divieto la scorsa settimana, OnlyFans ha affrontato critiche per aver evitato artisti adulti che hanno contribuito ad attirare circa 130 milioni di utenti. Ci sono anche dubbi che possa prosperare con nuove regole che impediscono la sua base di utenti più importante.

La società ha affermato che nel corso della giornata comunicherà ulteriori indicazioni ai quasi 2 milioni di creatori di contenuti del sito.

La piattaforma è una piattaforma per prostitute, celebrità e influencer per raccogliere immagini, video e contenuti personalizzati dai fan.Il volume delle transazioni dello scorso anno è aumentato del 615% a 1,7 miliardi di sterline e si prevede un utile ante imposte di 300 milioni sterline quest’anno.

La società con sede nel Regno Unito ha cercato di attirare più influencer e marchi mainstream per un po’ di tempo, ma ha dubbi sul fatto che possa rivolgersi a creatori non pornografici mantenendo il suo tasso di crescita.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *