Paesi sanzionati dagli Stati Uniti e ragioni

[ad_1]

Non è una buona idea essere dalla parte cattiva degli Stati Uniti. Essendo il paese più ricco del mondo, gli Stati Uniti affermano anche di avere l’esercito più potente del mondo. Ma rispetto all’economia e all’impatto economico, la forza militare è insignificante. Sanzioni commerciali Può essere portato dagli Stati Uniti.

Sanzioni economiche È un modo per i grandi governi di opporsi l’uno all’altro. Sebbene la guerra sia costosa economicamente e politicamente, le sanzioni economiche sono spesso meno ovvie, almeno per i paesi che le impongono. Ma per i paesi sanzionati, i risultati potrebbero essere enormi e duraturi.

Punti chiave

  • Gli Stati Uniti sanzionano i paesi che sostengono il terrorismo o violano i diritti umani del loro popolo.
    Gli Stati Uniti possono sanzionare l’intero paese o individui o entità specifici all’interno di quel paese.
  • I paesi che hanno imposto loro sanzioni più a lungo includono Cuba, Iran, Corea del Nord e Siria.

Chi è sanzionato dagli Stati Uniti?

Cosa deve fare un Paese per suscitare la rabbia degli Stati Uniti? Nella maggior parte dei casi, gli Stati Uniti sanzionano i paesi che sostengono il terrorismo o violano i diritti umani della loro gente.

A giugno 2021, i paesi soggetti a sanzioni (unilateralmente o parzialmente) includono Balcani, Bielorussia, Myanmar, Burundi, Repubblica Centrafricana, Cuba, Repubblica Democratica del Congo, Hong Kong, Iran, Iraq, Libano, Libia, Mali, Nicaragua , Corea del Nord, Somalia, Sudan, Sud Sudan, Siria, Ucraina/Russia, Venezuela, Yemen e Zimbabwe.

Di seguito sono riportati alcuni dettagli sui quattro paesi soggetti a sanzioni da più tempo.

Cuba

Una delle sanzioni più durature e famose degli Stati Uniti è contro Cuba, uno dei nostri vicini meridionali. Nel febbraio 1959, Fidel Castro divenne Primo Ministro di Cuba e rovesciò il governo cubano post-rivoluzionario favorito dagli Stati Uniti. Ironia della sorte, la sconfitta dell’ex regime di Batista è stata in parte dovuta alle armi imposte dagli Stati Uniti. embargo.

Da quando il dittatore cubano è salito al potere, gli Stati Uniti hanno imposto un embargo commerciale per punire gli ostacoli al governo democratico.Sebbene agli americani generalmente non sia permesso commerciare o viaggiare con interessi cubani, la vicinanza geografica e il gran numero di cubani americani assicurano alcuni Esonerare Esiste per lavoro umanitario e visite familiari. Questo Zona libera Può sembrare attraente, ma il risultato spesso non lo è.

Iran

Dopo la rivoluzione iraniana nel 1979, il re iraniano favorevole all’occidente fu deposto e rivolto a sostenere il governo teocratico. La crisi degli ostaggi in Iran e altri eventi successivi hanno spinto gli Stati Uniti a imporre un embargo commerciale a questo paese del Medio Oriente.

Le sanzioni continuano a essere legate a relazioni politiche sempre più fragili, alla sponsorizzazione del terrorismo e al dibattito sull’arricchimento dell’uranio, e le sanzioni economiche dell’Iran continuano a essere temi caldi.

Corea del nord

Si può dire che la Corea del Nord sia il Paese più gravemente colpito dalle sanzioni economiche statunitensi. La guerra tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti iniziò negli anni ’50, quando gli Stati Uniti entrarono nella guerra di Corea, una mossa volta a contrastare il sostegno sovietico a una Corea del Nord comunista unificata.

La Corea del Nord e la Corea del Sud continuano a essere tecnicamente in guerra, nonostante un cessate il fuoco dal 1953, e gli Stati Uniti mantengono rigide restrizioni commerciali sul paese. Nel 2018, quando le tensioni si sono allentate, il leader sudcoreano Moon Jae-in e il leader nordcoreano Kim Jong Un hanno firmato la “Dichiarazione di Panmunjom” e hanno deciso di rafforzare la cooperazione tra i due paesi.

Gli Stati Uniti hanno iniziato a imporre sanzioni alla Corea del Nord sotto la guida del presidente George W. Bush per imporre embarghi commerciali e finanziari. Anche le Nazioni Unite hanno sanzionato questo paese.

Siria

Essendo uno dei paesi che l’ex ambasciatore delle Nazioni Unite John Bolton ha definito “al di là dell’asse del male”, la Siria è in contesa con gli Stati Uniti a causa del suo status di sostenitore del terrorismo.

Pertanto, gli Stati Uniti hanno imposto rigide restrizioni commerciali al paese, vietando la fornitura dei principali prodotti di esportazione e servizi finanziari a individui o organizzazioni legate al terrorismo. Misure in Standard di vita e qualità della vita Può sembrare simile, ma la realtà è una questione qualitativa e quantitativa.

Altre sanzioni economiche

Non tutte le sanzioni economiche imposte dagli Stati Uniti sono dirette all’intero Paese. Alcuni sono per individui o entità specifici. In generale, queste sanzioni sono rivolte a gruppi politici o organizzazioni che istigano alla violenza o ai disordini sociali, piuttosto che al governo ufficiale del paese, sebbene possano prendere di mira funzionari governativi o militari.

Ad esempio, a partire da dicembre 2017, gli Stati Uniti hanno imposto restrizioni mirate sui visti e sanzioni finanziarie sulle “atrocità” in Myanmar (Myanmar) in conformità con il Global Magnitsky Act. Le sanzioni più recenti includono le sanzioni imposte al comandante in capo Min Anglai e al suo vice generale So Win e a due generali di brigata nel 2019.

Questo Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti Tieni un elenco di persone e organizzazioni specifiche con cui ai cittadini e alle organizzazioni statunitensi è vietato fare affari.

Linea di fondo

Per i paesi in controversie politiche, l’azione militare non è l’unica opzione. Al contrario, le sanzioni economiche forniscono agli Stati Uniti un modo diretto per combattere le nazioni canaglia senza mettere in pericolo vite umane.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *