Pechino non lascia scampo al centenario della fondazione del partito Reuters

[ad_1]

5/5

© Reuters. Il 25 giugno 2021, la polizia armata del popolo cinese fa la guardia fuori dal Museo del Partito Comunista Cinese, aperto 100 anni prima della fondazione del partito a Pechino, in Cina. REUTERS/Thomas Peter

2/5

Kate Cardel

PECHINO (Reuters) – Fuochi d’artificio a forma di bandiera sono sbocciati venerdì sulla città dietro i posti di blocco nella capitale cinese Pechino e centinaia di agenti di polizia. Questo fa parte di una prova segreta e accuratamente coreografata per il 100° anniversario della fondazione del Partito Comunista della Cina.

Pechino ha chiuso il traffico questa settimana, ha decorato le strade con composizioni floreali patriottiche e bandiere nazionali e ha rafforzato la sorveglianza e la sicurezza in preparazione della celebrazione del centenario del 1° luglio.

La prova segreta rappresenta la fase finale di un piano di un anno per abbellire la storia del partito e consolidare la lealtà interna al sistema socialista cinese.

“Senza il Partito Comunista, non ci sarebbe la Nuova Cina”, recita il nuovo poster di propaganda della città.

Sebbene i media statali e le agenzie governative abbiano lasciato intendere che un evento drammatico su larga scala si terrà in Piazza Tiananmen, il piano per l’evento non è stato ancora completamente divulgato. Uno spettacolo è previsto per lunedì al Bird’s Nest Stadium costruito per i Giochi Olimpici del 2008.

Prima dell’anniversario, c’è stato un giro di vite sulle attività di potenziali dissidenti, compreso l’arresto di una serie di persone quest’anno ai sensi di una legge che vieta la diffamazione degli eroi nazionali e un luogo online per i cittadini per segnalare “nichilisti storici”, la frase Si riferisce a coloro che condividono versioni non approvate della storia del partito.

Prima dei grandi eventi politici nella capitale, le escalation della sicurezza e la loro conseguente distruzione non erano rare, ma questo tipo di propaganda è diventato ancora più importante quando il partito ha affrontato nuove sfide politiche in patria e all’estero.

“Si riduce alla legittimità… Quello che hai sperimentato in questi eventi è una performance estesa a beneficio del pubblico interno, fondamentalmente legittimando un governo non eletto, motivo per cui, in breve, queste cose sono così importanti”, ha detto Graeme Smith , ricercatore specializzato in politica cinese presso il Department of Pacific Affairs dell’Australian National University.

Non c’è spazio per errori

Il 23 giugno, i residenti degli hutong vecchio stile di Pechino si sono svegliati e hanno scoperto che gli hutong erano decorati con una bandiera cinese coordinata, che poteva essere vista a quasi tutte le porte.

Secondo i resoconti ufficiali dei media, a partire da maggio, le squadre che indossano tute arancioni sono diventate comuni in tutta la città: hanno migliorato le decorazioni lungo la strada e realizzato una composizione floreale composta da 2,3 milioni di piantine e piante in vaso.

Allo stesso tempo, le agenzie di sicurezza hanno intensificato la sorveglianza e altre restrizioni.

Persone vicine hanno detto a Reuters che la scorsa settimana la polizia ha ispezionato le registrazioni delle case e ha confermato il numero di persone che vivono in ogni indirizzo nel distretto di Dongcheng, nel centro di Pechino, di casa in casa.

Un funzionario della polizia di Dongcheng ha detto a Reuters che tali visite erano “ispezioni normali”.

Secondo due persone e un medico che hanno ricevuto la chiamata, i residenti della città con malattie mentali (tra cui schizofrenia e disturbo bipolare) riceveranno chiamate e controlli telefonici dalle autorità.Questo è un grave incidente politico.La pratica comune prima. I loro pazienti sono stati contattati.

Il governo municipale di Pechino non ha risposto a una richiesta di commento.

Quattro commercianti su Taobao.com, il più grande sito di e-commerce della Cina, hanno dichiarato a Reuters che a partire da giugno è stato loro vietato spedire articoli, comprese bombole di gas e altri prodotti infiammabili, ai residenti di Pechino. Proprietario del negozio Taobao, Alibaba (codice NYSE:), non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Smith ha detto: “È come organizzare una grande festa di compleanno e non voglio che i vicini imbarazzanti la rovinino”, ha aggiunto, aggiungendo che la pubblicità intorno ai cosiddetti “giorni sensibili” sul calendario di Pechino può anche servire da contrappunto a potenziali dissidenti Avvertimento.

In tutta la Cina, le istituzioni statali locali, inclusi ospedali, scuole e forze armate, ospiteranno eventi speciali per commemorare l’anniversario, inclusi incontri di educazione politica e mostre sulla storia del partito.

Il 23 giugno, il portavoce del Ministero della Difesa Nazionale Ren Guoqiang ha affermato che l’intero esercito trasformerà l’entusiasmo politico emanato dalle celebrazioni in azioni pratiche per promuovere lo sviluppo di una nazione forte e di un esercito forte nella nuova era.

La censura del già strettamente controllato cyberspazio cinese è stata intensificata.

Due membri dello staff del dipartimento di censura di Tianjin della società di social media ByteDance Co., Ltd. e un censore di Pechino del motore di ricerca cinese Baidu (codice azionario Nasdaq: .com) hanno affermato di aver ricevuto informazioni sulle cancellazioni negli ultimi mesi. direttive per commenti negativi sull’anniversario. Nessuna delle due società ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

“Non c’è spazio per gli errori”, ha detto un membro dello staff di ByteDance che ha rifiutato di essere nominato perché non è autorizzato a parlare con i media stranieri.

A partire da venerdì, l’entusiasmo patriottico mostrato per le strade di Pechino si è ampiamente riflesso online. Tuttavia, nonostante la severa censura, un piccolo numero di netizen è ancora insoddisfatto della chiusura delle strade e delle attività costose che non sono aperte al pubblico.

“La mia famiglia vive a Pechino da diverse generazioni e ci sono abituato”, un commentatore sul sito di social media Weibo (NASDAQ: .com) ha espresso preoccupazione per l’inquinamento dei fuochi d’artificio su larga scala. “Questa città ha sacrificato troppo per la politica”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *