Perché il rischio di boom del debito societario non è stato ridotto perché il titolo è vicino al record

[ad_1]

Wall Street ha pensato a un’idea brillante: mentre l’indice azionario statunitense raggiunge un nuovo massimo, il debito societario statunitense è quadruplicato negli ultimi 30 anni, il che potrebbe non sembrare così preoccupante.

Si ritiene che sebbene le società americane abbiano ora più debiti che mai, il prezzo delle azioni della società è aumentato ancora di più. In caso di sell-off, i prezzi elevati delle azioni possono fornire uno shock buffer per le obbligazioni.

Quello che segue è un grafico della Bank of America Global Bank, che mostra la relazione tra il debito delle principali società statunitensi e il valore di mercato delle azioni dal 1970. Il rapporto attuale è del 25%:

Il livello del debito è alto e le azioni sono alte.

Bank of America Global Research

Il team di credito Hans Mickelson della Bank of America ha scritto: “Le persone sono molto preoccupate che l’importo del debito finanziario delle imprese statunitensi (obbligazioni e prestiti) sia più che quadruplicato (da 2,5 trilioni di dollari USA negli ultimi tre decenni a 11,2 trilioni di dollari USA), “in una nota.

“Tuttavia, poiché il valore di mercato delle azioni supera di gran lunga questa crescita, il rapporto di leva finanziaria, misurato come debito finanziario diviso per il valore di mercato delle azioni, è ora al minimo storico del 24,9%”.

Ha scritto che questo ha spinto le persone ad affermare che “gli investitori in obbligazioni e prestiti aziendali non sono mai stati sostenuti da più valore delle azioni”.

MarketWatch ha chiesto a diversi investitori obbligazionari in merito a queste affermazioni, incluso se i prezzi elevati delle azioni possono davvero rendere le obbligazioni societarie statunitensi più sicure per gli investitori. Ecco cosa hanno da dire alcuni gestori di portafoglio:

“Non sono particolarmente preoccupato per i prezzi delle azioni”, ha detto in un’intervista telefonica Wendy Wyatt, portfolio manager di DuPont Capital focalizzato sul credito aziendale. “La cosa importante è il debito e l’ammontare del debito rispetto al reddito. E questo numero è in aumento”.

Wyatt ha anche affermato che ciò che preoccupa non è solo l’aumento dei livelli di indebitamento, ma anche la riduzione dei margini di interesse e l’estensione della durata.Il principale indice delle obbligazioni societarie del settore è ora in media di circa 8,5 anni, che è superiore rispetto agli ultimi cinque o sei anni.

In altre parole, gli investitori obbligazionari devono affrontare spread più piccoli, anche se impiega più tempo a rimborsare.

Lo spread è il premio che gli investitori guadagnano su obbligazioni superiori al benchmark privo di rischio (come i titoli del Tesoro USA) per compensare il rischio di insolvenza. Da quando la Fed ha iniziato ad acquistare obbligazioni societarie per la prima volta lo scorso anno, questo livello è diminuito drasticamente come parte del suo bazooka a sostegno della pandemia economica degli Stati Uniti.

Diffondi ora Quasi 93 punti base in più rispetto ai titoli del Tesoro USA
TMUBMUSD10Y,
1,339%

È un indice di riferimento investment grade, meno di 10 punti base al di sotto del minimo del 2008 a giugno. Allo stesso modo, al di sotto del grado di investimento, Spread “junk bond” Leggermente superiore al recente minimo, ma ancora al minimo storico, quasi 322 punti base in più rispetto ai titoli del Tesoro USA.

Per le azioni, non c’è stata alcuna correzione significativa in circa 10 mesi.Questo guida l’indice S&P 500
Arpione,
-0,58%

Secondo i dati di mercato di Dow Jones, quest’anno sono stati stabiliti 51 record, ma sono anche aumentati del 100% rispetto al minimo del mercato ribassista di marzo 2020.

Stephen Repoff, gestore di portafoglio a reddito fisso presso GW&K Investment Management, ha dichiarato: “Il fatto che il capitale stia entrando nell’arena della crescita è un messaggio significativo, in parte dovuto alla generosità della Federal Reserve”.

Ha affermato che, cosa ancora più importante, la Fed ha anche lanciato un’ondata di rifinanziamento per aiutare le aziende a ridurre i costi di prestito e ha posticipato la data di scadenza durante la pandemia, quindi il default non è più una preoccupazione recente.

A differenza delle azioni, che gli investitori di solito acquistano in base alle aspettative di crescita, il recupero, più un piccolo extra, è ancora una delle principali preoccupazioni per molti investitori obbligazionari.

Il valore di mercato del debito rispetto al capitale può essere ridotto al meglio? Forse questa è una misura dell’emozione.

“Se usi l’indicatore come segnale di acquisto, ti interesserà se passa a un indicatore di vendita”, ha detto Repoff.

Wyatt di DuPont Capital ha affermato che avere indicatori positivi per dimostrare che gli investitori che entrano in autunno non danneggeranno le banche di investimento.

“Alcune delle classifiche sono interessanti”, ha detto. “Ma sappiamo tutti che avremo un gran numero di rilasci a settembre”.

Dal file: L’emissione di obbligazioni societarie è aumentata notevolmente a settembre

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *