Philip Morris smetterà di vendere sigarette Marlboro nel Regno Unito entro 10 anni

[ad_1]

Aggiornamento notizie

Il CEO di Tobacco Group Philip Morris International ha dichiarato che l’iconico marchio di sigarette Marlboro scomparirà dagli scaffali britannici entro 10 anni.

Jacek Olczak una volta chiese alla Philip Morris di adottare una strategia di diversificazione più radicale rispetto alla maggior parte dei suoi omologhi globali, affermando che il “problema del fumo” potrebbe essere risolto nel Regno Unito “entro 10 anni al massimo”.

Disse Spedito la domenica Ciò significherà “assolutamente” fermare la vendita di sigarette tradizionali nel Regno Unito. Il marchio Marlboro una volta era venduto come sigarette da donna, ma è noto per la sua campagna pubblicitaria “Marlboro Men”, che presenta un robusto genere outdoor che “scomparirà”.

Philip Morris International è stata scorporata dalla società di tabacco Altria quotata a New York nel 2008 e vende Marlboro nella maggior parte del mondo. Secondo i documenti della società, il suo fatturato annuo nel Regno Unito è di circa 800 milioni di sterline. La sua ex società madre produce e vende ancora sigarette negli Stati Uniti, dove è chiaramente leader di mercato.

Sotto la guida di Olczak, che è diventato CEO all’inizio di quest’anno, Philip Morris ha lavorato per l’azienda per quasi 30 anni, investendo pesantemente in sostituti della nicotina, incluso il suo prodotto di punta IQOS. Questo dispositivo simile a una sigaretta riscalda invece di bruciare il tabacco e ha più di 20 milioni di utenti in tutto il mondo.

A livello globale, quasi un quarto delle entrate dell’azienda proviene da prodotti alternativi, che è molto più alto rispetto a concorrenti come Altria e Imperial Tobacco.

A marzo, Philip Morris ha promesso di ricavare metà delle sue entrate da prodotti per non fumatori. All’inizio di questo mese, la società ha dichiarato che avrebbe Vectura acquisita, Un produttore con sede nel Regno Unito di inalatori per la somministrazione di farmaci, valutato oltre 1 miliardo di sterline.

Il direttore finanziario Emmanuel Babeau ha dichiarato al Financial Times la scorsa settimana: “Crediamo e contribuiremo alla graduale eliminazione delle sigarette”.

Gli attivisti contro il fumo hanno Esprimi il dubbio Le aziende del tabacco possono abbandonare del tutto le sigarette tradizionali e affermare che alcune alternative al fumo sono quasi ugualmente dannose.

L’impegno del Regno Unito a eliminare gradualmente le sigarette tradizionali è anche in parte guidato dal comportamento dei consumatori e degli investitori e dalle politiche del governo. Il tasso di fumo nel paese è già relativamente basso e le sigarette sono pesantemente tassate e vendute in confezioni semplici dal 2016.

Nel 2019, il governo si è impegnato a ridurre il tasso di fumo al 5% entro il 2030, circa un terzo del livello attuale.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *