Principali economie dei Caraibi

[ad_1]

Lontani dal trambusto di molte delle città più trafficate del mondo, i Caraibi sono conosciuti come una delle migliori destinazioni di vacanza del mondo. Le Isole dei Caraibi hanno ben 43 milioni di abitanti e più di 7.000 isole indipendenti (e 30 territori, inclusi stati sovrani, province d’oltremare e dipendenze), comprese alcune economie molto dinamiche.

Punti chiave

  • Le Isole dei Caraibi hanno ben 43 milioni di abitanti e più di 7.000 isole indipendenti (e 30 territori, inclusi stati sovrani, province d’oltremare e dipendenze), comprese alcune economie molto dinamiche.
  • Trinidad e Tobago, un paese con due isole, ha dato impulso alla crescita economica attraverso i proventi delle esportazioni di petrolio e gas.
  • La Giamaica è uno dei principali produttori mondiali di bauxite.
  • La Repubblica Dominicana e le Isole Cayman sono paradisi fiscali offshore per note multinazionali e società di servizi finanziari multimiliardari.

Trinidad e Tobago

Rispetto ad altri territori della regione, le due nazioni insulari gemelle di Trinidad e Tobago hanno un PIL pro capite relativamente alto. La Repubblica di Trinidad e Tobago è considerata un’economia ad alto reddito dalla Banca Mondiale. La Banca Mondiale definisce un’economia ad alto reddito come un paese il cui reddito nazionale lordo pro capite raggiunge o supera i 12.696 dollari statunitensi.

Nel 2011, il Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) Rimuovere Trinidad e Tobago dall’elenco dei paesi in via di sviluppo.

Secondo il CIA World Fact, il PIL reale di Trinidad e Tobago è di US $ 36.514 (valore stimato per il 2019).Trinidad è fortemente dipendente dalla petrolchimica e dal GNL Uscita A causa delle sue enormi riserve di petrolio e gas naturale, la Repubblica ha una forte economia negli ultimi dieci anni (principalmente a causa della sua rapida crescita nella produzione di gas naturale e delle grandi esportazioni di prodotti petrolchimici del paese).

Come membro Comunità caraibica e mercato comune (CARICOM), Trinidad beneficia di alleanze commerciali tra altri paesi caraibici. CARICOM è un gruppo di 20 paesi in via di sviluppo che formulano congiuntamente politiche nella regione e incoraggiano Crescita economica E commercio.

Giamaica

Nel corso degli anni, la Giamaica è stata conosciuta per la sua musica reggae, le spiagge cristalline e gli accenti unici. Tuttavia, l’industria finanziaria dell’isola caraibica ha fatto notizia nel 2015, quando Bloomberg ha riferito che la Borsa della Giamaica (JSE) era il mercato azionario più performante del mondo nel 2015.

Sebbene Indice Standard & Poor’s 500 Nel 2015 sono stati segnalati rendimenti negativi e l’indice di mercato JSE è aumentato del 97%. Questo è il risultato di acquisizioni estere e ripresa economica.

La forza trainante dell’economia della Giamaica deriva dai proventi delle esportazioni dalle sue industrie agricole e minerarie. Oltre ad essere uno dei maggiori produttori di bauxite (una roccia sedimentaria che è il principale minerale commerciale dell’alluminio), la Giamaica esporta anche preparati alcolici utilizzati nelle bevande, manioca, zucchero grezzo e chicchi di caffè verde.La Giamaica è anche membro di CARICOM.

Negli ultimi anni, il governo giamaicano si è impegnato nelle riforme economiche e ha ricevuto il sostegno del governo. Fondo Monetario Internazionale (FMI),così come Banca Mondiale.

Isole Cayman

Molte persone sperano di poter evitare di pagare Imposta sul reddito Senza infrangere la legge, i residenti delle Isole Cayman possono godersi il lusso di farlo.Conosciuto come uno dei migliori al mondo Paradiso fiscale, Le Isole Cayman impongono un’aliquota fiscale dello 0% sul reddito personale.

Nessuna imposta sulle società, no GuadagniNon ci sono tasse sulle donazioni o sulla proprietà nelle Isole Cayman, anche se questo potrebbe cambiare. Nel 2021 sono state proposte riforme globali, che influenzeranno lo stato di tutti i paradisi fiscali, comprese le Isole Cayman. (Dopo anni di negoziati, il G7 ha raggiunto un accordo – l’accordo è stato presentato ai paesi del G20 nel luglio 2021 – che richiederebbe alle aziende di pagare un’imposta sugli utili del 20% nel paese/regione in cui si trovano i loro prodotti o servizi, che è margine di profitto superiore al 10%. Consumo. Un’altra parte del piano stabilirà un’aliquota minima globale dell’imposta sulle società del 15%.)

A causa del suo status di neutralità fiscale, le Isole Cayman hanno attratto molte persone e aziende facoltose per stabilire entità commerciali all’interno della sua giurisdizione.La principale fonte di entrate del governo sono le imposte indirette, come Imposta sul valore aggiunto (IVA) e tariffaCome la maggior parte dei paradisi fiscali, la maggior parte degli studi legali, contabili e dirigenti aziendali delle Isole Cayman si dedica al servizio del settore dei servizi finanziari.

Il governo delle Isole Cayman guadagna anche molti soldi dalle commissioni associate alla registrazione e al rinnovo delle società offshore e Hedge Fund.

A differenza della Giamaica e di Trinidad e Tobago, le Isole Cayman utilizzano un sistema di tassi di cambio fissi.

Repubblica Dominicana

La Repubblica Dominicana è uno dei paesi con il più grande PIL in diverse parti dei Caraibi. Il PIL reale della Repubblica Dominicana è di 197,735 miliardi di dollari USA (stimato nel 2019).Relazioni commerciali forti e grandi Rimessa di pagamento Contribuì allo sviluppo economico dell’isola. In effetti, le rimesse sono una delle maggiori fonti di valuta estera dell’isola.

Oltre ad essere uno dei maggiori produttori ed esportatori di canna da zucchero dei Caraibi, la Repubblica Dominicana esporta anche sigari, canna da zucchero, olio raffinato e banane. Alcuni dei principali partner commerciali dell’isola sono gli Stati Uniti, la Cina e Haiti.

Linea di fondo

I Caraibi sono più di una semplice destinazione per le vacanze: sono costituiti da piccole economie insulari che sono i principali attori in una vasta gamma di industrie globali. Ad esempio, Trinidad e Tobago, un paese con due isole, ha promosso la crescita economica attraverso i proventi delle esportazioni di petrolio e gas. D’altra parte, la Giamaica è uno dei principali produttori di bauxite al mondo. La Repubblica Dominicana e le Isole Cayman sono paradisi fiscali offshore per note multinazionali e società di servizi finanziari multimiliardari.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *