Qual è la “guerra dei dati” della Cina e chi è il prossimo obiettivo?

[ad_1]

Aggiornamento commerciale e finanziario in Cina

Le onde d’urto che hanno fatto evaporare miliardi di dollari nelle azioni cinesi negli ultimi giorni fanno parte di un attacco normativo che dovrebbe estendersi oltre la tecnologia a tutte le imprese del settore privato nel Paese.

I miliardari che hanno iniziato a novembre sospendono la loro offerta pubblica iniziale di 37 miliardi di dollari Ma YunLa società Fintech Ant Group si è espansa a Indagine sulla sicurezza dei dati App di ride-hailing Didi Travel e devastanti restrizioni ai viaggi Industria del tutoraggio.

Esperti e aziende hanno avvertito che mentre il governo cinese ha introdotto un nuovo quadro giuridico completo su come le aziende raccolgono e utilizzano i dati, le turbolenze non mostrano segni di cedimento.

Kendra Schaefer, analista tecnico di Trivium, una società di consulenza di Pechino, ha dichiarato: “Diciamo ai nostri clienti che si vede un’estrema incertezza di due o tre anni”.

Qual è la nuova legge?

Le aziende cinesi – e chiunque possa fare affari in Cina o commerciare con la seconda economia più grande del mondo – devono affrontare una serie di leggi sui dati.

La più compresa è la legge sulla sicurezza informatica, entrata in vigore nel 2017 e copre la sicurezza della rete e dei dispositivi. Ha un processo di revisione per determinare quali aziende hanno a che fare con la cosiddetta “infrastruttura di informazioni critiche” o dati che si ritiene mettano in pericolo la sicurezza della Cina o rappresentino un rischio per i cittadini del paese.

A settembre, la Cina emanerà una nuova “Legge sulla sicurezza dei dati”. Ciò aiuterà le autorità di regolamentazione a determinare quali dati possono essere trasferiti al di fuori della Cina senza l’approvazione dello stato e quali sono vietati.

Entro l’inizio del prossimo anno, il governo cinese dovrebbe emanare una legge sulla protezione delle informazioni personali, simile al regolamento generale europeo sulla protezione dei dati. Si prevede che la legge avrà un profondo impatto sull’enorme economia digitale cinese, compresa l’istituzione di un processo di verifica dei dati per applicazioni come Didi.

Ernan Cui, analista di consumo cinese presso Gavekal Dragonomics, ha affermato che dietro la serie di azioni normative a Pechino c’è essenzialmente una “battaglia per il controllo dei dati” tra il governo e il settore privato.

Quali sono le principali aree grigie?

Schafer di Trivium ha affermato che non è chiaro se Pechino abbia intenzione di annunciare quali società sono designate come operatori di infrastrutture informatiche critiche e saranno quindi soggette a una supervisione più rigorosa.

“Questo è un grosso problema… la società non lo sa ancora”, ha detto. “In effetti, ciò che vale la pena notare del CAC [Cyberspace Administration of China, the internet regulator] Dopo Didi, è così che abbiamo scoperto che sono “infrastrutture critiche”. “

In termini di trasmissione dati transfrontaliera, il CAC ha affermato che qualsiasi dato richiesto dalle autorità estere richiede l’approvazione della Cina.

“Non si tratta solo di aziende tecnologiche. Si tratta di ogni azienda che spedisce qualcosa fuori dalla Cina”, ha detto Schafer.

Andrew Gilholm, capo dell’analisi della Cina presso la società di consulenza Control Risks, ha affermato che sebbene poche società straniere forniscano infrastrutture informative critiche, come le reti di telecomunicazioni, molti gruppi stranieri venderanno servizi e prodotti ai clienti cinesi.

“[Chinese] Alla società è stato chiesto: ‘Chi è il vostro fornitore estero? ‘Oppure’Da dove dipendono le entità straniere nella vostra catena di approvvigionamento? ‘,”Lui dice.

Chi è il prossimo obiettivo del regolatore?

Gli analisti prevedono che Pechino si sposterà lentamente da un dipartimento all’altro, regione per regione, decidendo quali dati sono sensibili e richiedendo quindi l’approvazione per lasciare il Paese.

Un’azienda farmaceutica con sede nella provincia cinese di Jiangsu ha dichiarato che l’azienda è stata soggetta a un esame imprevedibile del CAC durante la trasmissione dei dati al suo laboratorio di ricerca e sviluppo statunitense.

“I funzionari hanno suggerito che è meglio riportare il nostro laboratorio in Cina perché le normative potrebbero diventare più severe”, ha affermato un rappresentante che ha richiesto l’anonimato per motivi di sicurezza.

Sam Radwan, capo di Enhance International, una società di consulenza che fornisce consulenza alle aziende cinesi, ha affermato che settori come quello assicurativo e sanitario dovrebbero aspettarsi una maggiore regolamentazione perché partecipano a programmi di raccolta dati su larga scala.

Ad esempio, le compagnie di assicurazione auto hanno condotto numerosi esperimenti in Cina per tracciare digitalmente il comportamento e la posizione dei conducenti. La telemedicina è in forte espansione anche in Cina. Radwan ha sottolineato che queste industrie hanno raccolto dati “più ricchi” e “ancora più sensibili” di Didi.

Gli analisti hanno avvertito che anche le filiali di società straniere in Cina dovrebbero essere pronte ad avere una “disputa” con i regolatori sull’invio di informazioni aziendali di base al di fuori della Cina.

“Supponiamo che tu sia un’azienda giapponese e che tu abbia firmato un contratto con una grande azienda cinese per costruire una nuova metropolitana a Chongqing. Hai alcuni dati relativi al progetto che hai spostato a Tokyo: queste sono le aree grigie preoccupanti dell’azienda perché questo è business Una parte normale di tutto questo”, ha affermato Gilholm, un analista cinese del rischio.

Il problema che complica ulteriormente le prospettive è Autorità di regolamentazione Controllerà il nuovo sistema di gestione dei dati.

“La guerra chirurgica è un prodotto naturale del nuovo processo normativo”, ha aggiunto Schafer.

Nicolle Liu relazione supplementare di Hong Kong

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *