Quali parti dell’azienda possono essere messe in cortocircuito?

[ad_1]

Quali parti dell’azienda possono essere messe in cortocircuito?

La risposta rapida è che il numero di azioni vendute allo scoperto può effettivamente superare il 50% della liquidità della società.Rispetto alla liquidità, si chiama la percentuale di azioni vendute allo scoperto Interesse a breve termineViene calcolato dividendo il numero totale di titoli venduti allo scoperto per il numero totale di titoli disponibili per la negoziazione.In questo articolo esamineremo questo calcolo in modo più dettagliato Inoltre, discuteremo anche quando la percentuale di liquidità della società è Corto circuito.

Punti chiave

  • La circolazione si riferisce al numero di azioni in circolazione delle azioni di una società.
  • Rispetto alla liquidità, la percentuale di azioni vendute allo scoperto è chiamata short interest.
  • In teoria, la liquidità massima che un’azienda può shortare è pari alla liquidità stessa; infatti, in rari casi, l’interesse short può effettivamente superare la liquidità, ma non è comune che l’interesse short stock superi il 50%.
  • Quando il tasso di interesse a breve di una società è elevato (oltre il 40%), di solito significa che una gran parte degli investitori si aspetta che il valore delle azioni scenda e vuole trarre profitto dal calo, oppure utilizza posizioni corte come copertura contro possibili rischi di ribasso.
  • Poiché le ragioni dell’interesse a breve in una società potrebbero non essere del tutto chiare, gli investitori combinano saggiamente l’interesse a breve con altre tecnologie e indicatori di base per aiutare a prendere decisioni di investimento.

Comprendere l’interesse variabile e breve

La vendita allo scoperto è un Strategia di trading avanzata Utilizzato dagli investitori per speculare sul previsto calo dei prezzi di azioni o altri titoli SicurezzaIl numero totale di azioni della società che sono state vendute allo scoperto ma non ancora chiuse o coperte è chiamato short interest. Di solito, questo numero è espresso in percentuale. Per calcolare la percentuale di interessi a breve sulle azioni, dividere il numero di azioni allo scoperto per il numero di azioni disponibili per il trading. Il numero di azioni in circolazione è anche chiamato “azioni negoziabili”.

Ad esempio, se 5 milioni di azioni vengono vendute allo scoperto e ci sono 20 milioni di azioni negoziabili (o fluttuanti), l’interesse per la vendita allo scoperto è del 25%. In questo esempio, il numero massimo teorico di azioni che possono essere messe allo scoperto è 20 milioni di azioni. Qual è il problema che l’importo che può essere messo allo scoperto è uguale al flottante? La liquidità è solo il numero di azioni che una società ha di proprietà pubblica e disponibile per la negoziazione e i venditori allo scoperto possono prendere in prestito azioni in circolazione. Tuttavia, in pratica, ci sono alcuni rari casi in cui l’interesse a breve supera il flottante.

Un vero esempio di un gran numero di azioni allo scoperto

Anche se non è comune che le azioni corte in azioni superino il 50%, succede. Questo è il caso di Peloton Interactive, Inc. (PTON) Il 28 febbraio 2020 ha venduto allo scoperto circa 26,99 milioni di azioni (rispetto a circa 42,03 milioni di azioni in circolazione).alcunialcuni

Ciò conferisce alla società un interesse a breve di circa il 64%. Quando il tasso di interesse a breve di una società è alto (oltre il 40%), significa che la maggior parte degli investitori della società desidera che il valore del titolo diminuisca.

Uno dei pericoli dello shorting di azioni è quello di comprimere le posizioni short: ciò accade quando un gran numero di azioni short sale bruscamente, “schiacciando” i venditori allo scoperto e costringendoli a chiudere le loro posizioni, di solito per perdite.

Cosa significa interesse breve?

Questa enorme posizione negativa suggerisce che gli acquirenti dovrebbero stare lontani dalla società a causa dell’impatto negativo. Sentimento del mercatoMa non è sempre così: è difficile spiegare esattamente perché gli investitori accorciano così tanto una società. Il più comune è che gli investitori andranno short per trarre profitto dal calo dei prezzi delle azioni.Alcuni investitori potrebbero Cortocircuito alla scatola per siepe Le posizioni già detenute non perderanno alcun valore.

Una società di brokeraggio che ha bisogno di vendere azioni ai clienti prenderà in prestito azioni da un’altra società, vendendo effettivamente allo scoperto e vendendo le azioni prese in prestito ai clienti.Pertanto, sebbene sembri un segnale molto negativo quando c’è molto interesse a breve per le azioni di una società, di solito è difficile prevedere l’andamento futuro del prezzo delle azioni perché Il ragionamento dietro i cortometraggi Non sarà mai del tutto chiaro.

L’interesse allo scoperto è una misura del confronto tra il numero di azioni attualmente vendute allo scoperto e il numero di azioni negoziabili (liquidità) sul mercato. Non dovrebbe essere visto come un segnale per acquistare azioni o aderire a una posizione corta.Tuttavia, il fondo Fondamenti o Indice tecnico Può essere utilizzato insieme all’interesse short per sviluppare uno short migliore o acquistare.

Domande frequenti sulla percentuale variabile

Qual è la liquidità delle azioni?

Float si riferisce alle azioni ordinarie emesse dalla società al pubblico affinché gli investitori possano negoziare.

Come calcolare la percentuale fluttuante?

Rispetto alla liquidità, la percentuale di azioni vendute allo scoperto è chiamata short interest. Per calcolare la percentuale di azioni in circolazione, dividere il numero di azioni vendute allo scoperto per il numero di azioni disponibili per la negoziazione.

Cosa significa la percentuale di fluttuazione breve?

La percentuale di liquidità short è la percentuale di titoli societari venduti allo scoperto da trader istituzionali rispetto al numero di titoli societari disponibili al pubblico.

Qual è la percentuale variabile delle posizioni corte alte?

La percentuale di liquidità corta è la percentuale di azioni prese in prestito dalla liquidità da venditori allo scoperto. Quella che è considerata un’alta percentuale di flottante breve è soggettiva; non ci sono regole ferree. Tuttavia, l’interesse allo scoperto come percentuale di liquidità superiore al 20% è generalmente considerato molto alto.

Qual è una buona percentuale di fluttuazione bassa?

Le azioni a bassa quotazione sono azioni con un numero limitato di azioni. Le azioni da 100.000 a 20 milioni di azioni o meno in circolazione sono considerate azioni a bassa liquidità. Quella che è considerata una buona percentuale di fluttuazione bassa è soggettiva; i trader hanno preferenze diverse per le percentuali di fluttuazione. Tuttavia, la maggior parte dei trader cerca percentuali tra il 10% e il 25%.

Cos’è il galleggiante alto e corto?

Un breve flottante è la quantità di azioni che un venditore allo scoperto prende in prestito dal flottante. Gli investitori spesso non sono d’accordo sul fatto che la liquidità corta debba essere considerata un’altezza “alta”. Tuttavia, ci sono alcune regole generali che la maggior parte degli investitori segue: la percentuale di interesse a breve sulla liquidità è superiore al 10%, che è relativamente alta, il che può indicare un evidente pessimismo; la percentuale di interesse a breve sulla liquidità è superiore a 20% Penso che sia molto alto.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *