Quali sono gli argomenti a favore della privatizzazione dei beni pubblici?

[ad_1]

I beni ei servizi prodotti e consumati nell’economia di mercato si dividono in tre tipologie: privati, pubblici e parapubblici. I beni personali sono prodotti che devono essere acquistati per essere consumati: il consumo di una persona rende impossibile il consumo di un’altra persona. I beni quasi pubblici hanno la natura di beni pubblici e beni privati; la disponibilità o l’offerta ne risentono in una certa misura.

Beni pubblici È un bene o un servizio non redditizio fornito a tutti i membri della società. Perché una merce diventi un bene pubblico, deve avere due caratteristiche chiare: non esclusiva e non competitiva. La non esclusività significa che anche le persone che non pagano i beni possono utilizzarli. Non competitività significa che l’uso di un articolo da parte di una persona non ne riduce la disponibilità per gli altri.

Punti chiave

  • I beni pubblici sono beni o servizi forniti a tutti i membri della società senza profitto.
  • I due principali argomenti a favore della privatizzazione dei beni pubblici si basano sulla volontà di eliminare il problema del free riding e sull’introduzione della concorrenza per ridurre i prezzi e aumentare l’efficienza.
  • Il problema del free-riding è l’onere delle risorse condivise, che è causato dall’uso o dall’abuso di coloro che non pagano per le risorse condivise.
  • Quando i fornitori di beni e servizi devono competere tra loro, sono costretti a ridurre i costi, rispondere rapidamente alle mutevoli esigenze dell’industria e dei consumatori e lavorare di più per soddisfare i clienti.

Alcuni pensano che alcuni o tutti i beni pubblici dovrebbero essere privatizzati. Di solito, sostengono la privatizzazione dei beni pubblici sulla base di due argomenti principali, ovvero il desiderio di eliminare i beni pubblici. Problema del free rider E introdurre la concorrenza per ridurre i prezzi e aumentare l’efficienza.

La maggior parte dei beni pubblici sono forniti dai governi a livello cittadino, statale o federale e sono finanziati dalle tasse. Esempi comuni di beni pubblici includono la difesa nazionale, i servizi di polizia e dei vigili del fuoco e i lampioni. Tuttavia, a volte i beni pubblici sono forniti da privati ​​o organizzazioni.

La privatizzazione elimina il problema del free rider

Il problema del free-riding è l’onere delle risorse condivise, che è causato dall’uso o dall’abuso di coloro che non pagano per le risorse condivise. Poiché i beni pubblici sono una risorsa condivisa, anche le persone che non pagano possono usarli, possono causare problemi di free riding.

Ad esempio, i cittadini e i residenti statunitensi che non pagano le tasse beneficiano ancora della protezione e della difesa militare. In questo caso, le persone che non pagano le tasse ma beneficiano comunque della nostra difesa nazionale sono chiamate “free rider”. L’esistenza di free riders nell’economia di mercato ha portato ad un aumento dell’onere del pagamento dei beni pubblici a carico dei restanti contribuenti.

Un altro problema con il sistema dei beni pubblici è la questione dei ciclisti obbligatori. Attraverso le tasse, alcune persone sono costrette ad aiutare a pagare beni pubblici che non utilizzeranno mai. Ad esempio, gli adulti senza figli pagano le tasse per finanziare il sistema scolastico pubblico. Quando c’è un gran numero di free-rider in una società con un sistema di istruzione pubblico, coloro che pagano, compresi i free-rider obbligati che non possono beneficiare di tali benefici, devono pagare una quota maggiore dei costi di finanziamento del sistema scolastico.

Uno dei principali argomenti a favore della privatizzazione dei beni pubblici è che eliminerà il problema del free riding. Per estensione, la privatizzazione dei beni pubblici eliminerà anche il problema dei motociclisti obbligati. Sotto la proprietà privata, i fornitori di materie prime possono addebitare direttamente i clienti, esclusi i clienti che non pagano.

Ad esempio, un dipartimento dei vigili del fuoco di proprietà privata può addebitare ai proprietari di case nella loro area di servizio la protezione antincendio. Utilizzando questo modello, il proprietario dei vigili del fuoco può addebitare un prezzo ragionevole a tutti coloro che sono disposti a pagare per i servizi antincendio, invece di chiedere a un gruppo di pagatori più soldi per garantire i servizi di tutti, compreso tutto il personale non antincendio. -Pagatore.

La concorrenza riduce i prezzi e aumenta l’efficienza

Il secondo argomento che solitamente sostiene la privatizzazione dei beni pubblici è che l’introduzione della concorrenza nel settore pubblico ridurrà il prezzo dei beni pubblici e aumenterà l’efficienza. Quando è difficile per il governo trovare fondi per fornire beni o servizi pubblici specifici, può semplicemente stampare più denaro o aumentare le tasse.

Poiché le imprese private non hanno questa opzione, quando i profitti diminuiscono, il loro unico modo è migliorare l’efficienza e fornire servizi migliori.

Se le aziende del settore privato non riescono a mantenere i costi di gestione il più bassi possibile, è probabile che vengano sconfitte dai concorrenti. Al contrario, il settore pubblico è noto per enormi spese amministrative, sistemi complessi e alti costi amministrativi.

Quando i fornitori di beni e servizi devono competere tra loro, sono costretti a ridurre i costi, rispondere rapidamente alle mutevoli esigenze dell’industria e dei consumatori e lavorare di più per soddisfare i clienti.

La privatizzazione serve l’interesse pubblico?

Prima degli anni ’80, il governo degli Stati Uniti forniva finanziamenti per servizi che potevano essere forniti dal settore privato, tra cui la costruzione di autostrade e dighe, la conduzione di ricerche e la fornitura di fondi ai governi statali e locali per supportare funzioni che vanno dall’istruzione alla costruzione di strade.

Negli anni ’80, l’allora presidente Ronald Reagan ha invertito questo passaggio dalla proprietà pubblica alla proprietà privata. I sostenitori degli sforzi dell’amministrazione Reagan per privatizzare i beni e i servizi del governo hanno affermato che ciò avrebbe migliorato l’efficienza e la qualità dei restanti servizi governativi, ridotto le tasse sui cittadini americani e ridotto le dimensioni del governo.

Da allora, l’elettricità, le prigioni, le ferrovie e l’istruzione sono state trasferite dal governo a proprietari privati. Resta da chiedersi se la privatizzazione sia nell’interesse pubblico: ci sono tanti argomenti a favore della privatizzazione che contro la privatizzazione.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *