Quando una start-up acquista il prodotto più venduto di Amazon, “Ho una Tesla per ogni raccomandazione”

[ad_1]

Mentre migliaia di venditori di Amazon si sono riversati a Las Vegas per partecipare a una recente conferenza, Acquco, una start-up che aveva solo un anno, ha offerto loro un ottimo affare.

Dicci un venditore Amazon, possiamo acquistare dalla loro attività, si legge nel volantino di Acquco. “Se acquisiamo l’attività che ci hai presentato, ti compreremo una Tesla”.

Raunak Nirmal, CEO di Acquco, ha affermato che è stato questo espediente che ha aiutato Acquco a distinguersi allo spettacolo perché ha cercato di competere con i concorrenti ricchi di denaro per acquisire il maggior numero possibile dei migliori prodotti di Amazon.

“È passata circa una settimana dal nostro lancio e abbiamo ricevuto più di 1.000 proposte”, ha affermato. Prevede di iniziare a distribuire auto nel terzo trimestre.

La maggior parte delle vendite di Amazon viene ora effettuata da venditori indipendenti sul suo mercato e l’anno scorso, 300 miliardi di dollari di merci sono passati attraverso la piattaforma. Impulso di mercato.

Anche i prodotti più innocui, anche i prodotti più innocui, possono portare milioni di dollari di vendite in cima alla lista di Amazon.

Pertanto, negli ultimi 18 mesi, almeno 69 start-up hanno raccolto circa 7 miliardi di dollari USA per acquisire venditori Amazon di successo al fine di costruire una serie di marchi top. Thrasio, il più grande giocatore di roll-up, ha raccolto quasi $ 2 miliardi.

Per i venditori, molti di loro hanno passato anni a costruire faticosamente le proprie vendite su Amazon, il che è una fortuna. Il Prosper Show, un evento commerciale a Las Vegas, è diventato il centro della transazione e i giocatori in lista offrono pranzo, cena e cocktail party per i loro obiettivi.

“Gli aggregatori stanno lavorando”, ha detto Alison Medina, responsabile dei contenuti dell’evento. “Sono venuti a proporre.”

Sebbene ogni aggregatore affermi di avere il proprio metodo, la strategia comune si basa sull’uso della scala per semplificare la gestione della catena di approvvigionamento e del marketing e sull’uso del capitale dell’aggregatore per lanciare nuovi prodotti con marchi di successo.

L’aggregatore Perch, che ha raccolto più di 900 milioni di dollari in finanziamenti, ha condiviso l’esempio di Prestee, un marchio che vende articoli per feste, come bicchieri di plastica da champagne. Dall’acquisizione a febbraio, Perch ha affermato di essere stata in grado di aumentare il margine di profitto di Prestee del 50% migliorando la pagina di elenco dei prodotti e aumentando il marketing all’interno e all’esterno di Amazon.

L’amministratore delegato di Perch, Chris Bell, ha dichiarato al Financial Times che la società dovrebbe raggiungere oltre 500 milioni di dollari di entrate entro agosto e dovrebbe raggiungere i 700 milioni di dollari entro la fine dell’anno.

Ma la strategia a lungo termine non è stata ancora confermata. Una persona che ha ascoltato gli investitori ha affermato che l’obiettivo principale dell’aggregatore è solitamente quello di ottenere un margine di profitto netto del 20%, ma non è ancora stato raggiunto.

Un recente accordo Perch per Web Deals Direct ha suggerito il prossimo passo dell’emergente settore delle aggregazioni. Comprende 230.000 piedi quadrati di spazio di archiviazione, oltre a utilizzare i servizi di magazzinaggio e consegna di Amazon, questa è una prima mossa per creare la propria logistica da Perch.

“Nei prossimi anni, potremmo avere almeno da due a quattro strutture in Nord America”, ha detto Bell, ma ha sottolineato che l’incertezza della pandemia significa che i piani potrebbero cambiare. “Potrebbe essere uno a due in Europa. Poi vedremo come evolveranno le nostre esigenze”.

Finanziamento globale

Diversi aggregatori hanno affermato che la transazione del venditore viene solitamente completata entro circa 30-45 giorni, ovvero una due diligence a breve termine, incentrata sull’integrità della catena di fornitura e sui dati di vendita.

Al Prosper Show, Flippa è una società che fornisce siti di corrispondenza per coloro che vogliono vendere l’attività di Amazon e coloro che sono disposti a comprare.La società ha dichiarato che le società elencate sul suo sito Web hanno una media di 53 “osservatori”-potenziali acquirenti -Traccia le loro prestazioni.

Sebbene le prime acquisizioni si siano concentrate principalmente sui venditori in Nord America e Amazon, gli investitori sono diventati sempre più desiderosi di acquisire venditori globali e costruire attività in altri mercati online (in particolare Walmart).

“Amazon ha un mercato enorme, il che è fantastico”, ha affermato Laura Kennedy, analista al dettaglio di CB Insights. “Ma quando c’è un grande partecipante, inizi a incontrare sfide che tutti i marchi devono affrontare. Vuoi davvero mettere tutte le tue uova in quel paniere?”

Al Prosper Show di Las Vegas, i giocatori a rotazione useranno pranzo, cena e cocktail party per brillare per i loro obiettivi alla ricerca di un accordo

Perch ha aperto un ufficio a Londra, con un piccolo numero di dipendenti guidati da Rahul Shewakramani, un ex manager di Amazon, e prevede di aprire presto un ufficio in Germania. Thrasio ha stabilito operazioni in Europa alla fine dello scorso anno e si sta espandendo in Cina.

La stretta relazione tra venditori e produttori cinesi è una prospettiva interessante per gli aggregatori. FBAFlipper è un broker che mette in contatto gli appassionati venditori cinesi con gli acquirenti occidentali.La società afferma che da 3 a 5 venditori si avvicinano ogni giorno, sperando di concludere un affare. Entro la fine di quest’anno, prevede di completare transazioni per un totale di oltre 100 milioni di dollari USA.

Tuttavia, quando gli acquirenti tornano nei negozi fisici, le vendite online in alcuni paesi/regioni sono diminuite, il che ha portato ad alcuni esempi di ciò che il CEO di FBAFlipper Neo Zheng chiama “panico dell’acquirente”.

“Hanno visto i numeri aggiornati e hanno detto, ‘Wow, dovremo modificare l’offerta qui.’ Sfortunatamente, questo ha compromesso alcune delle nostre transazioni, o ne ha sospese alcune”.

Secondo Medina, non tutti i venditori di Amazon sono pronti ad accettare contanti facili sul tavolo. Ha detto che i venditori hanno ancora investito con affetto nel business che hanno costruito e le ha chiesto perché gli aggregatori erano così desiderosi di acquistare le loro liste da loro.

Se le vendite online diminuiscono, non è ancora chiaro come si svilupperà l’affollata società di aggregatori e quale approccio adotterà Amazon man mano che crescerà in dimensioni e influenza.

Il portavoce di Amazon Joel Sider ha dichiarato: “Questa è un’opportunità entusiasmante per i venditori che desiderano liquidità e uscire dal business per nuove iniziative”.

Tuttavia, ha aggiunto: “Ci aspettiamo che la maggior parte dei venditori e dei marchi rimarranno indipendenti e continueranno a utilizzare la scala e l’influenza dei nostri negozi”.

Rapporto aggiuntivo di Miles Kruppa

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *