Quotazione diretta a Londra saggiamente

[ad_1]

La società di tecnologia finanziaria Wise, ex TransferWise, ha annunciato l’intenzione di quotarsi in borsa a Londra attraverso una storica quotazione diretta.

Il co-fondatore e CEO Kristo Käärmann ha dichiarato che rispetto alle tradizionali quotazioni in borsa, le quotazioni dirette che non comportano la raccolta di nuovi fondi “ci consentono di espandere Wise in modo più economico e trasparente. Proprietà”.

La decisione della società di quotarsi a Londra invece che a New York sarà vista come una spinta al governo britannico, che ha lavorato per rendere il paese più attraente per le aziende tecnologiche in rapida crescita.

All’inizio di quest’anno, l’IPO di alto profilo di Deliveroo è stata descritta come la “peggiore IPO nella storia di Londra”, quando il titolo è sceso del 26% nel giorno di apertura e gli sforzi della società hanno subito una battuta d’arresto.

Come Deliveroo, Wise ha affermato che adotterà una struttura a doppia partecipazione. Tuttavia, sebbene l’impostazione di Deliveroo abbia conferito al co-fondatore Will Shu il 57% dei diritti di voto, Wise ha affermato che avrebbe concesso a tutti gli azionisti esistenti maggiori diritti di voto, compresi i primi sostenitori istituzionali come Baillie Gifford e Fidelity.

Käärmann ha affermato che la struttura a doppia cabina “ampiamente disponibile” la aiuterà a “concentrarsi sulla nostra missione radicata mentre ci stiamo sviluppando rapidamente”.

L’anno scorso Wise è stato valutato 5 miliardi di dollari in vendite di azioni secondarie, ma non ha fornito alcuna guida sui prezzi.

TransferWise è stato aperto nel 2011 per fornire servizi di rimessa transfrontalieri economici ai consumatori. La società ha cambiato nome in Wise a febbraio per sottolineare il passaggio a una gamma più ampia di offerte di prodotti.

Wise ha cercato di attirare clienti commerciali più redditizi e lanciare servizi bancari più sofisticati, come i conti correnti multivaluta.

La società ha riferito di aver fatturato 421 milioni di sterline nei 12 mesi fino a marzo, rispetto ai 303 milioni di sterline dell’anno scorso. L’utile ante imposte è raddoppiato a 41 milioni di sterline.

Gli elenchi diretti stanno diventando sempre più popolari tra le aziende tecnologiche americane, ma Wise sarà la prima azienda tecnologica nel Regno Unito a farlo.

Sebbene la Borsa di Londra abbia a lungo permesso alle società di essere “portate dentro” senza raccogliere fondi, Wise diventerà la più grande società di importazione senza dover quotare altrove o scissione da attività esistenti.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *