Reuters ha riferito che i prezzi delle materie prime alimentari rallenteranno questo decennio e le emissioni aumenteranno.

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 30 maggio 2018, le spighe di grano sono state fotografate in un campo vicino a Bad Vilbel, alla periferia di Francoforte, in Germania. REUTERS/Kai Pfaffenbach

PARIGI (Reuters)-L’agenzia alimentare delle Nazioni Unite e dell’Ocse affermano che dopo l’impennata dello scorso anno, i prezzi degli alimenti di base dovrebbero scendere nel prossimo decennio, grazie all’aumento della produttività agricola e al rallentamento della domanda cinese.

Tuttavia, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) e l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) hanno dichiarato in un rapporto che si prevede un aumento delle emissioni agricole, principalmente dovute alla produzione di bestiame.

A causa dell’aumento delle importazioni cinesi e dell’inasprimento delle scorte di colture, i prezzi dei prodotti agricoli sono aumentati dall’anno scorso, portando la FAO a prevedere che il costo dei paesi importatori di cibo raggiungerà un livello record nel 2021.

Tuttavia, la FAO e l’OCSE hanno affermato nel loro rapporto “Agricultural Outlook 2021-2030” che nei prossimi dieci anni i prezzi reali della maggior parte dei principali prodotti agricoli dovrebbero scendere leggermente, tornando ad aumentare la produzione per soddisfare la crescente popolazione mondiale. l’andamento della domanda a termine è lunedì.

Secondo il rapporto, la domanda cinese continuerà a essere la forza trainante del mercato globale dei prodotti agricoli, in particolare il consumo di carne e pesce, ma il tasso di crescita è più lento rispetto all’ultimo decennio.

Si stima che le emissioni agricole di gas serra (GHG) aumenteranno del 4% nei prossimi 10 anni, di cui le emissioni del bestiame aumenteranno di oltre l’80%.

La FAO e l’OCSE hanno dichiarato: “Pertanto, il settore agricolo ha bisogno di ulteriori sforzi politici per contribuire efficacemente alla riduzione globale delle emissioni di gas serra stipulata nell’Accordo di Parigi”, aggiungendo che l’aumento della produttività ridurrà il numero di unità La quantità di emissioni prodotte.

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati facendo affidamento su dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *