Riequilibra il tuo portafoglio per rimanere in pista

[ad_1]

Quindi hai stabilito una strategia di asset allocation che fa per te, ma alla fine dell’anno trovi Pesi Ogni Classe di attività C’è stato un cambiamento nel tuo portafoglio. Cos’è successo?

Quest’anno, Valore di mercato Ogni titolo in portafoglio riceve un rendimento diverso, il che fa sì che il peso cambi.cartella riequilibrare È il processo di modifica del peso delle attività in portafoglio. È come apportare modifiche alla tua auto: consente alle persone di controllare il proprio livello di rischio e ridurre al minimo il rischio.

Punti chiave

  • Il riequilibrio del portafoglio è il processo di modifica del peso delle attività in portafoglio.
  • Al fine di riequilibrare il portafoglio, gli individui acquistano o vendono asset per raggiungere la composizione del portafoglio desiderata.
  • Al variare del valore delle attività, il portafoglio di attività originale cambierà inevitabilmente a causa dei diversi rendimenti delle classi di attività. Questo cambierà il profilo di rischio del tuo portafoglio di investimenti.
  • Quando si riequilibra il portafoglio, è importante comprendere le tasse che vengono generate quando si vendono investimenti redditizi.
  • La frequenza con cui gli individui riequilibrano i propri portafogli è una questione personale e dipende da vari fattori come l’età e la propensione al rischio. Tuttavia, si raccomanda che le persone riequilibrino almeno una volta all’anno.

Che cos’è il riequilibrio?

Il ribilanciamento è il processo di acquisto e vendita di parti di un portafoglio al fine di riportare il peso di ciascuna classe di attività al suo stato originale.Inoltre, se l’investitore Strategia di investimento O modifiche alla tolleranza al rischio, possono utilizzare il ribilanciamento per riaggiustare il peso di ciascun titolo o classe di attività nel portafoglio per ottenere il nuovo design Allocazione delle risorse.

Colpito in modo sproporzionato?

Questo Portafoglio A causa della differenza di rendimento tra i vari titoli e classi di attività, il contenuto originariamente creato dagli investitori cambierà inevitabilmente. Di conseguenza, le percentuali che assegni alle diverse classi di attività cambieranno.

Questo cambiamento può aumentare o diminuire il rischio del tuo portafoglio, quindi confrontiamo un portafoglio ribilanciato con un portafoglio che ignora i cambiamenti, quindi studieremo le potenziali conseguenze dell’ignorare le allocazioni nel portafoglio.

Questo è un semplice esempio. Bob ha $ 100.000 da investire. Ha deciso di investire il 50% Fondo obbligazionario, 10% Tesoro Fondo, 40% Fondo azionario.

Alla fine dell’anno, Bob ha scoperto che la parte azionaria del suo portafoglio ha ottenuto risultati significativamente migliori rispetto alla parte obbligazionaria e del Tesoro. Ciò ha portato a cambiamenti nella sua allocazione delle attività, ha aumentato la sua quota in fondi azionari e ha ridotto l’importo investito in fondi di tesoreria e obbligazionari.

Più specificamente, il grafico sopra mostra che l’investimento di $ 40.000 di Bob in fondi azionari è cresciuto fino a $ 55.000, con un aumento del 37%. Al contrario, i fondi obbligazionari hanno subito perdite e hanno realizzato una perdita del 5%, ma il Fondo del Tesoro ha ottenuto un piccolo aumento del 4%.

Il rendimento complessivo del portafoglio di Bob è del 12,9%, ma ora il peso delle azioni è maggiore del peso delle obbligazioni. Bob potrebbe essere disposto a mantenere il portafoglio temporaneamente, ma mantenerlo troppo a lungo potrebbe causare un peso troppo elevato dei fondi azionari e i fondi azionari sono più rischiosi delle obbligazioni e dei fondi del Tesoro.

Conseguenze dello squilibrio

Molti investitori generalmente credono che se un investimento ha avuto un buon andamento nell’ultimo anno, dovrebbe farlo anche l’anno successivo.Sfortunatamente, le prestazioni passate non sono sempre un indicatore delle prestazioni future; ci sono molti fatti Fondo comune divulgare.

Se tutti i tuoi investimenti sono in fondi con data target o in fondi ribilanciati automaticamente, potrebbe non essere necessario ribilanciare il tuo portafoglio di investimenti.

Tuttavia, molti investitori investono ancora pesantemente in fondi che hanno “vinto” lo scorso anno e potrebbero ridurre il peso del proprio portafoglio in fondi a reddito fisso che “hanno fallito” lo scorso anno.Ma tieni presente che la volatilità delle azioni è inferiore a Titoli a reddito fisso, Quindi gli enormi guadagni dell’anno scorso potrebbero trasformarsi in perdite l’anno prossimo.

Continuiamo il portafoglio di Bob e confrontiamo il valore del suo portafoglio ribilanciato con il resto del portafoglio costante.

Alla fine del secondo anno, i fondi azionari hanno registrato una performance negativa, con una perdita del 7%. Allo stesso tempo, i fondi obbligazionari hanno registrato una buona performance, con un apprezzamento del 15%, mentre i titoli di stato sono rimasti relativamente stabili, con un apprezzamento del 2%. Se Bob avesse ribilanciato il suo portafoglio l’anno precedente, il valore totale del suo portafoglio sarebbe stato di $ 118.500, con un aumento del 5%.

Tuttavia, se Bob non considera l’inclinazione del peso, il valore totale del suo portafoglio sarà di $ 116.858, con un aumento solo del 3,5%. In questo caso, il riequilibrio sarà la strategia migliore.

Tuttavia, se il mercato azionario assemblaggio Anche nel secondo anno, i fondi azionari apprezzeranno di più e i portafogli trascurati potrebbero apprezzarsi anche di più dei fondi obbligazionari. Come per molte strategie di copertura, In su Il potenziale può essere limitato, ma riequilibrando ti attieni comunque al tuo livello di tolleranza rischio-rendimento.

Investitore amante del rischio In grado di tollerare guadagni e perdite legati ai pesi nei fondi azionari, e Investitore avverso al rischioScegli la sicurezza fornita da buoni del tesoro e fondi a reddito fisso e sei disposto ad accettare il limitato potenziale di rialzo in cambio di una maggiore sicurezza dell’investimento.

Come riequilibrare il tuo portafoglio

La frequenza ottimale del ribilanciamento del portafoglio dipende da te costi di transazione, Preferenze personali e considerazioni fiscali, incluso il tipo di account che vendi e se Guadagni Oppure le perdite saranno tassate con aliquote fiscali a breve e lungo termine. Di solito è sufficiente circa una volta all’anno; tuttavia, se alcune attività nel tuo portafoglio non hanno registrato un apprezzamento significativo in un anno, può essere appropriato anche un periodo di tempo più lungo.

Inoltre, i cambiamenti nello stile di vita degli investitori possono richiedere cambiamenti nelle loro strategie di asset allocation. Indipendentemente dalle tue preferenze, le seguenti linee guida sono i passaggi fondamentali per riequilibrare il tuo portafoglio:

  1. disco: Se di recente hai deciso una strategia di allocazione delle attività che ti è sembrata perfetta e hai acquistato i titoli appropriati in ciascuna classe di attività, registra il costo totale di ciascun titolo in quel momento e il costo totale del tuo portafoglio. con i dati storici sul portafoglio, quindi in una data futura, puoi confrontarli con i valori attuali.
  2. rispetto a: Nelle date future selezionate, visualizza il valore attuale del tuo portafoglio e di ciascuna classe di attività. Calcola il peso di ciascun fondo nel tuo portafoglio dividendo il valore corrente di ciascuna classe di attività per il valore totale del portafoglio corrente. Confronta questo numero con il peso originale. Ci sono cambiamenti importanti?Se no, se non ti serve Liquidazione Il tuo portafoglio a breve termine: è meglio restare Passivo.
  3. regolare: Se riscontri che i cambiamenti nelle ponderazioni delle classi di attività distorcono l’esposizione al rischio del tuo portafoglio, moltiplica il valore totale corrente del tuo portafoglio per ciascuna ponderazione (percentuale) originariamente assegnata a ciascuna classe di attività. La cifra calcolata sarà l’importo che dovrebbe essere investito in ciascuna classe di attività per mantenere l’allocazione di attività originale.

Naturalmente, potresti voler vendere titoli in una classe di attività che è sovrappeso e acquistare titoli aggiuntivi in ​​una classe di attività che ha un peso decrescente. Tuttavia, quando vendi attività per riequilibrare il tuo portafoglio, prenditi del tempo per considerare le implicazioni fiscali del ribilanciamento del tuo portafoglio.

L’aliquota dell’imposta sulle plusvalenze a lungo termine per il 2021 è 0%, 15% o 20%, a seconda della classe di imposta sul reddito dell’individuo.

In alcuni casi, può essere più vantaggioso non conferire nuovi fondi a classi di attività sovrappesate, pur continuando a conferire nuovi fondi ad altre classi di attività sottoponderate.Il tuo portafoglio si riequilibrerà nel tempo senza incorrere in perdite Imposta sulle plusvalenze.

Linea di fondo

Il riequilibrio del tuo portafoglio ti aiuterà a mantenere la tua strategia di allocazione delle risorse originale e ti consentirà di implementare qualsiasi modifica apportata alle tue risorse. Stile di investimentoIn sostanza, non importa quale sia il mercato, il ribilanciamento ti aiuterà a rispettare il tuo piano di investimento e ti aiuterà a rispettare la tua tolleranza al rischio.

Domande frequenti sul riequilibrio del portafoglio

Cosa significa riequilibrare il portafoglio?

Ribilanciare il portafoglio significa adeguare i pesi delle diverse classi di attività in portafoglio. Ciò si ottiene acquistando e vendendo asset, che modifica il peso di specifiche classi di asset.

Perché è importante riequilibrare il proprio portafoglio?

Riequilibrare il tuo portafoglio di investimenti è importante perché nel tempo, a seconda del rendimento del tuo investimento, il peso di ciascuna classe di attività cambierà, modificando così il profilo di rischio del tuo portafoglio di investimenti. Per garantire che il tuo portafoglio di investimenti sia strutturato in modo che corrisponda alla tua strategia di investimento e al tuo profilo di rischio, il ribilanciamento è una pratica importante.

Con quale frequenza devo ribilanciare 401k?

La frequenza con cui una persona riequilibra il proprio portafoglio (incluso il proprio 401k) si basa su questioni personali di vari fattori, come età, tolleranza al rischio, distribuzione degli stipendi, ecc. I professionisti raccomandano che le persone riequilibrino i loro portafogli 401k trimestralmente, ma è sufficiente farlo una volta all’anno.

Esempio di come funziona il portafoglio di ribilanciamento

Se hai 10.000 dollari da investire e vuoi investire equamente in azioni e obbligazioni, puoi destinare 5.000 dollari alle azioni e 5.000 dollari alle obbligazioni. Se un anno dopo, il portafoglio azionario sta andando bene e ora vale $ 7.000 e il portafoglio obbligazionario non sta andando bene e ora vale $ 4.000, allora sarai più concentrato sulle azioni piuttosto che sulle obbligazioni; non è più il 50/ 50 divisione che ti aspettavi. Il riequilibrio del tuo portafoglio per ottenere una divisione 50/50 richiede la vendita di alcune azioni o l’acquisto di obbligazioni fino a quando il valore di ciascuna classe di attività è di $ 5.500.

Come evitare le tasse quando si riequilibrano gli investimenti?

Evitare le tasse quando si riequilibra il portafoglio significa non vendere alcun investimento. Quando gli individui vendono i loro investimenti redditizi, saranno tassati. Se l’investimento viene venduto entro un anno, all’investitore verrà applicata un’imposta equivalente al suo livello ordinario di imposta sul reddito. Se un anno dopo, saranno soggetti all’imposta sulle plusvalenze, che è inferiore all’imposta sul reddito ordinaria. Per evitare ciò, gli individui possono riequilibrare i propri portafogli di investimento acquistando più attività in classi di attività che sono attualmente sottovalutate.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *