Rio Tinto fatica a rispettare le linee guida sul minerale di ferro dopo un trimestre difficile

[ad_1]

Dopo forti piogge, carenza di manodopera e nuovi modi per risolvere i problemi del patrimonio culturale hanno colpito le spedizioni, Rio Tinto deve affrontare una battaglia per ottenere una guida tutto l’anno per la sua attività di punta del minerale di ferro.

In un aggiornamento trimestrale di venerdì, il più grande produttore mondiale di minerale di ferro ha dichiarato che nei tre mesi terminati a giugno, il volume delle sue esportazioni di materie prime per la produzione di acciaio è stato di 76,3 milioni di tonnellate, con una diminuzione del 12% su base annua.

L’amministratore delegato Jakob Stausholm ha affermato che l’attività Pilbara di Rio Tinto nell’Australia occidentale ha dovuto affrontare “alcune sfide”, tra cui un aumento significativo delle precipitazioni e la carenza di manodopera legata al coronavirus, che ha ostacolato la sua capacità di incorporare miniere alternative nel suo sistema.

Inoltre, Rio Tinto ha ridotto la sua produzione di minerale di ferro di 2 milioni di tonnellate perché ha modificato le zone cuscinetto e le aree riservate per proteggere le aree di “alto significato culturale”.Questi cambiamenti seguono l’anno scorso Scandalo Juukan Canyon, Quando l’antico riparo roccioso aborigeno fu distrutto dall’espansione delle miniere del Rio.

Pertanto, la società prevede che le spedizioni di minerale di ferro si collocheranno nella fascia bassa del suo intervallo di guida compreso tra 325 milioni e 340 milioni di tonnellate, che secondo gli analisti sarà difficile da raggiungere.

“Riteniamo che una situazione al di sotto del minimo dell’intervallo abbia maggiori probabilità di diventare un secondo tempo molto forte [of the year] Dopo solo 154 milioni di tonnellate di spedizioni nella prima metà dell’anno, l’obiettivo deve essere raggiunto”, ha affermato l’analista di Jefferies Christopher LaFemina.

Tuttavia, i commenti di Rio Tinto forniranno un altro supporto per i prezzi del minerale di ferro, che sono aumentati vertiginosamente nell’ultimo anno. Stabilire un record Più di 230 dollari USA per tonnellata hanno portato enormi guadagni alla società e ai concorrenti BHP Billiton Group, Vale e Fortescue Metals Group.

Gli analisti prevedono che Rio Tinto annuncerà un enorme dividendo di circa 8 miliardi di dollari quando annuncerà i suoi risultati semestrali questo mese.

Il minerale di ferro è la principale merce e fonte di profitto di Rio Tinto. Nell’ultimo anno, mentre Rio Tinto ei suoi colleghi hanno lavorato duramente per portare i materiali sul mercato, la forte domanda cinese e la tiepida crescita dell’offerta hanno sostenuto il mercato.

Nell’aggiornamento di venerdì, Rio Tinto ha anche rivelato che i costi di produzione nel suo stabilimento di Pilbara sono più alti. Il costo di produzione per tonnellata di minerale di ferro estratto in Australia quest’anno raggiungerà i 18,50 dollari USA per tonnellata, superiore alla precedente previsione da 16,70 dollari a 17,70 dollari USA. Queste cifre non includono il nolo e le royalty pagate al governo.

“Questo cambiamento riflette l’aumento dei prezzi dei principali costi di input (diesel e manodopera), nonché i costi associati alla gestione del patrimonio minerario”, ha affermato Rio Tinto.

A Oyu Tolgoi di Rio Tinto, un progetto di miniera di rame in ritardo nel deserto del Gobi, in Mongolia, il minatore ha affermato che lo sviluppo è stato influenzato dall’epidemia e che è ancora necessario raggiungere un accordo con il governo sul progetto della miniera di rame. Numero di questioni in sospeso Prima dell’inizio delle caverne sotterranee.

Oyu Tolgoi è il progetto di crescita più importante di Rio e diventerà una delle più grandi miniere di rame del mondo durante i periodi di picco di produzione.

Rio Tinto ha anche fornito un aggiornamento sulla sua attività sudafricana di sabbie, che produce materiali ilmenite, rutilo e zirconi utilizzati per qualsiasi cosa, dalle vernici, agli smartphone alle creme solari.

Rio Tinto ha chiuso la Richards Bay Mining Company il mese scorso e ha annunciato la forza maggiore sul contratto “Stato di sicurezza” Operazioni intorno a KwaZulu-Natal, la città natale dell’ex presidente Jacob Zuma. A maggio, Nico Swart, il direttore generale di RBM, è stato teso un’imboscata da uomini armati e ucciso a colpi di arma da fuoco mentre si recava al lavoro.

Con la riduzione di tutte le operazioni, Rio Tinto ha sospeso la guida alla produzione, citando il “rischio di tempo che circonda la ripresa delle operazioni”.

“Considerando tutti i fattori, questo è chiaramente un secondo trimestre impegnativo per Rio Tinto”, ha detto LaFemina.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *