Ripple ottiene un’altra piccola vittoria nella causa della US Securities and Exchange Commission Autore: CoinQuora

[ad_1]

Ripple ottiene un’altra piccola vittoria nella causa della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti

  • Nella lotta in corso con la Securities and Exchange Commission statunitense, è stata ottenuta un’altra piccola vittoria.
  • Il giudice ha respinto la mozione della SEC e ha chiesto a William Hinman della SEC di vietare la testimonianza.
  • Ancora più importante, il giudice ha ordinato a Hinman di sedersi e testimoniare.

La società di tecnologia finanziaria con sede a San Francisco Ripple (XRP) ha ottenuto un’altra piccola vittoria nella sua battaglia in corso con la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti.

Giovedì, il giudice della Corte distrettuale degli Stati Uniti Sarah Netburn ha respinto una mozione della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti per vietare l’ex direttore del dipartimento di finanza aziendale della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, William Hinman. Il giudice Sarah ha ordinato a Hinman di testimoniare in tribunale. Ha detto che come alto funzionario a capo di un dipartimento della SEC, “ha un potere significativo in un’agenzia federale molto importante”.

Si può ricordare che nel giugno 2018, Hinman ha dichiarato in un discorso che secondo la sua interpretazione, “l’attuale quotazione e vendita di Ether non è una transazione di titoli”. Attualmente, il regolatore finanziario sostiene di non parlare attraverso il suo personale oi singoli commissari, ma solo attraverso azioni esecutive. Pertanto, qualsiasi Hinm…

Continua a leggere CoinQuora

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *