Ripristinare la fiducia nei lobbisti e nei lobbisti

[ad_1]

Questo Incidente di Greenhill È stato il più grande scandalo di lobby in Gran Bretagna da una generazione.Da quando il Financial Times ha rivelato che David Cameron stava facendo pressioni sul governo per conto della società finanziaria ormai defunta l’anno scorso, l’ex primo ministro è apparso. Ministro Pepper e Ufficiale 56 chiamate, messaggi di testo o e-mail. Lord Jonathan EvansPresidente del Comitato per gli standard di vita pubblica Proposta saggia Regolamentare meglio la “porta girevole” tra pubblico e privato. Ma sono necessarie ulteriori riforme per raggiungere la necessaria trasparenza.

Il loro scopo non dovrebbe essere quello di vietare agli ex ministri o funzionari pubblici di entrare nel mondo degli affari nelle loro vite future. I funzionari hanno il diritto di rimanere attivi dopo aver lasciato l’incarico e perseguire gli stipendi in affari o altre occupazioni senza abusare delle conoscenze o dei contatti interni. Il flusso di persone e competenze tra il settore pubblico e quello privato è vantaggioso. Il cancello tra i due dovrebbe continuare a girare, ma le attività delle persone che lo attraversano dovrebbero essere chiare.

Il caso Greenhill ha anche chiarito che le garanzie dovrebbero applicarsi a coloro che sono ancora in carica, non solo a coloro che se ne sono andati, non solo agli alti funzionari del governo, ma anche ai dipendenti pubblici e ai consulenti speciali.Una delle rivelazioni più convincenti è che l’ex capo degli appalti del governo ha accettato Ruolo di consulente part-time Dopo aver ottenuto l’autorizzazione interna, ha lavorato con esperti di finanza della catena di approvvigionamento due mesi prima di lasciare il servizio civile nel 2015. È poi diventato un regista di Greensill nel 2016.

Lord Evans ha proposto che l’organo di supervisione indipendente dei dipartimenti governativi e il comitato consultivo per le nomine aziendali debbano essere in grado di vietare, in circostanze appropriate, agli ex ministri e funzionari pubblici di esercitare pressioni fino a cinque anni. Ha anche suggerito che gli appuntamenti di lavoro entro due anni dovrebbero essere vietati, perché i candidati sono direttamente responsabili dell’assegnazione di politiche, regolamenti o contratti relativi alla società di reclutamento. Le regole di nomina dovrebbero essere applicate attraverso i contratti di lavoro dei dipendenti pubblici e le disposizioni legali parallele del ministro; se ciò non funziona, dovrebbe essere esplorato un piano legale supportato da sanzioni civili.

Queste misure sono ragionevoli e proporzionate. Si raccomanda che i ministeri pubblichino informazioni dettagliate sui loro contatti di lobbying su base mensile anziché trimestrale, questo si estende alle lobby “informali” utilizzando comunicazioni come WhatsApp e SMS. Il rapporto Evans ha sottolineato che l'”estesa” attività di lobbying di Cameron su Greensail non è stata menzionata nelle divulgazioni di alcun dipartimento. I gruppi della campagna affermano che anche le regole di divulgazione dovrebbero essere rafforzate; gli incontri di lobby sono spesso descritti vagamente come “introduzione” o “recupero generale”.

Altre riforme sono auspicabili. L’Acoba o le istituzioni equivalenti dovrebbero disporre di maggiori risorse e poteri ed essere istituite su base giuridica. Ancora più importante, l’ironia è che il registro dei lobbisti introdotto da Cameron dovrebbe essere ampliato oltre i lobbisti “consulenti”, compresi i rappresentanti interni dell’azienda, che rappresentano la maggior parte del lavoro di lobby.

Il comitato di Lord Evans ha iniziato la sua revisione prima del caso Greenhill, che ha innescato una serie di inchieste o indagini su diversi aspetti dello scandalo; alcune persone avrebbero avuto i propri suggerimenti. Il primo ministro Boris Johnson dovrebbe adottare un approccio coraggioso per attuarli. Ad esempio, il registro completo delle lobby utilizzato in Irlanda e Canada non fa molto per ostacolare le agenzie governative. Ma questo è importante per iniziare a ricostruire una fiducia che è stata gravemente danneggiata da una serie di scandali.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *