Said in Tunisia interviene su economia e COVID-19 dopo lo scioglimento del governo Reuters

[ad_1]

4/4

© Reuters. Il 28 luglio 2021, la polizia ha pattugliato una strada in Tunisia, Tunisia. REUTERS/Zoubeir Souissi

2/4

Tarek Amara

Tunisia (Reuters)-Il presidente della Tunisia ha dichiarato mercoledì che stava affrontando la grave situazione economica e del COVID-19 e che stava indagando sulla corruzione diffusa dopo aver invocato i poteri di emergenza per prendere il controllo del governo domenica. Il nemico si chiama colpo di stato .

Detto ha difeso misure tra cui la rimozione del primo ministro e la sospensione del parlamento a causa dell’aumento dell’epidemia e della cattiva governance, affermando di aver intrapreso azioni per proteggere il paese dalla corruzione e dalla cospirazione per incitare disordini civili.

Dopo anni di difficoltà economiche e servizi pubblici in declino, la paralisi politica tunisina ha impedito qualsiasi risposta unanime alla pandemia e la rabbia pubblica è andata crescendo.

La Francia ha affermato mercoledì che la cosa più importante è che Said nominerà rapidamente un nuovo primo ministro e un nuovo governo, mentre i gruppi della società civile, compresi i sindacati forti, hanno affermato che deve sviluppare una road map per sbarazzarsi della crisi entro un mese.

Dieci anni dopo la fine del governo autocratico attraverso le rivolte popolari, il sistema democratico tunisino sta affrontando la prova più dura finora e i paesi occidentali che lodano la sua trasformazione politica hanno espresso le loro preoccupazioni.

Said ha detto che le sue azioni sono in linea con la Costituzione, ma il passo successivo non è stato ancora formulato: gli Stati Uniti lo esortano ad aderire ai principi democratici. Il palazzo presidenziale ha detto che mercoledì ha incontrato il capo della sicurezza.

Con il sostegno dell’esercito, le azioni di Said includevano la sospensione del Parlamento per 30 giorni. Gli oppositori, incluso il più grande partito Baath islamico in parlamento, lo hanno accusato di aver preso il potere.

Mercoledì, ha cambiato il responsabile della stazione televisiva dopo che due ospiti di uno spettacolo di attualità hanno affermato che gli era stato negato l’ingresso nell’edificio.

Dopo che la polizia ha fatto irruzione al Foreign Information Bureau, lunedì gli Stati Uniti hanno esortato la Tunisia a mantenere “un rigoroso rispetto per la libertà di parola”, ma un giornalista del New York Times ha detto mercoledì che la polizia l’ha detenuta per due ore mentre lavorava a tunisino.

Indagine giudiziaria

Mercoledì scorso, il presidente ha pubblicato un video che mostra Said che dice a un capo del sindacato che “scelte economiche sbagliate” hanno causato gravi problemi finanziari.

La Tunisia sta cercando un accordo di prestito dal Fondo Monetario Internazionale per finanziare il suo previsto deficit di bilancio e il rimborso del debito.

Nel video, Said ha invitato i commercianti ad abbassare i prezzi delle materie prime e li ha avvertiti di non speculare o accumulare. Ha anche preso di mira figure imprenditoriali accusate di corruzione, affermando che 460 persone avevano rubato 13,5 miliardi di dinari (4,8 miliardi di dollari) in fondi pubblici.

La magistratura aveva precedentemente dichiarato che stava indagando sul partito Baath e sul Cuore tunisino, i due maggiori partiti in parlamento, per presunta accettazione di fondi stranieri durante le elezioni del 2019.

La magistratura, ampiamente considerata indipendente dalla politica in Tunisia, ha dichiarato che la sua indagine è iniziata 10 giorni prima che il presidente prendesse provvedimenti.

Ennahda è un partito politico islamico moderato che, dopo che il portavoce parlamentare del suo leader, Rached Ghannouchi, ha accusato Said di aver lanciato un colpo di stato, il partito è diventato il centro dell’opposizione alla presa del potere di Said e ha negato qualsiasi irregolarità.

Non è stato possibile raggiungere i giornalisti nel centro della Tunisia per un commento.

Sebbene Ennahda abbia invitato i sostenitori a scendere in piazza per opporsi alle azioni di Said di domenica, da allora ha invitato alla calma e alla ricerca del dialogo nazionale.

Mercoledì non ci sono stati segni di proteste o altri disordini, nonostante la maggiore sicurezza nel centro della Tunisia. L’esercito è rimasto negli edifici del parlamento, del governo e della televisione circondati domenica.

Said ha ribadito un divieto a lungo termine di tenere raduni di più di tre persone in pubblico, ma non vi è alcun segno che la regola venga attuata perché le persone possono muoversi e riunirsi normalmente.

Said ha anche inasprito alcune restrizioni esistenti sul COVID-19, inclusi coprifuoco notturno e divieti di viaggio tra le città.

Il presidente ha detto che mercoledì ha ordinato l’istituzione di un centro di risposta alla pandemia per coordinare la risposta della Tunisia alla crisi COVID-19.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *