Sanjeev Gupta e Glencore negoziano un contratto di locazione

[ad_1]

Sanjeev Gupta sta negoziando con Glencore il rifinanziamento del debito della sua attività europea di alluminio, una transazione che consentirà al gigante del metallo di mantenere il controllo di uno dei suoi migliori asset.

L’alleanza GFG di Gupta impiega 35.000 persone dal Regno Unito all’Australia e ha lavorato duramente per questo Riorganizzazione E dopo che il suo principale finanziatore, Greensill Capital, è fallito, ha rifinanziato il suo debito.

Greensill e i suoi investitori di debito 5 miliardi di dollari di esposizione al rischio Quando il gruppo finanziario della catena di approvvigionamento è imploso a marzo, è andato a GFG. Anche GFG Sotto investigazione La sospetta frode nel Regno Unito ha complicato gli sforzi per trovare nuovi finanziamenti. GFG ha detto che avrebbe collaborato con l’inchiesta.

Secondo due persone che hanno familiarità con la questione, Glencore sta discutendo il rifinanziamento del debito di Alvance di oltre $ 500 milioni, Alvance è la società di alluminio di Gupta con attività in Francia e Belgio.

L’accordo con la società mineraria quotata a Londra e commerciante di materie prime consentirà a Gupta di rimanere il proprietario, in netto contrasto con una precedente proposta della società di private equity americana American Industrial Partners (AIP), che voleva acquistare il bene.

Se Glencore può garantire la fornitura di metalli, che fornirà un canale di vendita per le società dell’indice FTSE 100 attraverso il suo ampio dipartimento commerciale, allora questa transazione sarà una manna per il business dell’alluminio di Glencore.

La mossa di Glencore arriva quando l’economia globale inizia a riprendersi dalla pandemia e i prezzi dell’alluminio sono aumentati di quasi il 25% quest’anno a oltre 2.500 dollari per tonnellata. Questo metallo leggero viene utilizzato in tutto, dalle lattine per bevande alle automobili.

Il fiore all’occhiello di Alvans è la più grande fonderia di Dunkerque d’Europa. Liberty ha acquisito la fabbrica da 280.000 tonnellate da Rio Tinto nel 2018 per 500 milioni di dollari. Secondo un documento di GFG di marzo, GFG stima che il valore aziendale di Alvance superi 1 miliardo di dollari sulla base di guadagni previsti di oltre 150 milioni di dollari nel 2021.

La divisione alluminio di Glencore ha acquistato metallo da Liberty, che è gestita da Robin Scheiner. Il banchiere ha dichiarato di essere desideroso di espandere la sua attività ed è sempre alla ricerca di potenziali transazioni. Secondo persone che hanno familiarità con la questione, quest’anno ha incontrato Gupta a Zurigo, dove hanno fatto un brainstorming e anche se non è stato raggiunto un accordo, hanno fatto un brainstorming.

Glencore ha rifiutato di commentare. GFG ha dichiarato che “continua a concentrarsi sulla ristrutturazione e sul rifinanziamento della propria attività dopo il crollo di Greensill Capital. Supportato da solide condizioni di mercato, il portafoglio di Alvance ha ottenuto buoni risultati”.

L’operazione Glencore ripagherà molteplici finanziamenti del debito per l’intera attività di Alvance. La fonderia di alluminio di Dunkerque ha un prestito di 260 milioni di dollari e l’acciaieria di Alvance a Duffel ha un debito di 59 milioni di dollari.L’azienda ha anche un debito di 131 milioni di dollari dalla holding ad alto rischio di BlackRock e 73 milioni di dollari in Finanziamento da Greensill.

Un gruppo di banche inizialmente ha fornito prestiti a Dunkerque con Trafigura, un concorrente di Glencore. Il commerciante di materie prime con sede a Ginevra detiene ancora il debito e quest’anno, quando la società di private equity con sede a New York ha cercato di prendere il controllo del bene, la banca ha venduto principalmente la sua posizione all’AIP.

Trafigura ha anche firmato un accordo sull’alluminio con Gupta quando inizialmente ha fornito debito a Dunkerque alla fine del 2018. Alvance ha anche 114 milioni di dollari di debiti derivati ​​da controversia Con il venditore originale dei beni di Dunkerque e Duffel.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *