Si intensificano le preoccupazioni per l’aumento dei decessi a Miami dopo i crolli di edifici

[ad_1]

Dopo che un crollo parziale di un edificio residenziale ha causato almeno un morto e 99 persone sono scomparse, il presidente Joe Biden ha dichiarato lo stato di emergenza in Florida.

Mentre i soccorritori cercavano e ripulivano i detriti per tutta la notte, cresceva la preoccupazione che il bilancio delle vittime sulla scena a nord di Miami potesse aumentare. Decine di persone sono state estratte dalle rovine.

Biden ha ordinato l’assistenza federale per integrare gli sforzi di risposta statali e locali. La Casa Bianca ha rilasciato una dichiarazione venerdì secondo cui l’operazione di emergenza ha autorizzato l’Agenzia federale per la gestione delle emergenze del Dipartimento della sicurezza interna a coordinare “tutti gli sforzi di soccorso in caso di catastrofe”.

Biden ha dichiarato: “Non importa quale aiuto vuoi che il governo federale fornisca, stiamo aspettando, chiedici, saremo lì, saremo lì”.

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha dichiarato lo stato di emergenza nella contea di Miami-Dade giovedì sera, aprendo la strada alla FEMA per recarsi sul posto e fornire assistenza ai soccorritori e alle famiglie colpite.

Il sindaco della contea di Miami-Dade, Daniella Levine Cava, ha dichiarato in una conferenza stampa: “Abbiamo ancora almeno 99 dispersi”.

Le autorità di soccorso hanno ricevuto una chiamata nelle prime ore di giovedì mattina e sono arrivate nella città costiera di Surfside e hanno scoperto che la parte nord-orientale del Champlain South di 12 piani era crollata.

I funzionari hanno affermato che i soccorritori hanno salvato 35 residenti dall’edificio e altri due sono stati salvati dalle macerie. Ray Jadallah, direttore delle operazioni di Miami-Dade Fire Rescue, ha affermato che dalle 6 del mattino circa i soccorritori hanno spostato la loro attenzione dall’interno dell’edificio a sotto le macerie.

Jadallah ha descritto questi sforzi come lenti e pericolosi e ha affermato che sonar, telecamere e cani da ricerca e soccorso vengono utilizzati per trovare chiunque sia intrappolato sotto le macerie.

“Abbiamo ricevuto una voce. Non è necessariamente una persona che parla, ma una voce; sembra che le persone stiano picchiando”, ha detto Jadala in una conferenza stampa. “Inoltre, non abbiamo sentito alcun suono provenire dal mucchio.”

I funzionari hanno dichiarato che è troppo presto per conoscere la causa del crollo della torre costruita nei primi anni ’80. Il capo della polizia della contea di Miami-Dade Alfredo Ramirez ha affermato che una volta completata l’operazione di ricerca e salvataggio, i suoi investigatori e le autorità statali e federali inizieranno a indagare sulle possibili cause.

“Sono stato svegliato da un tuono”, ha detto alla BBC un residente Barry Cohen. “Sembra che sia esplosa una bomba: fango, polvere e fumo erano ovunque. L’intero edificio ha tremato per l’enorme esplosione”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *