Simone Biles gareggia con i giudici per la più grande ginnasta di tutti i tempi

[ad_1]

Aggiornamento sulle Olimpiadi di Tokyo

Simone Biles è l’incarnazione di una nuova era della ginnastica, impennata con le sue imprese antigravità. Ma quando gli americani hanno cercato una medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, lei si è descritta come una ribelle in uno sport che ha cercato di limitare questi talenti atletici unici.

Byers guiderà la squadra degli Stati Uniti alla finale della squadra di ginnastica femminile martedì. Dopo aver commesso un errore insolito in qualifica, la 24enne ha cercato di soffocare tutte le speranze di tutte e sei le medaglie d’oro che potrebbe vincere questa settimana. “C’è ben poco che dobbiamo fare”, ha detto Byers ai giornalisti. “Quindi torneremo ad allenarci e a lavorare sodo”.

Non è riuscito ad aumentare i suoi quattro titoli olimpici Collezione a Rio de Janeiro Cinque anni fa sarebbe stato considerato un grande sconvolgimento. Ma la ginnasta l’ha avvertita che avrebbe potuto fallire e si è lamentata che la giuria ha abbassato il suo punteggio nel tentativo di bilanciare il campo di gioco.

Si tratta di un’accusa straordinaria da parte di una donna che porta il suo nome in quattro movimenti ginnici indipendenti, un onore dato a chi completa per primo i movimenti in gara. In una sessione di allenamento a Tokyo, Byers ha completato “Yurchenko doppia lancia“Sull’attrezzatura del volteggio, altre ginnaste non hanno mai provato le capriole nelle competizioni.

Scatta per aumentare la velocità, fa un salto mortale sul trampolino per aumentare l’altezza, quindi si lancia due volte nella posizione della “lancia lunga”, con il corpo piegato e le gambe dritte a terra.

Anche l’ex ginnasta sovietica Natalia Yurchenko (Natalia Yurchenko) associata a questa mossa non l’ha mai provata nella competizione. Questo riferimento è legato al metodo pionieristico russo di volteggiare un trampolino. Byers vuole completare il trasferimento a Tokyo e rinominarlo.

Simon Byers (a destra) guiderà la squadra femminile degli Stati Uniti nella finale di martedì © Dylan Martinez/Reuters

L’osservatore si meravigliava di essere così audace. Ma la Federazione Internazionale di Ginnastica, l’organo di governo che controlla il sistema di punteggio, ha affermato che a volte ha segnalato imprese particolarmente pericolose. La cosa preoccupante è che anche piccoli errori possono causare lesioni mortali.

“Non ha senso combattere perché non lo ricompenseranno”, ha detto Byers del marcatore nelle prove olimpiche degli Stati Uniti. Quando le è stato chiesto perché ha ancora intenzione di trasferirsi a Tokyo, ha risposto: “Perché posso”.

Questo atteggiamento rappresenta l’inizio dello sport alle Olimpiadi di Montreal del 1976, quando la quattordicenne rumena Nadia Comaneci segnò il primo “Perfect 10” dello sport.

Nel 2000, questo sistema di giudizio è stato rotto. I ginnasti possono guadagnare 10 punti su base regolare semplicemente completando le routine con requisiti minimi di difficoltà ed evitando errori.

Nadia Comanesi
La ginnasta rumena Nadia Comaneci ha segnato i primi 10 punti perfetti alle Olimpiadi di Montreal del 1976 © Don Morley/Getty

Nel 2006, l’IGF ha sostituito il sistema a 10 punti con una “regola di puntamento” in base alla quale gli atleti guadagnano due punti per ogni dispositivo che provano. Il primo è per l’esecuzione e il limite superiore è 10. Il secondo è per la difficoltà ed è a tempo indeterminato. Piuttosto che misure caute, il sistema tende ad essere più innovativo.

Byers è stato punito per aver tagliato il traguardo all’atterraggio e al volteggio domenica nelle qualifiche.

“Questa è una sorpresa”, ha detto Tom Foster, il coordinatore effettivo della squadra statunitense. “È stata molto stabile e credo che si senta male… Questi passaggi sono mentalmente sbagliati”.

Anche così, la difficoltà della routine di Byers è ancora così alta che ha comunque superato il suo avversario e si è qualificata per tutti e sei gli eventi medaglia.

Si è lamentata del fatto che la retrocessione della doppia lancia di Yurchenko fosse solo per ridurre il divario tra lei e gli altri atleti. “Hanno una regola di punteggio a tempo indeterminato e ora sono arrabbiati con le persone che sono troppo leader e si comportano bene”, ha detto Byers all’inizio di quest’anno.

Simone Biles fatica ad atterrare al volteggio nelle qualificazioni femminili per le Olimpiadi di Tokyo 2020
Byers ha commesso una serie di errori insoliti in qualifica, compreso il suo atterraggio al volteggio, ma la sua routine era così difficile che ha comunque superato il suo avversario nel punteggio ©Lionel Bonaventure/AFP/Getty

Non spaventato Esprimi i suoi pensieriByers disprezzava anche pubblicamente l’American Gymnastics Association, l’organo di governo nazionale, perché sospettata di coprire abusi sessuali e fisici all’interno dell’organizzazione.

Larry Nassar, medico di lunga data della squadra nazionale di ginnastica, è stato condannato fino a 175 anni di carcere per abusi su centinaia di atlete nel 2018. Steve Penney, l’ex amministratore delegato della ginnastica degli Stati Uniti, si è dichiarato non colpevole delle accuse di aver distrutto o nascosto le prove delle azioni di Nassar.Byers dice che lo è Sopravvissuti all’abuso di Naxal.

Ha criticato pubblicamente la gestione dello scandalo da parte dell’agenzia di gestione: in un caso, Rispondi a tweet L’organizzazione ha chiesto pubblicamente un’indagine indipendente e le ha augurato buon compleanno.

Byers ha istituito l’evento post-olimpico “Gold Medal American Tour” o GOAT per le ginnaste americane. Quell’incidente ha effettivamente ucciso il circuito post-partita della squadra di ginnastica degli Stati Uniti, che è stato tradizionalmente un importante fonte di guadagno per l’organizzazione.

Quello che Baiers farà dopo getta un’ombra sul futuro delle istituzioni nazionali e degli sport globali. Ha lasciato intendere che anni di allenamento intensivo e infortuni passati hanno causato perdite e potrebbe ritirarsi dopo le Olimpiadi di Tokyo.

“Stiamo davvero lottando per i primi tre [finish]”, ha detto Byers delle ambizioni della squadra statunitense nella finale di martedì. Ma era anche ossessionata dall’idea di lasciare Tokyo con un mezzo di trasporto personale, che consoliderà per sempre il suo status di più grande ginnasta del mondo.

Rapporto aggiuntivo di Sara Germano a Tokyo

Per conoscere gli ultimi sviluppi olimpici, fai clic sul pulsante “Aggiungi a myFT” nella parte superiore di questo Pagina

Newsletter settimanale

tabellone segnapunti Questa è la nuova newsletter settimanale imperdibile sull’attività sportiva del Financial Times, dove troverai la migliore analisi delle questioni finanziarie di club, franchising, proprietari, investitori e gruppi di media che interessano l’industria globale. Registrati qui.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *