Simone Biles ha fatto un salto nell’esporre le pressioni sulla salute mentale degli sport d’élite

[ad_1]

Quando Simone Biles si è ritirata dalla competizione a squadre femminile martedì, la più grande ginnasta del mondo ha dimostrato che il fardello più pesante delle Olimpiadi sono spesso le aspettative della loro prestazione.

Byers ha detto che la sua mentalità non era adatta per eseguire la sua famosa e pericolosa impresa di rotolamento, e poi ha deciso Scollegare Finali individuali all-around. Nel processo, ha riaperto una conversazione globale sulla salute mentale. L’organizzazione delle Olimpiadi di Tokyo durante la pandemia e tutte le relative restrizioni hanno intensificato la pressione sulle prestazioni.

Byers ha detto: “Dobbiamo proteggere le nostre menti e i nostri corpi, non solo uscire e fare ciò che il mondo vuole che facciamo”.

Oltre a sopravvivere agli abusi sessuali, la ginnasta deve fare i conti anche con i cinque anni tra le Olimpiadi e la sfida della pandemia Larry Nassar, Un ex medico della squadra di ginnastica statunitense. “Sto ancora lottando con alcune cose”, ha detto.

La disconnessione tra corpo e mente

Byers ha preso il testimone da altri atleti d’élite e ha dichiarato pubblicamente che devono dare la priorità alla loro salute mentale. La star del tennis giapponese Naomi Osaka si è ritirata dall’Open di Francia di quest’anno. Il nuotatore americano in pensione Michael Phelps è l’olimpionico di maggior successo nella storia. Ha parlato francamente della sua lotta con la depressione.

“Sentirai che molte persone ti stanno guardando, ogni tua mossa viene monitorata e giudicata, ecc., Come abbiamo detto, cerchiamo di ignorarlo”, ha detto la star del nuoto americano Katie Ledkey. Più campioni olimpici. “La pressione più grande che ho è la pressione che metto su me stesso. Ho cercato di fare del mio meglio, meglio che mai, quando il tuo tempo stabilisce un record mondiale in determinati eventi, non è facile. “

La star del tennis giapponese Naomi Osaka si è ritirata dagli Open di Francia di quest’anno © David Ramos/Getty Images

Byers ha detto che l’incoordinazione tra il suo corpo e il suo cervello è stata la ragione specifica del suo ritiro dalle competizioni a squadre. Ha detto di aver sperimentato un fenomeno che le ginnaste hanno chiamato “colpi di scena”: nel completare un colpo di scena che era meno del previsto. Dopo il volteggio , il suo corpo si comportava male e il suo cuore istruito.

“Non ho scelto di farne uno e mezzo. Ho provato a farne due e mezzo, ma non ho cliccato”, ha detto al Financial Times, aggiungendo che le difficoltà della sua vita quotidiana hanno reso questa disconnessione pericolosa per la vita. .

“Devi essere al 100% o al 120% lì, perché se non lo sei un po’, potresti ferirti. Anche nel mio caveau, non so dove sono nell’aria”, ha detto.

Prima delle Olimpiadi di Tokyo, alcune autorità hanno adottato misure aggiuntive per aiutare gli atleti a far fronte ai problemi di salute mentale. La British Academy of Sport è un’organizzazione che supporta la formazione di atleti di alto livello e fornisce corsi con psicologi dello sport per atleti, allenatori e personale per risolvere l’ansia causata dal rinvio dei Giochi Olimpici e dall’interruzione delle modalità di allenamento, nonché Continua incertezza sulla possibilità di svolgere la formazione. L’evento accadrà anche.

Kate Hays, psicologa dell’EIS, ha affermato che l’agenzia ha istituito un programma di “relazione” per gli atleti durante la pandemia basato sulla ricerca sugli ostaggi e sui modi per reintegrarli nella società. Questo è considerato il modo più vicino per affrontare la pressione causata dal blocco.

La pressione per vincere ha conseguenze spiacevoli

Il benessere degli atleti è anche il motivo per cui la squadra britannica ha spostato la sua attenzione. British Sports è un’organizzazione sostenuta dal governo che finanzia gli olimpionici d’élite.Negli ultimi 12 anni, ha investito 883 milioni di sterline nell’allenamento di aspiranti medaglie. Il denaro è stato spietatamente utilizzato per eventi che offrono più medaglie, come la vela, il ciclismo e il canottaggio.

Tuttavia, gli incentivi creati dal sistema hanno portato ad accuse di mentalità di vincere a tutti i costi, che ha portato a molti scandali di bullismo e abusi. Ciò ha indotto un cambiamento nei metodi utilizzati all’inizio delle Olimpiadi di Tokyo, incluso il non annuncio degli obiettivi delle medaglie, al fine di cambiare l’impressione che le autorità si preoccupino più dell’onore che del benessere degli atleti.

L’atleta britannica di taekwondo e due volte campione olimpico Jed Jones ha perso al primo turno lo scorso fine settimana e ha attribuito il risultato scioccante in parte alle restrizioni sulla pandemia.

Il giocatore britannico Jade Jones che ha perso contro Kimia Alizadeh ha detto:

Il giocatore britannico Jade Jones (a destra) che ha perso contro Kimia Alizadeh ha detto: “Penso solo di essermi messo troppa pressione su me stesso” © PA

“Sento solo di aver messo troppa pressione su me stesso, e ho davvero fatto più di quanto mi aspettassi quel giorno. Non avere la mia famiglia lì per guidarmi fuori da quella zona di paura mi ha influenzato, mi sento molto depresso, non posso Fai di più quel giorno”, ha detto.

Il portavoce del CIO Mark Adams ha affermato che la pandemia ha accelerato gli sforzi dell’organizzazione per affrontare i problemi di salute mentale. Il Comitato Olimpico Internazionale ora fornisce psicologi e linee di assistenza in 17 lingue per gli atleti del Villaggio Olimpico.

Giochi Olimpici “Simon Byers”

Ma le aspettative imposte a Byers potrebbero essere superiori alla maggior parte delle persone.

Il golfista irlandese Rory McIlroy ha dichiarato: “Vivo negli Stati Uniti e tutto ciò che appare in TV, NBC o nelle pubblicità sulle Olimpiadi è Simone Biles. “Intendo dire, sono le Olimpiadi di Simon Byers, giusto?”

Tuttavia, alcuni esperti non sportivi hanno messo in dubbio la decisione di Byers. Il vice procuratore generale del Texas Aaron Reitz ha definito il suo ritiro dalle finali della squadra un “imbarazzo nazionale”.

Phil Dalhauser Giocatore di beach volley americano, Ha detto che era deluso e la gente avrebbe accusato la ginnasta di proteggerla.

“Ho visto entrambi i lati dell’argomento, lei è molto debole, come potrebbe lasciare la squadra, per me, sono un gruppo di quarterback lunedì mattina”, ha detto. “Penso che la gente criticherà presto.”

Non è chiaro se i commenti negativi abbiano fatto pressione su Byers.Ha partecipato alle finali all-around maschili e femminili di Tokyo, facendo il tifo per le sue ginnaste, e scoppiò in un applauso quando la sua compagna di squadra Sunisa Lee Ha vinto il campionato Giovedì.

“Versato [of] L’amore e il supporto che ho ricevuto mi hanno fatto capire che non sono solo risultati e ginnastica in cui non avevo mai creduto prima”, ha scritto sui social poco prima dell’evento.

Per conoscere gli ultimi sviluppi olimpici, fai clic sul pulsante “Aggiungi a myFT” nella parte superiore di questo Pagina

Newsletter settimanale

tabellone segnapunti Questa è la nuova newsletter settimanale imperdibile sull’attività sportiva del Financial Times, dove troverai la migliore analisi delle questioni finanziarie di club, franchising, proprietari, investitori e gruppi di media che interessano l’industria globale. Registrati qui.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *