Smith Group accetta di vendere la divisione medica al private equity degli Stati Uniti per 2,3 miliardi di dollari

[ad_1]

Aggiornamento fusioni e acquisizioni

Mentre il conglomerato britannico cerca di concentrarsi sulla tecnologia industriale, Smith Group ha accettato di vendere la sua divisione medica alla società di private equity statunitense TA Associates per 2,3 miliardi di dollari.

Il gruppo FTSE 100 Index prevede di ricevere un guadagno netto di 1,8 miliardi di dollari dalla vendita e di mantenere una quota del 30% nella divisione, che ha registrato vendite per 918 milioni di sterline lo scorso anno. Sulla base delle prestazioni future, questo importo potrebbe aumentare di 200 milioni di dollari USA.

Il gruppo britannico ha annunciato nel 2018 l’intenzione di separare Smiths Medical, che produce apparecchiature mediche professionali e apparecchiature monouso, per concentrarsi maggiormente sulla tecnologia industriale, ma alla fine ha deciso di vendere l’attività invece di dividerla.

Gli analisti hanno affermato che il prezzo delle azioni della società è stato trattenuto dal settore medico, che non corrisponde esattamente alle altre attività del gruppo, che producono apparecchiature che vanno dagli scanner per bagagli utilizzati nei controlli di sicurezza aeroportuali ai componenti satellitari.

Paul GereEntrato a far parte di Smiths Group da 3M negli Stati Uniti come CEO a maggio, ha dichiarato: “Questa transazione posiziona Smiths come un’azienda di tecnologia industriale più focalizzata con interessanti opportunità di crescita, un modello operativo comune e obiettivi comuni”.

Prevede di bilanciare l’utilizzo degli utili tra crescita degli investimenti e rendimenti per gli azionisti.

Questa transazione è l’ultima nella vendita di una società quotata nel Regno Unito a investitori di private equity statunitensi che hanno beneficiato di un basso costo del capitale durante la pandemia.

Sebbene l’operazione di acquisizione proposta sia Supermercato Wm Morrison E il gruppo aerospaziale e della difesa Ultra Electronics e Megit Destato preoccupazione tra i funzionari del governo britannico, la vendita di Smiths Medical, che ha sede in Minnesota, è considerata meno controversa perché impiega meno di 100 persone nel Regno Unito e negli Stati Uniti, che rappresentano la maggior parte delle sue vendite.

Tuttavia, Smith Medical ha svolto un ruolo chiave negli sforzi del Regno Unito per produrre i propri ventilatori all’inizio della crisi del coronavirus lo scorso anno.

TA Associates, con sede a Boston, ha una storia di acquisizioni di aziende mediche e ha completato più di 70 investimenti nel settore sanitario in circa 30 anni.

Birker Bahnsen, amministratore delegato di TA Associates, ha affermato di vedere molte opportunità di investire nella tecnologia Smiths Medical per rafforzare “la sua leadership in aree chiave del franchising come i sistemi di infusione, l’accesso vascolare e le cure intensive”.

Le azioni di Smiths Group sono aumentate dello 0,9% lunedì, scambiate a 15,68 sterline, ma la notizia è stata annunciata dopo la chiusura del mercato.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *