Sotto la pressione degli Stati Uniti, il Messico accelera la deportazione degli immigrati con un volo in direzione sud Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: il 13 agosto 2021, fuori dall’edificio dell’Istituto nazionale di immigrazione (INM) a Ciudad Juarez, in Messico, gli immigrati sono stati deportati dagli Stati Uniti e rimandati in Messico ai sensi dell’articolo 42. REUTERS/Jose Luis Gonzalez

Autori: Dave Graham (NYSE:) e Laura Gottesdiener

Città del Messico (Reuters)-Secondo funzionari e immigrati, sotto la pressione del governo degli Stati Uniti per frenare l’immigrazione illegale, il Messico ha silenziosamente trasportato migliaia di immigrati privi di documenti nel sud del paese per accelerare la loro partenza.

Il governo ha dichiarato a fine maggio https://www.gob.mx/inm/prensa/realiza-inm-retorno-asistido-de-932-personas-migrantes-rescatadas-en-la-frontera-de-mexico-con- estados-unidos?idiom=es Ha fatto quattro viaggi di ritorno dell’immigrazione quando ha iniziato il cosiddetto “ponte aereo” a sud, ma non ha detto quante persone ci fossero.

Il Messico ha ora inviato circa 13.000 persone dalle città del nord al confine meridionale tramite circa 100 voli, a complemento degli sforzi degli Stati Uniti https://www.reuters.com/world/us/exclusive-us-starts-flying-migrant- Famiglie-in-Due funzionari messicani che hanno familiarità con la questione hanno affermato che il mexico-far-border-source-2021-08-06 rimanderà gli immigrati in America Centrale.

Dicono che solo nell’ultima settimana circa 1.200 persone sono volate verso sud. Queste cifre non sono state riportate prima.

L’Istituto nazionale per l’immigrazione del Messico ha rifiutato di commentare. Il Ministero degli Affari Esteri ha dichiarato in una dichiarazione che sostiene un sistema di immigrazione umanitaria che rispetta le leggi nazionali e internazionali e sta lavorando con Washington per risolvere i problemi di immigrazione.

Quando è emersa la fuga dell’immigrazione, l’amministrazione Biden ha affrontato crescenti critiche per la sua gestione della questione.

Un funzionario messicano ha dichiarato: “Tutto questo per accogliere gli americani che sono molto preoccupati per l’immigrazione”. “Si stanno compiendo sforzi per accelerare la deportazione”.

Allo stesso tempo, il Messico sta spingendo gli Stati Uniti a revocare le restrizioni sui viaggi non essenziali attraverso il confine comune durante la pandemia.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

All’inizio di questo mese, l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha iniziato a far volare famiglie centroamericane e messicane nel Messico meridionale per fermare l’immigrazione, riprendendo la guida del suo predecessore, il modo di fare di Donald Trump.

Gli immigrati sui voli interni in Messico provengono da tutto il mondo e sono detenuti in base alla legge messicana o espulsi dagli Stati Uniti ai sensi dell’articolo 42 e altre misure.Questo è un meccanismo utilizzato dall’amministrazione Trump per accelerare il rimpatrio durante la pandemia. Dicono i funzionari.

Nel 2021 sono aumentate le preoccupazioni per gli immigrati privi di documenti al confine tra il sud degli Stati Uniti e il Messico, facendo pressione su Biden e sul governo messicano per fermare il flusso.

Dall’ottobre dello scorso anno, gli agenti statunitensi hanno arrestato o espulso 1.276 milioni di immigrati clandestini transfrontalieri, di cui quasi 200.000 nel solo luglio.

Secondo Reuters testimoni e osservatori della Humane Migrants Rights Alliance (CHIRLA), un’organizzazione di difesa, un volo che trasportava dozzine di migranti (compresi i bambini) è atterrato martedì nella città meridionale di Tapachula.

Secondo i testimoni, le autorità messicane hanno poi caricato i migranti su un autobus, li hanno portati a un valico di frontiera remoto per circa mezz’ora e hanno ordinato loro di attraversare il ponte pedonale in Guatemala.

Un membro della Guardia nazionale messicana di Tapachula ha detto che quando l’aereo è atterrato, i migranti sono stati trasportati da autobus per l’immigrazione ai punti di attraversamento di Talisman e Hidalgo City, e poi in Guatemala da lì.

Il governo guatemalteco non ha risposto a una richiesta di commento.

Durante il volo di martedì, il 26enne honduregno Antonio e il suo figlio più giovane sono scoppiati in lacrime quando si sono trovati a El Carmen, una piccola città del Guatemala.

Antonio ha rifiutato di fornire il suo cognome, dicendo che lui e suo figlio sono stati arrestati dalle autorità messicane per l’immigrazione nella città settentrionale di Monterrey e costretti a salire su un aereo diretto a sud, nonostante il desiderio di chiedere asilo in Messico.

Arturo Viscarra, un avvocato di CHIRLA che ha registrato il volo messicano, ha sostenuto che questo processo ha privato i migranti del loro diritto di asilo, lasciandoli “scaricati in Guatemala nel cuore della notte” e vulnerabili alla privazione e alla criminalità.

Antonio ha risposto a questa preoccupazione.

“Non ho un peso”, gridò. “E mio figlio non mangia niente da ieri.”

Il governo messicano ha dichiarato in un comunicato di essere impegnato a tutelare i diritti degli immigrati e dei richiedenti asilo.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *