Spiegato l’accordo Airbus/Boeing: cosa contiene e cosa accadrà dopo

[ad_1]

La fine della battaglia senza fine tra l’Unione Europea e gli Stati Uniti sui sussidi agli aerei e la lotta per lo stufato di branzino e agnello a Bruxelles hanno segnato una tregua apparentemente importante. Spinoso conflitto commerciale.

Per i politici a Bruxelles, si spera che l’accordo Airbus-Boeing possa invertire in modo decisivo le tensioni commerciali dell’era Trump. Per le imprese su entrambe le sponde dell’Atlantico, ha sollevato lo spettro di imporre tariffe punitive su merci che vanno dall’aviazione alla melassa di canna da zucchero georgiana e al formaggio italiano.

ma transazioneLa conclusione al vertice UE-USA di martedì ha segnato anche l’inizio di un processo a lungo termine che richiede una stretta cooperazione se le due parti vogliono stare lontane l’una dall’altra e concentrarsi sulle sfide commerciali reciproche poste dalla Cina.

Qual è il contenuto della controversia?

Si può far risalire al 2004, quando Airbus ha consegnato per la prima volta più velivoli dei suoi concorrenti americani. La precedente comprensione dei sussidi è crollata e il governo degli Stati Uniti ha accusato gli aiuti di Stato di iniquità. L’UE ha respinto le sue lamentele. L’Organizzazione mondiale del commercio ha avviato un’indagine su entrambe le parti.

La principale critica degli Stati Uniti si è concentrata sulla cosiddetta assistenza al lancio fornita ad Airbus dai paesi ospitanti dell’Unione Europea (quindi Gran Bretagna, Francia, Germania e Spagna). Questa assistenza è equivalente ai fondi forniti dal governo per lo sviluppo di nuovi modelli ed è compensata da royalties per vendite future.

L’UE ha ribattuto che Boeing ha beneficiato del sostegno degli Stati Uniti per aver violato le regole dell’OMC, in particolare lo sgravio fiscale nello Stato di Washington, dove si trova la società. Ne sono scaturite controversie tit-for-tat, poiché ciascuna parte ha accusato l’altra di non aver rispettato (con successo) le decisioni dell’OMC.

Nel 2019, l’OMC ha concesso agli Stati Uniti il ​​diritto di imporre 7,5 miliardi di dollari in dazi di ritorsione sui prodotti europei. La hot list americana spazia dai vini francesi alle macchine utensili tedesche.

L’anno successivo, l’UE è stata autorizzata a tariffa Merci statunitensi per un valore di quasi 4 miliardi di dollari USA. La sua hot list altrettanto eclettica spazia dai liquori ai pesci ornamentali.

Con l’arrivo dell’amministrazione Biden, porre fine alla controversia è diventata una seria possibilità e sempre più persone si rendono conto che ciò danneggerà le società di entrambe le parti e allo stesso tempo contribuirà alle ambizioni della Cina nel mercato dell’aviazione civile commerciale.

A marzo, entrambe le parti hanno concordato Sospendere le loro tariffe di ritorsione Quattro mesi hanno creato una finestra per i negoziati.

Cosa c’è nella transazione?

L’elemento chiave è la sospensione delle tariffe punitive per cinque anni e la costituzione di un gruppo di lavoro incaricato di raggiungere un consenso finale sui sussidi passati e futuri.

Boeing ha accolto con favore l’accordo, affermando di “impegnare l’Unione europea a risolvere il problema dell’assistenza al lancio e stabilire le regole necessarie per garantire che l’Unione europea e gli Stati Uniti rispettino questo impegno senza la necessità di ulteriori azioni dell’OMC”.

Un grafico a linee di riaggiustamento del prezzo delle azioni mostra le prestazioni delle azioni Boeing e Airbus

Tuttavia, al fine di stabilire alcune regole per questo percorso, verranno utilizzati i benchmark dell’OMC su finanziamenti R&S, agevolazioni fiscali e altri tipi di sussidi. L’accordo richiede anche contatti ministeriali regolari, principalmente tra il commissario europeo per il commercio Valdis Dombrovskis e la rappresentante per il commercio degli Stati Uniti Katherine Tai, per esaminare i progressi.

Ciò che è importante è che entrambe le parti concordino di cooperare per gestire i nuovi arrivati ​​in “economia non di mercato” che entrano nel mercato dell’aviazione civile. In una dichiarazione, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden lo ha chiaramente collegato al contrattacco secondo cui “il comportamento non di mercato della Cina in questo campo offre alle aziende cinesi un vantaggio sleale”.

Qual è l’impatto sull’industria aeronautica?

Benvenuto sollievo.Il settore è stato in I più colpiti dal Covid-19, E la prospettiva di una guerra commerciale sarà un ulteriore, costoso disturbo. A causa delle compagnie aeree a corto di liquidità che annullano o posticipano gli ordini, le consegne degli aerei sono ancora molto al di sotto dei livelli pre-pandemia.

Funzionari di Airbus e Boeing hanno anche affermato di recente che sperano di raggiungere un accordo. Oltre al coronavirus, il loro duopolio di lunga data sta affrontando anche la concorrenza cinese sempre più agguerrita: il produttore di aviazione statale COMAC sta sviluppando il C919, che mira a competere con Airbus A320 e Boeing 737.

Previsioni Boeing L’anno scorso la Cina diventerà il più grande mercato dell’aviazione del mondo: negli ultimi dieci anni, circa il 25% della crescita mondiale dell’aviazione è derivato da questo paese asiatico.

“Sono fiducioso che abbiamo risolto queste controversie”, ha detto Dai martedì. “Stiamo mettendo via le valigette del contenzioso”.

Dove porterà l’accordo al commercio tra l’UE e gli Stati Uniti?

Mette fine a una fonte di disarmonia di vecchia data. Ora Bruxelles sta spingendo per un altro sviluppo: le tariffe dell’acciaio e dell’alluminio dell’era Trump.

Questi danneggiano gli interessi dei produttori dell’UE e portano l’UE a un’altra ondata di ritorsioni contro i prodotti di consumo americani come Harley-Davidson e bourbon. Martedì Biden e i leader dell’UE hanno concordato di istituire un gruppo di lavoro su questo tema.

Un grafico a barre della bilancia commerciale tra l'UE e gli USA, che mostra l'eccedenza dell'UE per settore industriale per gruppo di prodotti (miliardi di euro)

Per l’UE, questo è un argomento particolarmente feroce, perché l’amministrazione Trump ha elencato l’UE come una minaccia alla sicurezza nazionale insieme al Canada e ad altri tradizionali alleati degli Stati Uniti per giustificare questa mossa. Tuttavia, sebbene il Canada sia stato successivamente approvato da Trump come parte dell’accordo commerciale aggiornato per sospendere l’attuazione, l’UE non è stata sollevata.

Funzionari dell’UE hanno affermato che l’UE sta attualmente adottando un approccio a doppio binario per porre fine alle controversie mentre porta avanti un’agenda positiva. A tal fine, Biden e i leader dell’UE hanno anche concordato di istituire un “Comitato per il commercio e la tecnologia” per cooperare allo sviluppo di regole e standard tecnici per le industrie emergenti come l’intelligenza artificiale e le tecnologie sensibili come i semiconduttori.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *