Spinte dallo sport e dal bel tempo, le vendite al dettaglio nel Regno Unito sono aumentate a giugno

[ad_1]

I dati del settore mostrano che, guidate dall’allentamento delle restrizioni del blocco, dal Campionato europeo di calcio 2020 e dal rilascio della domanda repressa, le vendite al dettaglio nel Regno Unito sono cresciute al ritmo più veloce mai registrato nel secondo trimestre.

Secondo i dati congiunti della British Retail Association e della società di consulenza KPMG, da aprile a giugno le vendite al dettaglio sono aumentate del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2019, il tasso di crescita più rapido dal 1995.

Rispetto allo stesso mese prima della pandemia, le vendite al dettaglio a giugno sono aumentate del 13%, il che ha attenuato le preoccupazioni sulla perdita di slancio economico con l’aumento delle infezioni da Covid-19 a livello nazionale.

Helen Dickinson, amministratore delegato della British Retail Alliance, ha affermato che la “crescita anormale” nel secondo trimestre è stata dovuta al rilascio della domanda dei consumatori accumulata durante il precedente blocco.

“Quando il sole splende nella prima metà di giugno, i mercati della moda e delle calzature hanno ottenuto buoni risultati… L’inizio della Coppa dei Campioni nel 2020 ha promosso lo sviluppo della televisione, degli snack e della birra”, ha aggiunto.

Tuttavia, l’Ufficio nazionale di statistica rapporto Il tasso di crescita della produzione economica a maggio è stato molto inferiore alle attese. Dati ad alta frequenza, come prenotazioni di ristoranti, visite a negozi e ristoranti, Schermo Dopo la riapertura dei ricevimenti al coperto nella maggior parte del paese il 17 maggio, il periodo di punta di giugno è diminuito.

Inoltre, sebbene il BRC abbia riferito che le vendite al dettaglio a maggio avevano un livello pre-popolare relativamente forte, i dati ufficiali del National Bureau of Statistics del Regno Unito hanno mostrato che le vendite sono diminuite rispetto al mese precedente, il che ha messo in dubbio la forza della ripresa del settore.

Tuttavia, i dati BRC mostrano che, nonostante la popolarità della variante Delta scoperta per la prima volta in India, gli acquirenti hanno ancora un grande appetito. Gli esperti hanno sottolineato che dopo che le restrizioni relative al Covid-19 sono state revocate nella maggior parte del paese il 19 luglio, la forza della ripresa dei consumi dipenderà dal senso di sicurezza degli acquirenti.

Paul Martin, direttore della vendita al dettaglio di KPMG nel Regno Unito, ha affermato che la sfida per i rivenditori è “convincere i consumatori che è sicuro fare acquisti nei negozi poiché le restrizioni sull’uso di maschere e il distanziamento sociale stanno per finire”.

Ha esortato il governo a “garantire la sicurezza del pubblico mentre porta avanti il ​​suo programma di vaccinazione di grande successo”.

Barclaycard riporta che la spesa dei consumatori a giugno è aumentata dell’11% rispetto allo stesso mese del 2019, evidenziando il forte rimbalzo del settore.

“I britannici sono tornati in massa nei bar, pub e birrerie all’aperto per guardare le partite di calcio e tennis sui grandi schermi, perché l’ondata di caldo all’inizio di questo mese ha incoraggiato molti di noi a uscire e socializzare”, Rashir Aha, capo dei consumatori Said Raheel Ahmed. Un prodotto di Barclays Bank nel Regno Unito.

Secondo Barclaycard, che tiene traccia di quasi la metà delle transazioni con carta di credito e di debito nel Regno Unito, dal settembre dello scorso anno la spesa delle persone nei bar e nei pub è aumentata, mentre la spesa per supermercati e specialità alimentari e bevande è cresciuta fortemente.

Allo stesso tempo, le industrie di hotel, resort e alloggi hanno registrato il più alto livello di attività prima della pandemia, portando un “raggio di speranza” all’industria del turismo del Regno Unito.

Tuttavia, poiché le restrizioni del “sistema a semaforo” continuano a limitare le vacanze all’estero, le spese delle agenzie di viaggio e delle compagnie aeree sono diminuite di oltre il 70%.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *