Standard & Poor’s declassa il Kuwait a causa della mancanza di una strategia di finanziamento del deficit

[ad_1]

Reuters

All’APEC, il fondatore di TSMC ha criticato gli sforzi della catena di fornitura di chip “onshore”

Venerdì, i fondatori del gigante dei chip TSMC sembravano criticare gli sforzi di Stati Uniti e Cina per diventare autosufficienti nella produzione di semiconduttori, affermando che aumenterebbero i costi e limiterebbero il progresso tecnologico. Spinti dalla guerra commerciale e dai propri problemi di sicurezza, la Cina e gli Stati Uniti hanno lavorato duramente per produrre più chip in grado di far funzionare vari dispositivi, da smartphone, frigoriferi a missili, e alimentare l’economia globale. Entrambi i paesi hanno investito miliardi di dollari per ottenere Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC), il più grande produttore di chip per fonderia al mondo, e Taiwan, sede di altri produttori, nel tentativo di bilanciare Washington e Pechino.

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *