Starmer ha esortato il partito laburista ad accettare l’eredità di Blair perché ha promesso di vincere le prossime elezioni

[ad_1]

Sir Kil Starmer ha promesso di “rovesciare completamente il partito laburista” e di prepararsi per il riavvio della sua leadership in autunno, esortando gli attivisti ad accettare l’eredità politica di Tony Blair per aiutare il principale partito di opposizione britannico a vincere le prossime elezioni.

Ha detto che deve essere dimostrato che il Partito Laburista non è un partito di protesta, ma è seriamente intenzionato a conquistare il potere, il che significa essere “molto orgogliosi” di ciò che Blair e il suo successore Gordon Brown hanno ottenuto quando sono entrati in carica.

Dal 2010, il partito ha perso quattro elezioni consecutive. Nel 2019, sotto la guida dell’eroe di sinistra del partito laburista Jeremy Corbyn, il partito laburista è sceso alla sua peggiore performance dal 1935 e il partito conservatore di Boris Johnson ha vinto con una vittoria schiacciante.

Stammer, che ha vinto la leadership nell’aprile dello scorso anno, ha dichiarato in un’intervista al Financial Times di essere determinato a ricostruire la cultura politica del partito e ripristinare la sua reputazione nell’economia.

“Sono profondamente consapevole che uno dei miei primi compiti è ricostruire il rapporto tra il partito laburista e l’impresa”, ha detto durante la sua visita in Scozia. Ha una visione strategica: “Vinci le prossime elezioni”.

Ha detto che il suo discorso di settembre alla conferenza del partito laburista a Brighton sarà “un momento importante”. La sua sfida è convincere il pubblico britannico che ha il carattere, la visione e le politiche per diventare il prossimo primo ministro.

Ha ammesso che non è facile parlare di costruire una Gran Bretagna post-pandemia. Non è stato in grado di parlare con persone o un vasto pubblico se non attraverso l’obiettivo della fotocamera, aggiungendo che il Covid-19 ha “chiuso lo spazio per il dibattito politico”.

Kyle Starmer (a destra) parla con lo staff della Whiteley Wind Farm fuori Glasgow © Charlie Bibby/FT

Ma per alcuni nel suo partito, le scuse sono diventate deboli: se il partito laburista avesse perso le elezioni suppletive di Batley e Spoon il mese scorso, le critiche a Starmer sarebbero state assordanti.

Ora, il leader del partito laburista che è in tournée estiva nel Regno Unito ha un po’ di respiro. “Riconosco che dobbiamo alzarci in piedi e apportare i cambiamenti che vogliamo vedere per questo paese”, ha detto. Ma ha detto che le elezioni suppletive sono state “un momento critico” in cui il messaggio dell’unità del partito sulla divisione è stato trionfato, anche se solo debolmente.

La balbuzie ha affermato: “Il partito laburista può vincere solo se ha uno sguardo al futuro”, ma affinché il partito convinca gli elettori che può cambiare le loro vite, deve “ricordare con orgoglio” alle persone ciò che hanno fatto l’ultima volta in potenza.

Ha affermato che l’amministrazione del lavoro nel 1997-2010 ha risolto il problema della povertà, ha migliorato le prospettive per i bambini e ha iniziato a rispondere ai cambiamenti climatici. Ha aggiunto che tutti i governi commettono errori, soprattutto quando sono al potere da 13 anni.

Molti attivisti laburisti disprezzano Blair, soprattutto perché ha sostenuto l’invasione dell’Iraq nel 2003. Nel 2011, hanno fischiato il suo nome alla conferenza del lavoro. Ma Starmer ha detto: “Dobbiamo essere orgogliosi di questo primato nel governo, non allontanarlo o alienarlo”.

Stammer spera anche di promuovere i documenti dei leader del partito laburista, come Mark Drakeford in Galles, Andy Burnham a Manchester e Sadiq Khan a Londra, per ricordare alle persone, che potrebbero aver dimenticato, che il partito sta effettivamente operando.

“Dobbiamo rovesciare completamente il Partito Laburista, ed è quello che abbiamo fatto negli ultimi 18 mesi”, ha detto. “Troppi dei nostri membri e sostenitori credono che vincere le controversie di lavoro interne stia cambiando il mondo, non è così. Dobbiamo cercare la verità dai fatti”.

Durante la sua visita a Glasgow, il leader del Partito Laburista ha mostrato un tenace entusiasmo in una partita di futsal con una squadra guidata dal nuovo leader del Partito Laburista Scozzese, Anas Sarwar. Ma perché questo non è più evidente nella sua politica?

Keir Starmer gioca a calcio a 5

Stammer gioca a futsal nel “thriller a 32 palle” di Glasgow © Charlie Bibby/FT

“Quello che vedi sul campo di calcio è esattamente lo stesso entusiasmo che vedi nel mio cuore per i cambiamenti che dobbiamo portare in Inghilterra”, ha insistito. Stammer era soddisfatto della debole vittoria della sua squadra nel “thriller a 32 palle”.

Ma anche i membri del gabinetto ombra di Starmer hanno espresso incertezza su ciò che ha effettivamente guidato la loro leadership. “Qual è la sua stella polare?” ha chiesto un membro della prima fila.

Stammer ha detto che spera di migliorare la sicurezza in tempi di incertezza, sia nell’istruzione, nel lavoro, nelle comunità locali o nella lotta ai cambiamenti climatici.

Durante una visita all’enorme parco eolico di Whiteley vicino a Glasgow, il più grande del suo genere nel Regno Unito, ha affermato che il primo ministro è un “ritardatore del clima” piuttosto che un negazionista del cambiamento climatico, ostacolando importanti investimenti nella riduzione delle emissioni.

Come parte del suo nuovo approccio, ha affermato che il partito laburista formulerà l’economia basata sulla ridefinizione delle priorità della spesa pubblica – piuttosto che su molti impegni aggiuntivi – e sulla creazione di una “partnership” tra aziende e informazioni sul “governo attivo”.

Anche la Brexit, argomento tabù da molto tempo, tornerà in agenda perché il Labour Party ha promesso di ricostruire i rapporti Ue e di “migliorare l’accordo commerciale” dell’accordo di Johnson con Bruxelles. “Sì, penso che ci sia spazio per discutere della Brexit e dell’accordo sulla Brexit”, ha detto.

Ha confutato l’affermazione secondo cui il partito di sinistra “Alleanza Progressista” ha sconfitto Johnson, dicendo che “se ne è parlato in ogni elezione che ricordo”. Ha aggiunto: “Con il nostro sistema attuale, se vuoi un governo del partito laburista, devi votare per il partito laburista”.

Starmer ha anche escluso la possibilità di collaborare con lo Scottish National Party per aiutarlo a entrare a Downing Street. “Non c’è nessun accordo, e non ci sarà nessun accordo nelle prossime elezioni”, ha detto.

Kyle Starmer (a sinistra) e Anas Saval

Keir Starmer (a sinistra) e Anas Sarwar, leader del Partito laburista scozzese © Charlie Bibby/FT

La Scozia era una volta il cuore del partito laburista, ma è stata quasi distrutta dalla frana del SNP nel 2015. Anche nel 2019 ha vinto un solo seggio a nord del confine rispetto a 45 SNP. “Abbiamo una montagna da scalare”, ha ammesso Stammer.

Crede che la Gran Bretagna alla fine si stancherà di Johnson. “Negli ultimi due o tre mesi, la gente ha cominciato a vedere chi è il primo ministro”, ha detto.

Ha affermato che il pubblico era arrabbiato per il piano iniziale di Johnson di eludere le norme sulla quarantena per il Covid. “Una delle loro regole e un’altra regola degli altri sono davvero importanti”, ha detto Starmer.

Ma, soprattutto, insiste sul fatto che lo stile politico di Johnson, inclusa la Brexit e la cosiddetta “guerra culturale”, non ha vie d’uscita, anche se i sondaggi d’opinione mostrano ancora il contrario. “Penso che questo paese abbia bisogno di unirsi”, ha detto Stammer. “La parte migliore del decennio è definita dalla divisione. Quello che voglio fare e quello che il partito laburista cerca di fare è trovare un punto di unità”.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *