Stem è un gioco sul futuro delle batterie. Il suo stock può raddoppiare.

[ad_1]

Illustrazione di Marcus Marit

Con la crescente quota di energia rinnovabile nella produzione mondiale di energia, le batterie stanno diventando sempre più grandi.Questa è una buona notizia per i fornitori di accumulo di energia

L’energia rinnovabile rappresentava solo il 10% della produzione energetica degli Stati Uniti 20 anni fa. Ora ha raggiunto il 20%. Poiché gli Stati Uniti, come altri paesi, questa percentuale dovrebbe continuare a crescere Eliminare gradualmente i combustibili fossili Sostenere alternative più rispettose dell’ambiente.

Il governo Biden spera di raggiungere il 100% di produzione di energia senza emissioni di carbonio entro il 2035.Tuttavia, per raggiungere questo obiettivo, le società di servizi pubblici necessitano di un gran numero di batterie ad alta capacità da immagazzinare Energia prodotta dalle turbine eoliche E i pannelli solari, quando soffia il vento e splende il sole, quindi quando non ci sono, c’è la distribuzione dell’energia.

È qui che entra in gioco Stem (codice stock: STEM). L’azienda con sede a San Francisco installa grandi batterie per aziende di servizi pubblici e industriali e vende software per gestirli.

L’azienda è piccola; dalla sua fusione con Star Peak Energy Transition ad aprile, il suo valore di mercato è sceso del 20% a un recente $ 21,34 e il suo valore di mercato è di circa $ 2,8 miliardi. Ma Stem ha già dozzine di clienti di servizi pubblici e ha implementato più di 900 sistemi che, se combinati, possono generare 1 gigawattora di elettricità, sufficiente per alimentare 100 case per un anno. Scommettere su Stem significa scommettere sul futuro delle energie rinnovabili.

Prezzo recente: $ 21,34 Variazione da inizio anno: 4,3% Valore di mercato (miliardi): $ 2,82022E Vendite (milioni) $ 3152022E Utile netto (milioni) – $ 162022E EPS- $ 0,102022E EV/Sales7.7

E=stima; EV=valore aziendale

Fonte: Bloomberg

Stem non produce batterie e ci sono buone ragioni per questo.Le batterie agli ioni di litio per applicazioni di stoccaggio commerciale sono diventate una merce in un mercato dominato da pochi giganti, come ad esempio

LG Chem

(051910.Corea) e

Tecnologia Amperex contemporanea

(300750. Cina).

L’analista del Credit Suisse Maheep Mandloi ha affermato che gli array di batterie possono sostituire le costose centrali elettriche a gas naturale utilizzate da molte società di servizi pubblici per soddisfare i picchi di domanda, sottolineando che la transizione è in corso da diversi anni. Ad esempio, nel 2020, l’Australia ha acquistato notoriamente un enorme array di batterie.

Tesla

(TSLA) Stoccaggio di elettricità da grandi parchi eolici nelle aree povere di energia del paese.

I prezzi dell’elettricità cambiano durante il giorno. Le aziende industriali di solito pagano in base al prezzo massimo che raggiungono ogni mese. Il calo dei costi delle batterie ha portato molte persone a installare sistemi solari con capacità di accumulo di energia. Questi possono sostituire alcune utenze per generare elettricità, specialmente durante i periodi di picco di utilizzo.

L’uso di energia rinnovabile e batterie per sostituire l’energia delle utenze è noto come “dietro il contatore”. Stem installa batterie e fornisce software che utilizza l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico per ottimizzare le sue prestazioni passando automaticamente dall’alimentazione a batteria, alla generazione di energia in loco e alla rete elettrica. “Le aziende industriali possono risparmiare fino al 30%”, ha affermato il CEO di Stem John Carrington.

Se il piano per l’energia verde di Biden prevede crediti d’imposta per l’installazione di accumulatori per incoraggiare le persone ad acquistare sistemi solari, proprio come il credito incoraggia l’acquisto di auto elettriche, le azioni di Stem potrebbero trarne vantaggio. L’industria energetica stazionaria cercherà il sostegno fiscale federale nei prossimi mesi.

Ma anche senza incentivi fiscali, le azioni di Stem sembrano interessanti. Mandloi li ha giudicati superiori al mercato, principalmente perché Stem ha una quota di mercato del 30% nel mercato dietro al contatore elettrico, dove compete con Enel X, parte del Gruppo Enel (ENEL.Italy), e software per l’energia, e compete con Rete AutoNet.

Le vendite di Stem nel secondo trimestre sono state di 19 milioni di dollari USA e le sue vendite annuali dovrebbero essere di 147 milioni di dollari USA, che è superiore ai circa 36 milioni di dollari USA nel 2020. Le società industriali rappresentano la maggior parte della sua attività, mentre i servizi di pubblica utilità e altri generatori di energia rappresentano il resto.

Il prezzo della recente transazione di Stem è circa otto volte le vendite dell’azienda nel 2022, il che sembra molto costoso. Ma le sue entrate dovrebbero più che raddoppiare nel 2022 per raggiungere i 315 milioni di dollari.questo Indice di crescita Russell 1000 Il volume delle transazioni è circa quattro volte le vendite previste nel 2022, ma si prevede che le sue entrate aumenteranno di circa il 9% dal 2021 al 2022. Stem ha anche 475 milioni di dollari in contanti, ricevuti ad aprile attraverso una fusione con una speciale società di acquisizione pubblica Star Peak.

Mandloi presume che le spedizioni di batterie Stem aumentino in media del 48% all’anno. Ha detto che entro il 2030 dovrebbe generare 757 milioni di dollari in EBITDA o Ebitda ogni anno. Questo gli dà un prezzo obiettivo di $ 48 per azione, che è più del doppio del prezzo di chiusura di venerdì e 28 volte il valore stimato dell’Ebitda nel 2023. Sulla stessa base,

Energia in fase

(ENPH​​) è un’altra società di tecnologia rinnovabile con un rapporto P/E di 35 volte previsto nel 2023.

Le potenziali ricompense non sono prive di rischi, Stem ne ha molte. Da un lato, non sarà redditizio prima del 2022. Se le vendite di veicoli elettrici aumentano, ciò può limitare la fornitura di batterie per applicazioni di alimentazione stazionaria. Quasi certamente la concorrenza si intensificherà.

Dopo la fusione, il declino del titolo potrebbe aver riflesso molte di queste preoccupazioni. Tuttavia, i 475 milioni di dollari che possiede dovrebbero aiutare l’azienda a crescere fino a quando non inizia a generare un flusso di cassa positivo dalle operazioni.

“Hai bisogno di un buon bilancio”, ha detto il CEO Carrington. “L’altra persona ti ha guardato e ha detto: ‘Rimarrai qui tra 20 anni?'” Ha detto che da quando Stem ha ricevuto denaro extra, le richieste di lavoro sono aumentate. Non sorprenderti se lo stock è lo stesso.

Scrivere a Ergen in allen.root@dowjones.com

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *