Sydney affronta l’estensione del blocco COVID-19 in casi da record nel 2021 Reuters

[ad_1]

© Reuters. L’8 luglio 2021, a Sydney, in Australia, una donna che indossa una maschera protettiva cammina lungo un sentiero costiero durante il blocco per frenare la diffusione della malattia da coronavirus (COVID-19). REUTERS/Loren Elliott

Di Renju Jose e Byron Kaye

Sydney (Reuters)-Le autorità australiane venerdì hanno chiesto ai 5 milioni di residenti di Sydney di rimanere a casa e hanno avvertito che, a causa dei loro sforzi per contenere l’epidemia di COVID-19, il blocco di tre settimane potrebbe essere esteso. maggior incremento nel 2021.

Centinaia di altri agenti di polizia hanno pattugliato parti di Sydney per far rispettare l’ordine di blocco della città per contenere l’epidemia del virus delta altamente contagioso, che ora ha più di 400 casi.

“Il Nuovo Galles del Sud (stato) sta affrontando la più grande sfida che abbiamo affrontato dall’inizio della pandemia”, ha detto ai giornalisti a Sydney il governatore dello stato Gladys Berejiklian. “Attualmente i numeri non si stanno muovendo nella giusta direzione”.

“Per favore, non lasciare la tua casa. Non lasciare la tua casa a meno che non sia assolutamente necessario”, ha detto Berejiklian.

Venerdì, lo stato più popoloso dell’Australia, il Nuovo Galles del Sud, ha riportato 44 infezioni locali, più di 38 il giorno prima, 29 delle quali erano nella comunità al momento dell’infezione.

Attualmente, 43 pazienti sono ricoverati e 10 persone sono in terapia intensiva, di cui 4 necessitano di ventilazione.

Sebbene la città più grande dell’Australia sia stata chiusa per due settimane, ora è stata estesa alla terza settimana che termina il 16 luglio, ma il numero di casi è ancora in aumento.

Nella periferia sud-ovest di Sydney, che ora è l’epicentro dell’epidemia, venerdì le strade erano quasi vuote e gruppi di agenti di polizia hanno pattugliato i sobborghi.

Al fine di limitare ulteriormente l’interazione delle persone, a partire da venerdì sera, le riunioni pubbliche saranno limitate a due persone e i residenti potranno trovarsi a soli 10 chilometri (6 miglia) di distanza dalle loro case.

Berejiklian ha anche confutato i rapporti secondo cui il governo sta valutando di spostare la sua politica verso la “coesistenza con il virus” sulla base del fatto che la copertura vaccinale dell’Australia è bassa.

“Se scegliamo di sopportare questo con un tasso di vaccinazione del 9%, vedremo migliaia di ricoveri e decessi”, ha detto Berejiklian.

Sebbene le prestazioni dell’Australia nel mantenere il numero di COVID-19 relativamente basso siano molto migliori rispetto a molti altri paesi sviluppati, a causa dei vincoli di fornitura e delle mutevoli raccomandazioni mediche per il suo principale vaccino AstraZeneca (NASDAQ:), l’introduzione della vaccinazione è stata la più lenta.

L’Australia ha sempre fatto affidamento sul vaccino AstraZeneca per combattere questa epidemia, ma a causa del rischio di coaguli di sangue, ora è limitato alle persone di età superiore ai 60 anni nel suo centro di vaccinazione di massa, con conseguente carenza di fornitura di vaccini. Pfizer (New York Stock Exchange:) Adatto a persone tra i 40 ei 60 anni.

Circa un quarto dei pazienti ricoverati nell’epidemia di Sydney ha 35 anni e meno, secondo il piano del governo, questa fascia di età non è ancora ammissibile alla vaccinazione.

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha dichiarato venerdì che Pfizer aumenterà la consegna di vaccini COVID-19 a circa 1 milione di dosi a settimana dal 19 luglio, che è più di tre volte le attuali spedizioni, ma ha affermato che non è stato ancora deciso se fornirlo a persone di età inferiore ai 40 anni.

Ha detto: “Questo ci mette in una posizione molto vantaggiosa per poter completare questo lavoro verso la fine dell’anno o anche prima”.

Pfizer ha affermato che il numero totale di 40 milioni di dosi di farmaci che ha firmato per la consegna in Australia nel 2021 non è cambiato. Morrison ha affermato che Pfizer consegnerà il vaccino in Australia da settembre ad agosto.

Morrison ha detto che allo stesso tempo, l’Australia Meridionale condurrà un test di isolamento domiciliare.In precedenza, alcune persone hanno criticato il fatto che tutte le persone che entrano nel paese dovrebbero sottoporsi a un isolamento in hotel di due settimane. Dopo che l’Australia ha efficacemente eliminato il virus chiudendo i suoi confini internazionali, le perdite di virus dell’isolamento degli hotel sono state la fonte di epidemie nelle comunità australiane.

Jamal Rifi, un medico di base dell’area di Sydney dove il numero di infezioni è in aumento, ha affermato che molti residenti hanno frainteso il rischio di mutazione delta, ma con l’aumentare del numero di casi, si sono gradualmente resi conto.

“Questa notizia si è diffusa nella comunità e penso che vedrai più persone ora limitare le loro azioni e prendere più seriamente questa variante Delta”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *