Tasso di interesse medio della carta di credito

[ad_1]

19,62%

Il tasso di interesse medio per tutte le carte di credito nel database delle carte di credito di Investopedia nel luglio 2021.

Sulla base del tasso pubblicitario medio di centinaia dei prodotti di carte di credito più popolari sul mercato, il tasso di interesse medio delle carte di credito per tutte le carte di credito nel database di Investopedia è attualmente del 19,62%. I dati sui tassi di interesse medi di Investopedia sono significativamente diversi dal tasso di interesse medio complessivo delle carte di credito monitorato dalla Federal Reserve La (Federal Reserve) ha recentemente quotato il 14,75% nel febbraio 2021, superiore al 14,65% alla fine del quarto trimestre del 2020. Il motivo è che la Fed ha campionato un numero relativamente limitato di banche e ha considerato solo la gamma di tassi di interesse annunciata dalla emittente della carta.Data la media Punteggio di credito FICO Secondo i dati di Experian, il numero di 711 degli Stati Uniti nel 2020 è superiore a 703 nel 2019 Investopedia ritiene che sia più accurato tracciare la mediana piuttosto che la fascia bassa dell’intervallo di tassi di interesse della carta di credito pubblicitaria, perché il punteggio di credito di 711 non soddisfa il miglior tasso di interesse implicito nel tasso di interesse medio della Federal Reserve.

Punti chiave

  • Il tasso di interesse medio disponibile nel database di Investopedia di oltre 300 carte è del 19,62%
  • I tassi di interesse delle carte di credito dipendono in gran parte dalla qualità del credito del richiedente
  • I migliori tassi di interesse delle carte di credito sono riservati a chi ha un buon credito

Nel prossimo futuro, i tassi di interesse delle carte di credito dovrebbero rimanere sostanzialmente invariati, come adotta la maggior parte degli emittenti di carte Fed prime rateTuttavia, a seconda della pressione della concorrenza e delle politiche di rischio delle singole banche, i limiti inferiore e superiore dei tassi di interesse delle carte disponibili possono variare di mese in mese. Dopo aver tagliato i tassi di interesse due volte nel 2019 per motivi economici generali, hanno tagliato nuovamente i tassi di interesse nel marzo 2020 nel tentativo di utilizzare la politica monetaria per avviare l’attività economica durante la crisi iniziale del COVID-19. Riserva federale degli Stati Uniti Non si prevede di apportare ulteriori adeguamenti al tasso di riferimento sui fondi federali e ha espresso la propria riluttanza ad aumentare il tasso sui fondi federali nel prossimo futuro (forse fino al 2023). Sebbene la Federal Reserve abbia recentemente fornito indicazioni, se l’inflazione si ripresenta, i pagamenti di stimolo potrebbero aumentare la pressione per aumentare i tassi di interesse più avanti nel 2021. Vari prestiti al consumo, comprese le carte di credito, sono legati alle variazioni del tasso sui fondi federali e il tasso sui fondi federali è un meccanismo utilizzato dalla Federal Reserve per stimolare o rallentare l’entità dei prestiti in base alle condizioni economiche.

Ci sono diversi fattori che influenzano l’impostazione dei tassi di interesse delle carte di credito personali, il più importante dei quali è la qualità del credito: le persone con un buon credito ottengono il tasso di interesse più basso, mentre quelle senza credito o con cattivo credito ottengono il tasso di interesse più alto. Altri fattori includono il tipo di carta di credito e la politica dei prezzi basata sul rischio del particolare emittente della carta di credito.

Investopedia tiene traccia delle tariffe pubblicitarie medie dei nuovi richiedenti.Queste tariffe pubblicitarie medie sono solitamente quotate come una gamma di ogni prodotto di carta, che copre più di 300 offerte di carte, come mostrato di seguito, suddivise per qualità del credito, tipo di carta ed emittente della carta.

Tasso di interesse per tipo di qualità del credito

Le diverse gamme di qualità del credito possono variare a seconda del tipo di punteggio utilizzato, ma il punteggio di credito più popolare utilizzato dai prestatori di carte di credito è punteggio FICO.

Le diverse gamme di qualità del credito possono variare a seconda del tipo di punteggio utilizzato, ma il punteggio di credito più popolare utilizzato dai prestatori di carte di credito è punteggio FICOLa qualità del credito è definita in base all’intervallo di punteggio FICO per ciascun livello di qualità del credito:

Intervallo di punteggio di credito FICO
superiore 740-850
Ok 670-739
Giusto 580-669
Cattivo/nessun credito 350-579

Per coloro che hanno bisogno di stabilire o ricostruire il credito, è fondamentale iniziare a utilizzare il credito in modo attivo e responsabile: questo significa pagare le bollette sempre in tempo e mantenere i tassi di utilizzo al di sotto del 30% del limite di credito. Se non hai credito a tuo nome, una carta di credito protetta può essere un buon punto di partenza. Questo può richiedere tempo, ma un uso responsabile del credito può produrre risultati positivi in ​​soli sei mesi e accumularsi nel tempo.

Tasso di interesse per tipo di carta di credito

  • ricompensa: Carte di credito che forniscono punti, miglia o cash back
  • alunno: Una carta di credito progettata per la storia creditizia limitata e le esigenze di formazione creditizia degli studenti universitari
  • Garantito: Carte di credito che richiedono un deposito come limite di credito iniziale
  • attività commerciale: una carta di credito progettata per i proprietari di piccole imprese per isolare le spese aziendali e il capitale circolante, nonché incentivi e sconti per categorie di acquisto legate all’attività.

Tasso di interesse dell’emittente

Gli emittenti di carte di credito hanno diverse politiche di prezzo basate sul rischio, che comporteranno cambiamenti nella gamma di tassi di interesse pubblicizzati, che alla fine verranno assegnati ai clienti in base ai punteggi di credito dei richiedenti approvati.

Tendenza prime rate

I tassi di interesse delle carte di credito sono principalmente legati al miglior tasso di interesse e margine.Il margine varia a seconda del livello del prodotto della carta di credito e della qualità creditizia del singolo titolare del conto. Il tasso di interesse primario è attualmente del 3,25%, il livello più basso dal quarto trimestre del 2015, e dopo che la Fed ha intrapreso un’altra azione di stimolo economico nel terzo e quarto trimestre del 2019 e marzo 2020, partirà dal quarto trimestre del 2018. Il massimo da 10 anni raggiunto al 5,50% è stato abbassato. Per l’ultima variazione di marzo 2020, il tasso di interesse primario rimane invariato.

Tendenze dei tassi di insolvenza

Il tasso di insolvenza delle carte di credito, definito come un conto scaduto da 90 giorni o più, è stato inferiore al 3% negli ultimi anni ed è diminuito di quasi 30 punti base tra il primo e il secondo trimestre e tra il secondo e il terzo trimestre del 2020 È diminuito di altri 38 punti base, probabilmente a causa della riduzione della spesa per carte di credito durante la pandemia e dell’impatto positivo dei pagamenti di stimolo sul rimborso del debito della carta di credito. Tuttavia, il tasso di insolvenza è rimbalzato leggermente (10 punti base) nel quarto trimestre del 2020, il che potrebbe indicare una nuova svolta nel recente trend positivo.

Tendenze del debito delle carte di credito

Nel trimestre più recente, il debito totale delle carte di credito revolving dei consumatori è sceso al di sotto di 1.000 miliardi di dollari per la prima volta dal 2017, riflettendo l’impatto del COVID-19 sulla spesa delle carte di credito al consumo e sul debito in essere delle carte di credito. Secondo gli ultimi dati mensili della Federal Reserve, il debito totale delle carte di credito in essere nel gennaio 2021 è diminuito di quasi 10 miliardi di dollari dalla fine del quarto trimestre a 965,1 miliardi di dollari.

metodo

Investopedia tiene traccia dei tassi di interesse delle carte di credito personali di oltre 300 carte di credito fornite al pubblico dalle 32 maggiori banche ed emittenti del paese. La maggior parte delle tariffe delle carte di credito sono pubblicizzate in un intervallo da basso ad alto, a seconda del punteggio di credito del richiedente. Quando si determina il tasso di interesse medio per qualità creditizia, tipo di carta, tipo di carta o emittente della carta, Investopedia calcola il punto medio medio dell’intervallo di tassi di interesse pubblicitario e calcola la media dei limiti inferiore e superiore dei tassi di interesse espressi nell’intervallo.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *