Tavola rotonda di Barron: valutazione delle azioni

[ad_1]

dimensione del font

All’editore:
È curioso che alcuni dei nomi più “popolari” – ma ancora i nomi dominanti, con un sacco di soldi, prospettive di crescita piuttosto buone e pochi segni di cancellazione – non siano nella lista di selezione dei membri della tavola rotonda (“Le azioni sono costose: da 42 di Barron Esperto in investimenti,” Storia di copertina, 16 luglio).non uno

Mela,

Microsoft,

Google,

Pepsi,

Coca, aspetta. Non lo so, se ho un sacco di soldi, penso di volerne lasciare un po’ a quelle porte.

Mel Parek, su Barrons.com

All’editore:
Le tavole rotonde sono il modo migliore per iniziare a vagliare le idee. Questi membri del team hanno una buona esperienza e hanno condotto ricerche che i singoli investitori non possono eseguire. Rendo omaggio ai partecipanti che si tolgono il cappello. Quando Scott Black dice che le azioni di un’azienda vengono cedute, per favore aiuta il camion.

Niels Wessel, su Barron’s.com

All’editore:
Henry Ellenbogen ha le cose più interessanti

Shopify

Le intuizioni fino ad ora, secondo me. Ho pensato che questo titolo fosse troppo caro fin dall’inizio, ma ora lo sto studiando attentamente.

John MacDonald, su Barron’s.com

All’editore:
Questo elenco include troppe previsioni di profitto con valutazioni elevate e torta nel cielo. Sì, queste aziende possono o meno raggiungere questi risultati nei prossimi due, tre o quattro anni. Insisto sul fatto che il costo del dollaro USA sia incluso equamente nei fondi indicizzati, quattro per la precisione: titoli large cap, mid cap, small cap e internazionali. E risparmierò denaro sui siti di ricerca sugli investimenti di cui non ho affatto bisogno.

Peter Brooks, su Barrons.com

Il falso capitalismo

All’editore:
Ho negoziato con successo azioni cinesi come Alibaba,

Jingdong,

E Tencent, ma non ora. Tencent è una straordinaria storia di crescita globale, ma il Partito Comunista Cinese la vede come una minaccia e, come la criptovaluta, sta cercando di distruggerla. Come si investe in aziende che operano in questa economia pseudo-capitalista?

Richard DeProspo, su Barrons.com

Eccezione alla regola

All’editore:
Basandosi sulla raccomandazione della “regola del 20” che le azioni sono sopravvalutate, la regola presuppone che la somma dell’inflazione e del rapporto prezzo/utili del mercato azionario sia 20, e si basa su dati risalenti al 1957, ignorando tassi di interesse (“Attraverso questo indicatore chiave, il mercato azionario viene scambiato al livello dell’era di Internet”, Su e giù per Wall Street, 16 luglio). Dal 1957 al 2021, il tasso di interesse dei titoli del Tesoro USA a 10 anni è stato in media del 5,75%, rispetto al 6,65% del 2007 prima della Grande Recessione. Tuttavia, attualmente è solo pari all’1,31%, il livello più basso degli ultimi 65 anni. Poiché i tassi di interesse non hanno nulla a che fare con l’importanza dei prezzi delle attività, la regola del 20 non può essere applicata per determinare se le attuali valutazioni del mercato azionario sono troppo alte.

David Kass, Università del Maryland, College Park, Maryland

Invia a: Email@barrons.comPer essere considerata per la pubblicazione, la lettera deve contenere il nome, l’indirizzo e il numero di telefono dell’autore. La lettera può essere modificata.

leggi di più

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *