Tre città australiane bloccate per combattere la variante Delta COVID-19 Reuters

[ad_1]

© Reuters. Il 28 giugno 2021, al fine di frenare la diffusione dell’epidemia di Coronavirus (COVID-19) a Sydney, in Australia, gli operatori del traffico si trovavano su binari del treno per lo più vuoti durante i loro spostamenti mattutini nel centro della città. REUTERS/Loren Elliott

Di Renju Jose

SYDNEY (Reuters) – Lo stato più popoloso dell’Australia, il Nuovo Galles del Sud (NSW), ha riportato un leggero aumento dei casi di COVID-19 lì, mentre i funzionari hanno rafforzato le misure di contenimento per contenere diverse altre aree Lo scoppio della variante altamente contagiosa del Delta.

L’epidemia relativa a questa variante a Sydney, la capitale del New South Wales, è aumentata a quasi 150 casi. Temendo che questo ceppo potesse causare una grave epidemia, le tre principali città sono state costrette a chiudere e anche molte altre città hanno adottato una qualche forma di restrizioni che colpiscono più di 20 milioni di australiani, che rappresentano circa l’80% della popolazione totale.

Perth, la capitale dell’Australia occidentale, ha iniziato martedì un blocco di quattro giorni, unendosi a Sydney e Darwin. Il Queensland implementerà un blocco rapido di tre giorni nella capitale Brisbane e in alcune aree limitrofe a partire da martedì sera.

Il governatore del Queensland Annastacia Palaszczuk ha dichiarato: “Il rischio è reale. Dobbiamo agire rapidamente, dobbiamo lavorare sodo, dobbiamo agire rapidamente. Lo stato ha segnalato due nuovi casi locali.

Sydney ospita un quinto dei 25 milioni di abitanti dell’Australia e l’area sarà chiusa per due settimane fino al 9 luglio, mentre il blocco nella città settentrionale di Darwin sarà esteso per altre 72 ore fino a venerdì. Ci sono anche rigide restrizioni in altri luoghi, comprese le mascherine obbligatorie e gli assembramenti ridotti.

Il New South Wales ha segnalato 19 nuovi casi di infezione locale, rilevati da un record di 67.000 test, rispetto ai 18 di un giorno fa.

Al fine di prevenire l’infezione, lunedì sera l’Australia ha annunciato misure https://www.reuters.com/world/asia-pacific/queensland-tightens-covid-19-curbs-amid-australian-outbreak-2021-06-28 COVID – 19 vaccinazioni, come la vaccinazione obbligatoria per i caregiver anziani ad alto rischio e i dipendenti negli hotel isolati e la fornitura di vaccini AstraZeneca (NASDAQ:) per le persone di età inferiore ai 60 anni.

Temendo per i coaguli di sangue, i funzionari avevano precedentemente limitato l’uso delle iniezioni di AstraZeneca alle persone di età superiore ai 60 anni e avevano suggerito che Pfizer (New York Stock Exchange:) In un importante cambiamento per rallentare gli sforzi di immunizzazione dell’Australia, tutti i minori di 60 anni sono stati vaccinati.

Le autorità ora affermano che se i medici approvano, le persone sotto i 60 anni possono richiedere il vaccino AstraZeneca e godranno di un piano di compensazione senza colpa che corrisponde alla pratica più ampia all’estero.

Funzionari sanitari hanno affermato che il vaccino AstraZeneca può fornire un alto livello di protezione contro COVID-19 e i suoi benefici superano di gran lunga i rischi.

Il blocco, la rapida tracciabilità dei contatti e le rigide regole di allontanamento sociale hanno aiutato l’Australia a mantenere il numero di COVID-19 a un livello relativamente basso. Sebbene il suo vaccino abbia incontrato diversi ostacoli, ci sono solo più di 30.500 casi e 910 decessi. .

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *