Tre senatori degli Stati Uniti esortano Taiwan a fornire maggiore aiuto per la carenza di chip per auto – Lettera di Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: Il 29 marzo 2021, un pickup Ford Motor Company 2021 F-150 di nuova fabbricazione attende le parti mancanti a Dearborn, Michigan, USA.Reuters/Rebecca Cook

David Shepson

Washington (Reuters)-Secondo una lettera vista da Reuters, tre senatori democratici degli Stati Uniti hanno chiesto al governo taiwanese di fornire maggiore aiuto per risolvere il continuo problema della carenza di chip, che a volte ha causato l’inattività di molte linee di produzione di automobili statunitensi.

Questa lettera, datata 18 agosto e inedita, è stata scritta dai senatori del Michigan Gary Peters e Debbie Stabenow e da Sherrod Brown (Sherrod Brown) dell’Ohio. per risolvere il problema della carenza”.

Ma i senatori hanno aggiunto che “sperano che continuerete a lavorare con il vostro governo e le fonderie e farete tutto il possibile per mitigare i rischi per l’economia del nostro Paese”.

Questa carenza ha stimolato tagli alla produzione e licenziamenti e ha colpito le economie degli stati che dipendono fortemente dall’industria automobilistica.

Il ministero dell’Economia di Taiwan ha dichiarato giovedì di non poter commentare immediatamente.

Ford Motor (NYSE:) ha dichiarato mercoledì che a causa di carenze, la linea di produzione del pickup F-150 più venduto sarà sospesa per una settimana a partire da lunedì. A causa dello stesso problema, la General Motors (NYSE:) ha sospeso la produzione per una settimana in tre stabilimenti di autocarri nordamericani all’inizio di questo mese.

A causa dell’impatto del COVID-19 in Malesia e dei problemi con i chip, Nissan (OTC:) Motor ha sospeso la produzione in un importante stabilimento in Tennessee all’inizio di questo mese per due settimane.

Un’organizzazione commerciale automobilistica stima che a causa della carenza di chip, potrebbero esserci 1,3 milioni di auto in meno prodotte negli Stati Uniti nel 2021, un calo di oltre il 10% rispetto ai livelli pre-pandemia.

Il senatore ha detto a Xiao: “Ciò che stiamo ascoltando è che sebbene Taiwan abbia compiuto notevoli sforzi per aumentare la produzione, il rischio di carenze si è chiaramente esteso al 2022”.

Il mese scorso, Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (TSMC), il più grande produttore di chip per fonderia al mondo, ha affermato che a partire da questo trimestre, la carenza di chip per autoveicoli per i suoi clienti diminuirà gradualmente, ma si prevede che la carenza complessiva di capacità di produzione di semiconduttori possa continuare fino al 2022.

TSMC ha rifiutato di commentare questa lettera.

“La domanda di automobili, dalle auto ai camion commerciali, è ora in aumento, ma la mancanza di chip semiconduttori impedisce che questa nuova domanda venga soddisfatta”, hanno scritto i senatori.

“Quando i nostri produttori dovrebbero aggiungere turni extra, devono chiudere le loro fabbriche negli Stati Uniti o ridurre la produzione. Gli Stati Uniti sono ora la regione più colpita al mondo”.

I senatori forniscono aiuto a Taiwan per risolvere i problemi in corso legati alla pandemia.

Hanno detto: “Come leader politici, abbiamo una profonda comprensione delle sfide che il vostro Paese deve affrontare e apprezziamo le misure che avete adottato per proteggere la salute umana ed economica del vostro Paese”.

A giugno, gli Stati Uniti hanno inviato a Taiwan 2,5 milioni di dosi di vaccino COVID-19, più di tre volte il numero originariamente distribuito sull’isola.

I senatori hanno dichiarato di sostenere “gli sforzi del presidente (Joe) Biden per fornire a Taiwan un vaccino contro l’overdose”.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidarsi a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *