Un calciatore inglese ha raggiunto la finale per la prima volta dal 1966

[ad_1]

Inghilterra 2-Danimarca 1 (dopo i tempi supplementari)

L’Inghilterra è entrata meritatamente nella sua prima finale di calcio in 55 anni.La partita contro la Danimarca ieri sera ha mostrato la calma e la saggezza di gioco che non avrebbero potuto raggiungere nella stessa fase della Coppa del Mondo in Russia tre anni fa.

Come prima di Euro 2020, è stato Raheem Sterling che è cresciuto all’angolo dello stadio e ha chiamato Wembley il suo “giardino sul retro” che ha aperto l’ostinata difesa dell’opposizione. Ma domenica l’Inghilterra dovrà affrontare la sua più grande minaccia fino ad oggi: l’Italia, forse la migliore squadra d’Europa.

Nella prima metà della semifinale, la Danimarca ha giocato solo 15 minuti qui, ma questo è stato sufficiente per scioccare l’Inghilterra. La pressione aggressiva ha regalato ai difensori inglesi il loro gioco più intenso di sempre. I nervi hanno preso un colpo e la distribuzione del portiere Jordan Pickford, che si era comportato bene nelle partite precedenti e uno dei motivi per cui si era unito alla squadra, è crollata.

In questo incantesimo pieno di ansia, ha passato ripetutamente la palla al danese in una posizione favorevole. I suoi difensori hanno riacquistato i loro riflessi ancestrali che hanno giocato a lunga distanza, ampliato il campo e lasciato spazi vuoti a centrocampo.

Poi, nel giro di mezz’ora, Luke Shaw ha mandato un calcio di punizione vicino all’area di rigore, e la giovane rivelazione danese Mikel Damsgaard si è accartocciata una bellezza nell’angolo in alto di Pickford. Si tratta del primo gol di una squadra su calcio di punizione di prima in questa partita ed è anche il primo gol che l’Inghilterra ha subito in 11 ore e 31 minuti sul campo, risalenti a marzo.

L’allenatore dell’Inghilterra Gareth Southgate ha dichiarato di aver avvertito la squadra che questa partita non sarà semplice come il 4-0 contro l’Ucraina nei quarti di finale: “Abbiamo detto ai giocatori, dobbiamo mostrare un po’ di resilienza, dovranno riprendersi da alcune battute d’arresto, ce l’abbiamo fatta”.

Il danese Mikkel Damsgaard rompe il muro difensivo inglese con un calcio di punizione © POOL/AFP via Getty Images

Essere indietro è un’esperienza sconosciuta e potenzialmente snervante per la sua squadra. Ma sotto pressione, l’Inghilterra ha la maturità per correggersi. John Stones e Southgate hanno segnalato a Pickford di calmarsi e Pickford ha risposto, in una certa misura. I gesti dei difensori sembravano invitare a un ritorno alle partite su terreno ristretto che hanno giocato finora per l’Inghilterra.

In pochi minuti, un cross basso di Harry Kane spinge Sterling davanti al portiere danese Kasper Schmeichel, che lo salva. Ma l’Inghilterra pareggia un minuto dopo: Kane trova Bukayosaka, che fa cross basso. Il capitano dello sci danese Simon Kjaer ha cercato di fermare Sterling dall’attesa e ha segnato un autogol.

Nella precedente partita contro il terzetto di difensori centrali, un solitario Kane è stato eliminato. Qui è caduto più volte a centrocampo, lasciando smarcato il difensore centrale danese e tessendo un abile passaggio filtrante. Questo è un altro esempio dei cambiamenti tattici che l’Inghilterra può pianificare e poi eseguire.

Il difensore centrale danese è stato impostato per affrontare Kane; il piccolo Sterling veloce corse nella posizione centrale vacante e li terrorizzò. Se l’Inghilterra battesse l’Italia, Sterling potrebbe diventare il miglior giocatore di questo torneo. Il suo dribbling è il fattore più imprevedibile nell’attacco dell’Inghilterra. È difficile da leggere perché può sconfiggere qualsiasi difensore con la stessa facilità. La sua bassa statura è un vantaggio perché cammina più dell’omone di fronte a lui, il che gli consente di cambiare direzione più rapidamente. Con l’esperienza ha imparato a fare scelte migliori e a stabilizzarsi prima di tirare o passare la palla.

La Danimarca non ha continuato. Vanno oltre l’Inghilterra – i loro quarti di finale contro la Repubblica Ceca si sono tenuti a Baku – e il loro stile deve essere più intenso rispetto alla tipica formazione compatta in Inghilterra. Nella ripresa i danesi sono caduti a terra, come se fossimo nella scena finale di un film western. Il loro allenatore Kasper Hjulmand è stato costretto a cambiare cinque volte prima di entrare a tempo pieno, indebolendo la qualità e la struttura della squadra.

Una volta che il gioco entra ai supplementari, è sempre probabile che la squadra inglese vinca. Dev’essere stato così prima che i 30 minuti fossero aggiunti alla finale dei Mondiali del 1966, quando l’Inghilterra di Sir Alf Ramsey sconfisse gli avversari della Germania occidentale. Quel pomeriggio, il terzino destro dell’Inghilterra George Cohen ha ricordato: “Quando Alf ha giocato a tempo pieno, ha detto: ‘Guarda i tedeschi, hanno finito.’ Erano tutti sdraiati sul pavimento. Alf ci ha chiesto di alzarci e mostrarcelo. Quanto è salutare”.

Questa volta, straordinari durati 13 minuti, Sterling ha corso tortuosamente in area di rigore in Danimarca, forse a causa di un fallo leggero dello stremato Joakim Mahler. Il video assistito dall’arbitro ha confermato il rigore. Schmeichel ha impedito il debole piede laterale di Kane, ma il capitano dell’Inghilterra ha segnato il rimbalzo in rete con il quarto gol in tre partite.

La Danimarca ha provato a malapena a pareggiare il punteggio. A quasi tre minuti dalla fine dei tempi supplementari, la squadra inglese ha giocato un giro del maialino in mezzo, passando la palla e difendendola come la Spagna. A causa dell’infortunio di Matthias Jensen ai tempi supplementari, tutti i sostituti erano esauriti e la squadra danese aveva solo 10 persone rimaste a questo punto. Alcuni danesi si sono messi le mani in grembo e li hanno guardati, sperando che finisse. In effetti, assomigliano a quello che ha fatto la vecchia squadra inglese in questa fase decisiva del gioco, sono finiti, incapaci di tenere la palla.

Secondo i dati del fornitore di dati Opta, l’Inghilterra ha perso sei delle precedenti sette partite, giocate ai supplementari nelle partite principali.Ma negli ultimi minuti di mercoledì sera, i tifosi dell’Inghilterra si sono quasi rilassati e hanno parlato delle loro partite preferite da Tre leoni per dolce CarolinaLa maggior parte delle persone non ha vissuto per vedere l’Inghilterra raggiungere le finali prima. Nelle celebrazioni successive, Harry Maguire, che si è sempre comportato bene, ha ancora la forza di portare Declan Rice in giro per lo stadio per festeggiare.

Questa è un’altra prestazione ben disciplinata della squadra inglese, ma la più grande preoccupazione di Southgate ora potrebbe essere Pickford. Il portiere non ha mai recuperato la sua consueta calma nel lanciare e passare la palla al difensore, e ha giocato a lungo per tutta la partita. Fare questo all’Italia condannerebbe il vecchio io inglese come cacciatore di palle. Il centro dell’Italia Jorginho e Marco Verati potrebbero già vincere a centrocampo, il che prepara la squadra inglese per una partita più vicina ai loro obiettivi rispetto a Sosgate. Non c’è dubbio che la squadra di psicologi in Inghilterra otterrà Pickford prima della finale. “Riguarda il prossimo”, ha detto Kane.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *