Utilizza le linee di accumulo/distribuzione per individuare le tendenze

[ad_1]

La linea di accumulo/distribuzione è determinata da Mark Chaikin Determinare il flusso di fondi in entrata o in uscita dai titoli. Non dovrebbe essere con Linea su/giùSebbene le loro iniziali possano essere le stesse, sono indicatori completamente diversi, così come i loro utenti.La linea up/down fornisce l’andamento del mercato e Accumulo/distribuzione Le linee sono utili per i trader che desiderano misurare la pressione di acquisto/vendita dei titoli o confermare la forza di un trend.

Chiudere il valore della posizione

Il primo passo per creare una linea di accumulazione/distribuzione (A/D) è trovare Valore posizione di prossimità (CLV), che esamina la posizione del prezzo di chiusura e la confronta con il prezzo di chiusura Scopo In un determinato periodo di tempo (un giorno, una settimana o un mese). Il valore di CLV varia da +1 a -1:

  • Un valore pari a zero significa che il prezzo chiude a metà dell’intervallo alto e basso.
  • Un valore di +1 significa che il prezzo di chiusura è uguale al prezzo più alto dell’intervallo.
  • Un valore di -1 significa che il prezzo di chiusura è uguale al prezzo più basso dell’intervallo.

Il CLV può essere calcolato come segue:













Valore a vita

=



(

C



Salita

)



(

h



C

)



h



Salita















In cui si:














C

=

Prezzo di chiusura














h

=

Il punto più alto della fascia di prezzo














Salita

=

Punto basso della fascia di prezzo





begin{allineato} &text{CLV} = frac {(text{C}-text{L})-(text{H}-text{C}) }{ text{H}- text{L}} &textbf{dove:} &text{C} = text{prezzo di chiusura} &text{H} = text{punto massimo della fascia di prezzo} &text{L} = text{punto basso della fascia di prezzo} end{allineato}


Valore a vita=hSalita(CSalita)(hC)In cui si:C=Prezzo di chiusurah=Il punto più alto della fascia di prezzoSalita=Punto basso della fascia di prezzo

Quindi moltiplica il CLV per il volume della transazione nel periodo corrispondente e il totale formerà la linea A/D. Guarda il predecessore di CLV, Bilancia il volume leggere Bilanciamento del volume delle transazioni: la via per una gestione finanziaria intelligente.

Vantaggi e svantaggi dell’utilizzo della linea A/D

In alcuni casi, l’uso delle linee A/D può portare ovvi vantaggi ai trader:

  • Monitora le valute generali La linea Flow-A/D può essere utilizzata come misura del flusso di capitale generale. Una linea A/D più alta è un segnale che la pressione di acquisto sta iniziando a prendere il sopravvento. D’altra parte, il movimento al ribasso della linea A/D indica che l’aumento della pressione di vendita sta cominciando a prendere piede.
  • Confermare -Puoi anche usare la linea A/D per confermare la forza del movimento attuale e la possibile durata.

Quando si utilizza la linea A/D per analizzare i titoli, ci sono alcune carenze da tenere a mente:

  • Divario commerciale -La linea A/D non accetta transazioni spacco Considerando queste lacune, quando si verificano, potrebbero non essere affatto considerate nel circuito A/D.Pertanto, se il prezzo dell’azione sale verso l’alto ma chiude vicino al punto medio, il divario verrà ignorato perché viene utilizzata la linea A/D Prezzo di chiusura.
  • Piccoli cambiamenti -A volte è difficile rilevare piccoli cambiamenti nel flusso di volume.questo Tasso di cambio in un Tendenza al ribasso Potrebbe essere più lento, ma sarà difficile (se non impossibile) rilevarlo fino a quando la linea A/D non è attiva.

Segnali rialzisti e ribassisti

La linea A/D crea due rialzista insieme a ribassista Segnale.Questi segnali dipendono da Deviare insieme a Confermare.

Segnale rialzista

Quando il prezzo di un titolo scende o è in una tendenza al ribasso, apparirà un segnale rialzista, ma la linea A/D tende al rialzo (vedi Figura 1).Questa divergenza indica un aumento della pressione di acquisto, che può indicare debolezza Venditore forza. Di solito è accompagnato da un cambiamento nella tendenza dei titoli dal ribasso al rialzo.

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Figura 1: Goldman Sachs (codice titolo NYSE: GS) Mostra chiaramente che l’attuale linea A/D si sta muovendo attivamente e il titolo continua a essere in una tendenza al ribasso.

Segnale ribassista

Quando la linea A/D è in una tendenza al ribasso, si forma un segnale ribassista, ma il prezzo del titolo è a Tendenza al rialzo (Vedi Figura 2). La pressione di vendita inizia ad aumentare, il che di solito indica che i prezzi diminuiranno in futuro.

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Figura 2: AT&T (codice Borsa di New York: arrivare) Mostra che la linea A/D si sta muovendo verso il basso mentre il prezzo delle azioni continua a salire. Sebbene la divergenza sia precoce, ciò che stai cercando è la separazione tra il prezzo e la linea A/D.

Trova le differenze

Al fine di rilevare un segnale ribassista o rialzista, è necessario rilevare una tendenza nel titolo sottostante. Una volta determinato questo, inizia a cercare deviazioni dalla tendenza.Quando trovi questi Disaccordo, Che sia rialzista o ribassista, è meglio lasciare che il segnale si formi per una settimana o due. Nel caso di un modello ribassista, presta attenzione ai segnali piatti o ai segnali che non hanno una chiara divergenza: questi potrebbero anche indicare che i cambiamenti sono impossibili in futuro.

Altri indicatori

Altri indicatori possono essere utilizzati con la linea A/D:

Indice del flusso di capitale

questo Indice del flusso di capitale (MFI) è il momento ponderato per il volume indice Calcolato utilizzando un periodo di 14 giorni.L’indicatore è relativamente positivo Flussi di capitale Il flusso di fondi negativo crea un indicatore che può quindi essere confrontato con i prezzi dei titoli per determinare la forza della tendenza attuale.

L’intervallo di MFI è 0-100. Questa scala è un intervallo:

  • I titoli vicini a 100 di solito indicano ipercomprato Posizione. Infatti, le posizioni in ipercomprato possono essere segnalate da valori di IFM intorno a 80.
  • I titoli prossimi allo zero segnaleranno Ipervenduto Posizione. Un valore di circa 20 di solito tratta la posizione come ipervenduta.

Indice di forza relativa

Un altro indicatore che può essere utilizzato con la linea A/D è Indice di forza relativa (RSI), slancio OscillatoreL’RSI viene calcolato confrontando l’entità dei guadagni recenti del titolo con l’entità delle perdite recenti del titolo. L’intervallo numerico di RSI è 0-100. Come MFI, viene utilizzato principalmente per evidenziare condizioni di ipercomprato e ipervenduto. RSI è meglio utilizzato come Inserisci Ad un altro strumento tecnico per analizzare i titoli.

Combinazione di indicatori e oscillatori

Sebbene sia effettivamente possibile utilizzare solo la linea A/D, è più vantaggioso aggiungere MFI, RSI o entrambi. Poiché sia ​​MFI che RSI forniscono intervalli, possono essere utilizzati per evidenziare condizioni estreme in cui le linee A/D non sono progettate per evidenziare.

Sebbene sia RSI che MFI cerchino di evidenziare le posizioni di ipercomprato o ipervenduto, lo fanno in modi diversi:

  • L’IFM misura il flusso di fondi in titoli, indipendentemente dal fatto che i fondi siano positivi o negativi.
  • RSI confronta i recenti guadagni di un titolo con i suoi recenti cali.

Nessuno di questi strumenti tecnici si sovrappone, quindi possono essere effettivamente utilizzati in combinazione con le linee A/D.

Esempio di linea A/D

Quella che segue è la Kellogg Company (codice azionario NYSE: Potassio). Questo è un perfetto esempio della linea A/D e ci mostra che la forza del trend rialzista è davvero ragionevole. Poiché la tendenza continua a salire, A/D mostra che questa tendenza al rialzo è persistente. Anche dopo che il prezzo delle azioni è sceso leggermente l’11 agosto 2008, la linea A/D ha continuato a mostrare segnali forti. Poi il prezzo delle azioni ha ricominciato a invertire.

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


immagine 3

Il prossimo esempio è Pfizer (NYSE: PTFE). In questo grafico a due mesi, la linea A/D conferma sia un trend rialzista che ribassista. Sul lato destro del grafico, il titolo indica che sta iniziando a seguire l’andamento della linea A/D emessa all’inizio di agosto 2008.

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Figura 4

Quello che segue è Apple (NASDAQ: AAPL). La linea A/D e il prezzo delle azioni vanno di pari passo. Apple ha registrato una tendenza al ribasso e la linea A/D ha confermato l’attuale pressione di vendita del titolo, costringendolo a scendere. La linea A/D conferma il trend ribassista dell’ultima data sul grafico.

Immagine per gentile concessione di Sabrina Jiang © Investopedia 2021


Figura 5

Linea di fondo

La linea A/D è uno strumento efficace per concentrarsi sulla pressione della negoziazione di titoli. Questo è anche un ottimo modo per identificare le tendenze esistenti. L’utilizzo della sola linea A/D è un modo per analizzare i titoli, ma può essere utilizzato anche con MFI o RSI per ottimizzare l’analisi. Poiché sia ​​RSI che MFI funzionano bene con la linea A/D, usarli insieme aiuta a comprendere meglio le condizioni di ipercomprato o ipervenduto.Infine, la linea A/D è uno strumento efficace in ogni situazione del commerciante arsenale.

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *