VanEck continua a promuovere i prodotti Bitcoin con sede negli Stati Uniti, documento sui futures Bitcoin Autore: BTC Peers

[ad_1]

© Reuters. VanEck continua a promuovere prodotti Bitcoin con sede negli Stati Uniti, documenti futures Bitcoin

Nonostante diversi rinvii da parte della Securities and Exchange Commission statunitense, il gigante della gestione patrimoniale VanEck insiste ancora sulla sua missione di lanciare prodotti statunitensi. Il gestore degli investimenti ha richiesto un altro prodotto Bitcoin e questa volta spera di lanciare un fondo comune per investire in “certi” futures Bitcoin.

Il documento è stato presentato pochi giorni dopo che la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha rinviato la sua decisione di rifiutare o accettare la domanda di ETF Bitcoin in sospeso della società. Secondo la nuova applicazione, il proposto Bitcoin Strategic Fund investirà in contratti futures Bitcoin attraverso la sua filiale nelle Isole Cayman. Detto questo, il fondo non investirà direttamente in Bitcoin o altre risorse digitali.

Il Fondo cerca di raggiungere i propri obiettivi di investimento investendo in contratti futures Bitcoin (“”) in circostanze normali, nonché veicoli di investimento collettivo e prodotti negoziati in borsa che forniscono esposizione a Bitcoin (insieme a futures Bitcoin, “Investimento Bitcoin”). Il Fondo non investe direttamente in Bitcoin o altri asset digitali.

Secondo un rapporto di BTC PEERS, VanEck aveva già presentato domande per Bitcoin e fondi negoziati in borsa all’inizio di quest’anno. Il regolatore finanziario degli Stati Uniti non ha ancora approvato alcuna domanda. Invece, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha avviato un processo per cercare ulteriori commenti sulla proposta di Bitcoin ETF di VanEck.

Continua a leggere BTC Peers

Dichiarazione di non responsabilità: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *