Vanguard effettua la sua prima acquisizione attraverso l’operazione Just Invest

[ad_1]

Vanguard, la seconda società di gestione patrimoniale al mondo, ha completato la sua prima acquisizione nei suoi 46 anni di storia, acquisendo una startup statunitense che ha costruito un portafoglio di investimenti personalizzato per singoli investitori.

Vanguard, con sede in Pennsylvania, ha evitato acquisizioni da quando è stata fondata da Jack Bogle nel 1975, preferendo concentrarsi sul supporto di strategie di investimento di monitoraggio dell’indice a basso costo che seguono benchmark ampi come l’indice Standard & Poor’s 500 o l’indice FTSE 100.

Ma martedì Vanguard, che gestisce asset per un valore di circa 7,9 trilioni di dollari, ha annunciato di aver accettato di acquisire Just Invest, una boutique di gestione patrimoniale con sede in California che ha sviluppato quotazioni di indici diretti personalizzabili.

L’indicizzazione diretta consente agli investitori di adeguare gli indici esistenti per creare portafogli di investimento personalizzati, che possono includere un’inclinazione verso fattori di investimento (come valore o crescita) o abbinare le loro convinzioni ambientali, sociali e di governance.

“Le soluzioni tecnologiche come l’indicizzazione diretta continuano a rimodellare il nostro settore, a ottenere risultati di investimento migliori e a ridurre i costi per i clienti”, ha affermato Tim Buckley, CEO di Vanguard.

Just Invest è stata fondata nel 2016 e gestisce circa 1 miliardo di dollari di asset, utilizzando analisi dei dati su larga scala, algoritmi quantitativi e modelli di rischio per costruire portafogli di investimento personalizzati.

Barkley ha affermato che Vanguard prevede di implementare la funzione di indicizzazione diretta di Just Invest a una gamma più ampia di clienti sulla base di un programma pilota condotto con il gruppo e consulenti finanziari selezionati negli ultimi 18 mesi.

Il prezzo di questa transazione non è stato annunciato.

Daniel Wiener, editore di Vanguard Investors Communications Independent Consultants, ha affermato che l’inserimento dell’indicizzazione diretta può migliorare la reputazione di Vanguard per la gestione di portafogli fiscalmente efficienti.

“Sebbene i fondi di Vanguard siano già molto efficienti dal punto di vista fiscale, l’indicizzazione diretta causerà ad alcuni investitori perdite, che possono essere utilizzate per compensare i guadagni in altre parti del loro portafoglio”, ha affermato Wiener.

Gli investimenti diretti consentono inoltre a Vanguard di fornire una gamma più ampia di strategie sostenibili che si basano su indicatori ESG.

“L’indicizzazione diretta corrisponde assolutamente al desiderio di Vanguard di entrare nel business ESG con entrambi i piedi. Ha lanciato diversi fondi negoziati in borsa ESG e ora può fornire un portafoglio ESG più altamente personalizzato attraverso l’indicizzazione diretta”, ha affermato Wiener.

L’acquisizione di Vanguard segue transazioni simili tra i suoi rivali BlackRock e JPMorgan.

Pietra nera $ 1,05 miliardi pagati A novembre, la società ha acquisito il gruppo Aperio con sede in California dalla società di gestione di private equity Golden Gate Capital, che gestisce un conto di gestione indipendente ottimizzato per le tasse di 45 miliardi di dollari.

Questa valutazione di Aperio è circa 50 volte i guadagni di base, indicando che BlackRock è desiderosa di espandersi nel campo dell’indicizzazione diretta.

Morgan Stanley ha acquisito Eaton Vance per 7 miliardi di dollari lo scorso anno, compreso il dipartimento dei parametri responsabile della supervisione di portafogli di clienti personalizzati per un valore di oltre 300 miliardi di dollari.

Dave Nadig, chief investment officer e capo della ricerca presso ETF Trends, un sito Web di investimento, ha dichiarato: “Sviluppo software significa mantenere migliaia di portafogli azionari ora e riequilibrarli o apportare modifiche a essi diventa banale”.

L’indicizzazione diretta è in gran parte limitata agli investitori facoltosi, ma la partecipazione di Vanguard e BlackRock accelererà la sua espansione a Mercato di massa.

Timo Pfeiffer, chief marketing officer del fornitore di indici tedesco Solactive, ha affermato che gli emittenti o i promotori di ETF che ignorano l’indicizzazione diretta saranno “superati a sinistra, a destra e al centro”. “Non ho dubbi [it will reach the mass market]. ”

[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *