Wall Street scende mentre la variante Delta solleva preoccupazioni, Reuters

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: La Borsa di New York è stata scattata il 16 aprile 2021 a Manhattan, New York City, USA. REUTERS/Carlo Allegri/File Photo

Autori: Noel Randewich e Devik Jain

(Reuters) – Wall Street è caduta venerdì, trascinata dal calo di Amazon (NASDAQ:) e di altri titoli tecnologici pesanti, mentre gli investitori sono preoccupati per un aumento dei casi di coronavirus legati alla variante altamente contagiosa del Delta.

Giovedì, la contea di Los Angeles ha dichiarato che reintrodurrà i regolamenti sulle maschere questo fine settimana. Venerdì, i funzionari della sanità pubblica hanno affermato che il numero di casi di coronavirus negli Stati Uniti è aumentato del 70% rispetto alla settimana precedente e il numero di decessi è aumentato del 26%.

Carnival Cruise Line (NYSE:) e Norwegian Cruise Line (NYSE:) sono entrambe scese di oltre il 4%.

Jake Dollarhide, CEO di Longbow Asset Management a Tulsa, in Oklahoma, ha dichiarato: “Ironicamente, dalla riapertura delle negoziazioni la scorsa estate, il COVID ha iniziato a influenzare il mercato”.

Amazon e Nvidia (NASDAQ:) sono entrambi scesi di circa il 2%, che è più ponderato di qualsiasi altro titolo nell’indice S&P 500. L’indice azionario tecnologico S&P 500 è sceso dello 0,4%, scendendo per il secondo giorno di negoziazione consecutivo dopo aver toccato un record di mercoledì.

L’indice dei servizi di pubblica utilità è aumentato dell’1,1%, mentre l’indice degli immobili è aumentato dello 0,6% a un livello record.

Questa settimana, le preoccupazioni degli investitori per il recente aumento dell’inflazione sono state bilanciate con l’assicurazione del presidente della Fed Jerome Powell che l’aumento dei prezzi è temporaneo.

La stagione degli utili del secondo trimestre inizierà la prossima settimana. Netflix (NASDAQ:), Johnson & Johnson (NYSE:), Comunicazioni Verizon (NYSE:), AT&T (NYSE:) e Intel (NASDAQ:).

Secondo le stime IBES di Refinitiv, gli analisti prevedono in media un aumento dell’utile per azione delle società S&P 500 del 66%.

Finora quest’anno, l’S&P 500 è aumentato di circa il 16% e gli investitori cercheranno forti previsioni aziendali per giustificare la valutazione alle stelle.

“È difficile per il mercato beneficiare di questi prezzi in aumento”, ha affermato Rick Meckler, partner di Cherry Lane Investments a New Vernon, nel New Jersey.

Declino energetico settimanale: https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/oakpedbbjvr/energy%20weekly%203.png

L’indice del settore energetico Standard & Poor’s 500 è sceso del 2,4% e si prevede che questa settimana diminuirà di circa il 7%. Gli investitori sono preoccupati per l’aspettativa di un aumento dell’offerta e l’aumento dei casi di coronavirus.

Secondo i dati del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti, le vendite al dettaglio sono rimbalzate dello 0,6% il mese scorso poiché la spesa è tornata al settore dei servizi, rafforzando le aspettative per l’accelerazione della crescita economica nel secondo trimestre.

Nel trading pomeridiano, l’indice è sceso dello 0,42% a 34.840,24 punti, mentre l’indice S&P 500 è sceso dello 0,33% a 4.345,67.

È sceso dello 0,29% a 14.501,66.

Moderno (Codice azionario Nasdaq:) Dopo che l’indice S&P Dow Jones ha dichiarato che il produttore di farmaci entrerà a far parte della società all’inizio delle negoziazioni il 21 luglio, sostituendo Alex Brothers Pharmaceuticals (NASDAQ:), il prezzo delle azioni della società è aumentato del 7%, un record alto.

Azienda del nastro (Nasdaq:) Dopo l’annuncio dei risultati del quarto trimestre, l’intermediazione ha aumentato l’obiettivo di prezzo delle azioni del fornitore di servizi commerciali e il prezzo delle azioni è aumentato di oltre il 4%.

Dopo che la Cina ha inviato funzionari statali di almeno sette dipartimenti al gigante della corsa per condurre una revisione della sicurezza informatica, il prezzo delle azioni globali di Didi è sceso di quasi il 4%.

Il rapporto tra azioni in calo e azioni in aumento sul New York Stock Exchange è stato di 1,76:1; al Nasdaq, il rapporto di 1,54 a 1 ha favorito i ribassisti.

L’indice Standard & Poor’s 500 ha toccato 48 massimi da 52 settimane e nessun nuovo minimo; l’indice Nasdaq Composite ha toccato 41 nuovi massimi e 91 nuovi minimi.

Performance settimanale del 16 luglio: https://fingfx.thomsonreuters.com/gfx/mkt/rlgpdrdzypo/MicrosoftTeams-image%20(18).png



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *