WhatsApp chiude il numero verde dei talebani a Kabul

[ad_1]

Aggiornamento WhatsApp Inc

WhatsApp ha chiuso una hotline per i reclami istituita dai talebani dopo aver preso il controllo di Kabul dopo aver subito pressioni per impedire all’organizzazione di utilizzare i suoi servizi.

Questo Numero di reclamo Dovrebbe fungere da hotline di emergenza per i civili per segnalare violenze, rapine o altri problemi. I talebani hanno pubblicizzato questa linea di assistenza quando domenica hanno occupato la città e in passato hanno utilizzato hotline simili di WhatsApp, come quando hanno rilevato Kunduz nel 2016.

Dopo aver occupato Kabul, i talebani hanno promesso di stabilire un governo stabile che non avrebbe danneggiato “la vita, le proprietà e l’onore” dei cittadini.

Facebook, il proprietario di WhatsApp, ha dichiarato di aver bloccato il numero e altri “canali ufficiali talebani” martedì, aggiungendo che stava scansionando attivamente i nomi dei gruppi, le descrizioni e le immagini del profilo sull’app di messaggistica nel tentativo di bloccare l’uso da parte dei talebani. . Ha aggiunto che i suoi team nativi Dari e Pashto stanno “aiutando a identificare e ricordarci i problemi sulla piattaforma”.

I critici negli Stati Uniti hanno attaccato WhatsApp e altre piattaforme di social media perché non hanno intrapreso ulteriori azioni per chiudere le comunicazioni talebane.

Ma gli esperti della regione hanno affermato che è “ridicolo” e “inutile” chiudere i numeri di WhatsApp in un momento in cui l’organizzazione militare governa effettivamente il paese e i cittadini di Kabul stanno affrontando rapine, panico e caos.

“Bloccare la comunicazione tra le persone e i talebani non aiuta gli afgani, è solo una magnificenza”, ha detto Jackson, Ashley, ex operatore umanitario della Croce Rossa afgana e di Oxfam e autrice di un libro sui talebani e le loro relazioni con i civili afgani.

“Se i talebani non possono usare WhatsApp all’improvviso, stai solo isolando gli afghani, rendendo loro più difficile comunicare quando sono già nel panico. [WhatsApp’s actions] Davvero ingannato. “

Attivisti e studiosi hanno affermato che la leadership dell’organizzazione presta attenzione alle lamentele dei cittadini per mantenere l’ordine e allineare la popolazione generale dei talebani.

“Le persone sanno da tempo che i talebani hanno queste linee di assistenza e fanno pubblicità in tutto il paese in risposta ad articoli di notizie o reclami delle ONG sulle rapine, perché se stanno facendo una cosa, è cercare di mantenere la legge e l’ordine”, dice Jackson.

“So che sembra improbabile che sia davvero utile, ma in questa situazione molto strana e in rapido movimento, i civili hanno bisogno di tutte le risorse che possono ottenere, e questa è una di quelle”.

Masuda Sultan è un’imprenditrice afghana-americana e fondatrice di un’organizzazione no-profit chiamata Women for Afghan Women​. Ha elogiato la linea di assistenza su Twitter, affermando che il suo ufficio è coperto da 30 sedicenti talebani. I criminali sono stati saccheggiati. “La commissione per i reclami chiede di parlare con loro e potrebbe venire presto nel nostro ufficio”, ha scritto.

La linea di assistenza WhatsApp pubblicizzata a Kunduz nel 2016 è stata utilizzata da varie ONG e persino dalle Nazioni Unite per presentare reclami e recuperare proprietà saccheggiate, come forniture mediche.

Moustafa Ayad, che monitora online le attività dei gruppi estremisti in Medio Oriente presso l’Institute for Strategic Dialogues, concorda sul fatto che i divieti sui social media sui canali ufficiali non aiuteranno durante questo periodo, ma avverte che sarà anche diffidente nei confronti di WhatsApp. i talebani.

Jackson ha anche messo in dubbio la tempistica della decisione di Facebook e WhatsApp di vietare gli account relativi ai talebani, affermando che il governo degli Stati Uniti è ancora in trattative di pace con gruppi militanti a Doha e ha firmato accordi diplomatici con la sua leadership con organizzazioni terroristiche come lo Stato islamico e Al Qaeda. “Perché vengono ora, sono al potere? Allora perché non sono venuti qualche anno fa?”, ha detto.

Facebook ha dichiarato: “Secondo la legge degli Stati Uniti, i talebani sono sanzionati come organizzazione terroristica e abbiamo proibito loro di utilizzare i nostri servizi. Ciò significa che elimineremo gli account gestiti dai talebani o per conto dei talebani e vieteremo lodi, supporto , e rappresentazione.

“Facebook non prende decisioni sul governo riconosciuto di un particolare paese, ma rispetta l’autorità della comunità internazionale nel prendere queste decisioni”.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *