Zoom raggiunge un accordo transattivo da 85 milioni di dollari sulla privacy degli utenti “Zoombombing”

[ad_1]

© Reuters. Foto del file: in questa immagine illustrata scattata il 15 marzo 2021, si possono vedere piccole figure giocattolo davanti al logo Zoom. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione/Foto d’archivio

Autore: Jonathan Stampel

(Reuters)-Zoom Video Communications Inc ha accettato di pagare 85 milioni di dollari USA e rafforzare le sue misure di sicurezza per risolvere una causa che afferma di aver superato una connessione con Facebook (NASDAQ:), Google (NASDAQ) Code:) Condivisione di dati personali con LinkedIn viola la privacy degli utenti e consente agli hacker di interrompere le riunioni Zoom in un metodo chiamato Zoombombing.

L’accordo preliminare di transazione presentato sabato pomeriggio richiede l’approvazione del giudice distrettuale degli Stati Uniti Lucy Koh di San Jose, California.

Gli abbonati alla class action proposta avranno diritto a un rimborso del 15% del loro abbonamento principale o di $ 25, a seconda di quale sia maggiore, mentre gli altri riceveranno un massimo di $ 15.

Zoom accetta di adottare misure di sicurezza, tra cui ricordare agli utenti quando gli host delle riunioni o altri partecipanti utilizzano applicazioni di terze parti nelle riunioni e fornire ai dipendenti una formazione speciale sulla privacy e sull’elaborazione dei dati.

La società con sede a San Jose ha negato illeciti quando ha accettato un accordo.

Zoom ha dichiarato domenica in una dichiarazione: “La privacy e la sicurezza degli utenti sono le principali priorità di Zoom e attribuiamo grande importanza alla fiducia degli utenti in noi”.

L’accordo di sabato è stato raggiunto dopo che Koh ha chiesto all’attore di presentare alcune richieste basate sul contratto l’11 marzo.

Sebbene Zoom abbia raccolto circa 1,3 miliardi di dollari in quote di abbonamento a Zoom Meetings dai membri della classe, gli avvocati del querelante ritenevano che l’accordo di 85 milioni di dollari fosse ragionevole visti i rischi del contenzioso. Hanno intenzione di chiedere fino a 21,25 milioni di dollari in spese legali.

Zoomombing si riferisce a estranei che dirottano le riunioni di Zoom e visualizzano contenuti pornografici, utilizzano un linguaggio razzista o pubblicano altri contenuti inquietanti.

Koh ha dichiarato che ai sensi della Sezione 230 del Federal Communications Regulation Act, Zoom è “essenzialmente” immune a Zoomombing, che protegge le piattaforme online dalla responsabilità per i contenuti degli utenti.

Da quando la pandemia di COVID-19 ha costretto più persone a lavorare da casa, la base di clienti di Zoom è cresciuta di sei volte.

La società contava 497.000 dipendenti con più di 10 clienti nell’aprile 2021, rispetto agli 81.900 di gennaio 2020. La società ha affermato che man mano che più persone vengono vaccinate e tornano al lavoro o a scuola di persona, la crescita degli utenti potrebbe rallentare o diminuire.

Il caso è: Videocomunicazione Zoom (NASDAQ:) Inc. Contenzioso sulla privacy, Corte distrettuale degli Stati Uniti, Distretto settentrionale della California, n. 20-02155.

Disclaimer: Media convergenti Vorrei ricordarti che i dati contenuti in questo sito Web potrebbero non essere in tempo reale o accurati. Tutti i CFD (azioni, indici, futures) e i prezzi delle valute estere non sono forniti dalle borse, ma dai market maker, quindi i prezzi potrebbero essere imprecisi e potrebbero essere diversi dai prezzi di mercato effettivi, il che significa che i prezzi sono indicativi. Non per scopi di trading. Pertanto, Fusion Media non è responsabile per eventuali perdite di transazione che potresti subire a causa dell’utilizzo di questi dati.

Media convergenti Fusion Media o chiunque sia collegato a Fusion Media non sarà responsabile per eventuali perdite o danni causati dall’affidamento a dati, quotazioni, grafici e segnali di acquisto/vendita contenuti in questo sito web. Si prega di comprendere appieno i rischi ei costi associati alle transazioni sui mercati finanziari.Questa è una delle forme di investimento più rischiose.



[ad_2]

Source link

Autore dell'articolo: Redazione EconomiaFinanza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *